Il rappresentante di Moderna ammette che tutti fanno parte di un enorme esperimento

Il rappresentante di Moderna ammette che tutti fanno parte di un enorme esperimento


Analisi del Dr. Joseph Mercola stateofthenation.co scarica il pdf -> media.mercola.com


STORIA A COLPO D'OCCHIO

  • In una registrazione audio, un rappresentante di Moderna ammette che tutti coloro che ricevono un'iniezione di COVID sono partecipanti alla sperimentazione. Ammette anche che l'efficacia protettiva a lungo termine contro COVID-19 è sconosciuta
  • La ricerca sugli animali mostra che la subunità della proteina spike della SARS-CoV-2 danneggia direttamente il cuore e causa la miocardite innescando una risposta immunitaria esagerata - una tempesta di citochine - nelle cellule del cuore
  • La subunità S1 della proteina spike SARS-CoV-2 attiva NF-kB, una proteina che controlla non solo la trascrizione del DNA ma anche la sopravvivenza cellulare e la produzione di citochine
  • Questo processo patologico non coinvolge il recettore ACE2 ma piuttosto il recettore toll-like 4 (TLR4), che è responsabile del rilevamento degli agenti patogeni e dell'avvio delle risposte immunitarie innate
  • Sta emergendo un nuovo e strano modello: Molti che soffrono di gravi effetti collaterali dalle iniezioni di COVID hanno esami di laboratorio normali, il che rende difficile la diagnosi e il trattamento


Nel video, andato in onda il 22 giugno 2021, il giornalista indipendente Stew Peters fa ascoltare una registrazione audio1 fatta da una giovane donna che ha improvvisamente sviluppato la sindrome di Guillain-Barre dopo l'iniezione di Moderna. Il suo neurologo ritiene che la sua condizione sia il risultato diretto dell'iniezione di COVID.


Mentre il neurologo ha presentato un rapporto sugli eventi avversi al Vaccine Adverse Events Reporting System (VAERS) degli Stati Uniti, la donna ha deciso di fare rapporto anche a Moderna. Il rappresentante di Moderna non sembra minimamente sorpreso dalla lesione, e sembra ammettere di aver ricevuto rapporti simili in precedenza.


Tutti quelli che ricevono il vaccino fanno parte del test di sicurezza

Durante la telefonata, il rappresentante della Moderna legge il seguente disclaimer:

"Il vaccino Moderna COVID-19 non è stato approvato o autorizzato dalla Food and Drug Administration, ma è stato autorizzato per l'uso di emergenza dalla FDA sotto un'autorizzazione all'uso di emergenza per prevenire la malattia da coronavirus 2019, per l'uso in individui di 18 anni e più.

Non esiste un vaccino approvato dalla FDA per prevenire il COVID-19. L'EUA per il vaccino Moderna COVID-19 è in vigore per la durata della dichiarazione EUA COVID-19, giustificando l'uso di emergenza del prodotto a meno che tale dichiarazione non sia terminata o l'autorizzazione sia revocata prima."


Il rappresentante sottolinea anche che tutte le fasi della sperimentazione clinica sono ancora in corso, e che l'efficacia protettiva a lungo termine contro il COVID-19 è sconosciuta. Quando il paziente chiede se tutti coloro che ricevono l'iniezione di COVID - anche se non hanno specificamente firmato per essere un partecipante alla sperimentazione - sono in realtà parte della sperimentazione clinica, lui risponde, con una risatina, "più o meno, sì".


Quindi, in poche parole, mentre i produttori di vaccini, le autorità sanitarie, i media tradizionali, le piattaforme di social media come Facebook e le pubblicità pubbliche ti dicono che il vaccino è stato sottoposto a test rigorosi, è stato "approvato" ed è sicuro ed efficace, nessuna di queste affermazioni è vera.


Le iniezioni hanno ricevuto solo l'autorizzazione per l'uso di emergenza, che è completamente diverso dalla regolare approvazione e licenza della FDA. Non sanno quanto sia efficace l'iniezione, o quanto durino gli effetti, e non sanno se sia sicuro, perché i test non sono stati completati. In effetti, la campagna di vaccinazione pubblica è una grande parte di queste prove, che la gente se ne renda conto o no.


I bambini sono costretti alla sperimentazione medica

Questo rende la spinta a iniettare bambini e adolescenti ancora più inquietante. I produttori di vaccini hanno ricevuto l'EUA per bambini fino a 12 anni,2 e ai genitori viene ora detto che i loro figli "devono" partecipare a quello che è un esperimento medico.


Alla gente viene detto che è il loro "dovere" sociale di partecipare a un esperimento medico. Alle persone viene detto che devono partecipare a un esperimento medico o perdere il loro lavoro o le loro prospettive educative. Quello che sta accadendo qui non è diverso dal sentirsi dire che si "deve" partecipare a una nuova sperimentazione di un farmaco contro il cancro per mantenere il proprio lavoro o frequentare la scuola. È completamente assurdo, non etico e illegale.3,4,5


Quando le persone si fanno l'iniezione, non vengono informate che stanno partecipando a un esperimento medico e non viene loro chiesto di firmare un modulo di consenso (poiché questo particolare requisito è esentato dalle regole dell'EUA). Mentre i moduli di consenso sono esonerati sotto un EUA, fornire informazioni veritiere sui potenziali effetti collaterali non lo è.


È davvero importante rendersi conto che costringere le persone a partecipare alla sperimentazione medica viola le regole di etica della ricerca stabilite da tempo. Se si volesse eseguire uno studio medico e si decidesse di attirare i partecipanti con un gelato gratis o una Playstation gratis, il comitato etico chiuderebbe il progetto.


Il problema qui è che gli studi di iniezione COVID-19 non hanno commissioni di supervisione. Non c'è un Data Safety Monitoring Board, un Clinical Event Committee e un Clinical Ethics Committee. Questo nonostante il fatto che tale supervisione sia una pratica standard per tutte le ricerche umane. Se tali comitati esistono, non sono stati annunciati e non sono stati pubblicati rapporti standard.


Aggiornamento sulla miocardite 

Peters affronta anche un effetto collaterale sempre più comune, cioè la miocardite, cioè l'infiammazione del cuore. La ricerca sugli animali eseguita dai ricercatori del Masonic Medical Research Institute in collaborazione con il Boston Children's Hospital è stata pubblicata sul server di preprint bioRxiv il 20 giugno 2021.6

La subunità della proteina spike della SARS-CoV-2 danneggia direttamente il cuore e causa la miocardite innescando una risposta immunitaria esagerata - una tempesta di citochine - nelle cellule del cuore.

Lo studio "Selectively Expressing SARS-CoV-2 Spike Protein S1 Subunit in Cardiomyocytes Induces Cardiac Hypertrophy in Mice "7 ha scoperto che la proteina spike stessa (senza il resto del virus) "compromette direttamente la funzione endoteliale". Come si è scoperto, la subunità S1 della proteina spike SARS-CoV-2 attiva NF-kB, una proteina che controlla non solo la trascrizione del DNA ma anche la sopravvivenza cellulare, la produzione di citochine e l'infiammazione secondaria.

Questo processo patologico non coinvolge il recettore ACE2, ma piuttosto il recettore toll-like 4 (TLR4), che è responsabile del rilevamento di agenti patogeni e dell'avvio delle risposte immunitarie innate. In sintesi, la ricerca ha mostrato la subunità della proteina spike "ha causato la disfunzione del cuore, indotto il rimodellamento ipertrofico e suscitato l'infiammazione cardiaca".

"Poiché il CoV-2-S non interagisce con l'ACE2 murino, il nostro studio presenta un nuovo ruolo patologico indipendente dall'ACE2 del CoV-2-S [SARS-CoV-2], e suggerisce che il CoV-2-S1 circolante [subunità 1 della proteina spike del CoV-2] è un'allarmina riconoscibile dal TLR4 che può danneggiare i CM [cardiomiociti, cioè le cellule del cuore] innescando le loro risposte immunitarie innate", affermano gli autori.8

In breve, la subunità della proteina spike della SARS-CoV-2 danneggia direttamente il cuore e causa la miocardite innescando una risposta immunitaria esagerata - una tempesta di citochine - nelle cellule cardiache.

È importante notare che il rimodellamento ipertrofico significa che si tratta di un rimodellamento e di un danno permanente del cuore, il che smentisce le affermazioni secondo cui le centinaia di casi di miocardite riportati al VAERS sono poco preoccupanti e che i loro cuori alla fine guariranno. Credo che queste supposizioni saranno trovate sbagliate, e che molti di loro potrebbero rimanere con il cuore permanentemente danneggiato.

Sapevano cosa stavano facendo

Come notato da Jane Ruby, Ph.D., allo Stew Peters Show, questa ricerca avrebbe dovuto essere fatta prima che queste iniezioni fossero rese pubbliche. Invece di condurre rigorose prove sugli animali, i produttori di vaccini stanno usando il pubblico come cavie in uno dei più grandi esperimenti della storia umana, facendo decine di miliardi di dollari di profitti mentre godono dell'immunità assoluta da qualsiasi danno causato dai loro vaccini sperimentali.

Etichettando falsamente questi strumenti di modifica dei geni come vaccini (perché la terapia genica non si qualifica come un trattamento pandemico a cui può essere concessa l'immunità contro la responsabilità), è stato dato loro il via libera per condurre la sperimentazione umana senza remunerazione, consenso informato o responsabilità con la scusa di un'emergenza di salute pubblica.

Non c'è modo che queste terapie geniche in qualsiasi società razionale sarebbero state rilasciate per essere testate su così tanti soggetti umani, tra cui donne incinte e bambini, se non fosse per questo sinistro travisamento.

Ecco la parte più inquietante, però: sembra che queste iniezioni di COVID possano essere state progettate per causare questo tipo di danno cellulare di proposito. Perché? Perché i ricercatori hanno anche testato la subunità naturale della proteina spike di un altro coronavirus chiamato NL63.

Questo virus è stato scelto perché, come il SARS-CoV-2, utilizza il recettore ACE2 per entrare nella cellula umana. La proteina spike NL63 non ha però innescato questo tipo di danno cardiaco. "Sapevano cosa stavano facendo quando hanno ingegnerizzato questo mRNA per fare questa particolare proteina spike", dice Ruby.

I non vaccinati accusati ingiustamente di essere "fabbriche di malattie

Aggiungendo l'insulto al danno, i media mainstream stanno ora spingendo l'idea che coloro che rifiutano l'iniezione COVID sono da biasimare per l'emergere di varianti di SARS-CoV-2, anche se un certo numero di esperti sanitari ha avvertito che è l'esatto contrario - che le iniezioni di massa, causando una banda molto stretta di anticorpi, stanno forzando mutazioni più rapide del virus.9

È un principio generale in biologia, vaccinologia e microbiologia, che se si mettono sotto pressione organismi viventi come batteri o virus, per esempio tramite antibiotici o anticorpi, ma non li si uccide completamente, si può inavvertitamente incoraggiare la loro mutazione in ceppi più virulenti. Quelli che sfuggono al tuo sistema immunitario finiscono per sopravvivere e selezionare mutazioni per assicurare la loro ulteriore sopravvivenza.

Se un individuo che non ha una stretta fascia di anticorpi viene infettato, allora, se la mutazione avviene, è molto meno probabile che risulti in un virus più aggressivo. Quindi, mentre la mutazione può verificarsi sia in persone vaccinate che non vaccinate, gli individui vaccinati hanno in realtà molte più probabilità di spingere il virus in una mutazione che lo rafforza e lo rende più pericoloso. Purtroppo, secondo la CNN:10

"Le persone non vaccinate fanno più che rischiare semplicemente la propria salute. Sono anche un rischio per tutti se si infettano con il coronavirus, dicono gli specialisti di malattie infettive. Questo perché l'unica fonte di nuove varianti di coronavirus è il corpo di una persona infetta.

Le persone non vaccinate sono potenziali fabbriche di varianti", ha detto alla CNN il dottor William Schaffner, professore nella divisione di malattie infettive al Vanderbilt University Medical Center... "Più persone non vaccinate ci sono, più opportunità ci sono per il virus di moltiplicarsi", ha detto Schaffner".

Ciò che Schaffner e la CNN non affrontano è il fatto confermato che l'iniezione COVID non fornisce protezione immunitaria contro un'infezione da SARS-CoV-2. Quindi coloro che hanno fatto l'iniezione possono anche diventare ospiti del virus, proprio come quelli che non sono stati truffati per prendere il vaccino COVID.

Non c'è assolutamente alcuna giustificazione medica per individuare le persone non vaccinate come unici vettori della malattia, o unici vettori della mutazione. I casi di mutazione in persone completamente "vaccinate" dimostrano questo punto. Sfortunatamente, gli individui vaccinati non sono informati sulla possibilità che possano sperimentare un potenziamento anticorpo-dipendente (ADE) o un potenziamento immunitario paradossale (PIE), che potrebbe effettivamente renderli più suscettibili all'infezione da varianti.11

Se questo si rivela essere il caso, e ci sono già indicatori che suggeriscono che questo sta accadendo,12,13,14,15,16,17 allora vaccinare ancora più persone non è la risposta. Gli individui non vaccinati non possono essere ritenuti responsabili di ciò che accade a coloro che si sono offerti volontari per partecipare a questo esperimento di massa, né si può chiedere di "salvare" quelle persone mettendo a rischio la loro stessa salute.

Gruppi di controllo distrutti di proposito

Inquietante, tutte le prove indicano che i produttori di vaccini e le agenzie sanitarie non vogliono identificare i problemi con queste iniezioni. Nonostante questo sia il più grande esperimento medico nella storia dell'umanità, i produttori di vaccini stanno eliminando di proposito i loro gruppi di controllo in modo che le lesioni saranno molto più difficili da accertare, poiché non avranno nulla con cui confrontare i destinatari del vaccino.

In un rapporto di JAMA,18 Rita Rubin, scrittrice senior per JAMA medical news and perspectives, cita il consulente scientifico capo dell'Operazione Warp Speed, Moncref Slaoui, Ph.D., dicendo che pensa che "è molto importante che sblocchiamo subito la sperimentazione e offriamo i vaccini al gruppo placebo" perché i partecipanti alla sperimentazione "dovrebbero essere premiati" per la loro partecipazione.

Tali affermazioni violano le basi stesse di ciò di cui ha bisogno uno studio di sicurezza, che è un gruppo di controllo con cui è possibile confrontare gli effetti del farmaco in questione a lungo termine. Trovo inconcepibile che lo smascheramento sia stato anche solo preso in considerazione, visto che gli studi di base non si sono ancora conclusi, e alcuni studi di sicurezza standard sono stati del tutto ignorati.

Per esempio, la Pfizer non ha condotto alcuno studio di tossicologia riproduttiva nonostante abbia scoperto che l'mRNA e la proteina spike si accumulano nelle ovaie. L'unico scopo di questo smascheramento è quello di nascondere il fatto che queste iniezioni non sono sicure.

Le valutazioni di sicurezza sono state anche minate dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti, che ha scelto di non richiedere ai produttori di vaccini di implementare una robusta raccolta di dati post-iniezione e un follow-up sul pubblico.

A cosa serve davvero la campagna sulle iniezioni di massa?

È ovvio che i produttori dell'iniezione COVID hanno intenzionalmente rimosso ogni controllo di monitoraggio della sicurezza perché volevano offuscare le complicazioni previste che si sarebbero sicuramente verificate. Volevano evitare che il maggior numero possibile di complicazioni emergesse. La sicurezza non è chiaramente qualcosa di cui si preoccupano.

Pensateci: Se la campagna di vaccinazione riguardasse la creazione di un alto tasso di immunità nella popolazione, accetterebbero l'immunità naturale al COVID come alternativa al jab. Ma non lo fanno. Anche se puoi dimostrare di avere alti livelli di anticorpi dall'infezione naturale, devi comunque fare l'iniezione di COVID se vuoi frequentare la scuola o mantenere il tuo lavoro in alcune aree, e l'immunità naturale non conta se vuoi un passaporto di immunità COVID.

Questo significa che le iniezioni NON servono a creare l'immunità di gregge. Vogliono un ago in ogni braccio per qualche altra ragione. Quale pensate che possa essere questa ragione? Molti che hanno riflettuto su questa domanda sono giunti alla conclusione che qualunque sia la ragione, è una ragione nefasta.

Come minimo, questa campagna serve a mettere un ago in ogni braccio per massimizzare i loro profitti.

Nel peggiore dei casi, potrebbe essere parte di una strategia di spopolamento abilmente costruita.

Michael Yeadon, Ph.D., un ricercatore delle scienze della vita ed ex vicepresidente e capo scienziato della ricerca allergologica e respiratoria alla Pfizer, ha dichiarato pubblicamente di credere che le iniezioni di COVID-19, e i prossimi richiami in particolare, siano un "serio tentativo di spopolamento di massa".19

Dal mio punto di vista, ci sono ancora così tante potenziali vie di danno e così tante incertezze, che vorrei incoraggiare tutti a fare i propri compiti, continuare a leggere e imparare, soppesare i potenziali pro e contro, e prendersi il proprio tempo quando si decide se ottenere una di queste terapie geniche COVID-19. Se ne avete già avuta una, pensateci bene prima di fare dei richiami.



Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia