Visione remota: Esperimenti mentali e interesse del governo

Visione remota: Esperimenti mentali e interesse del governo

Per decenni, numerose nazioni, in tutto il mondo, hanno fatto del loro meglio per cercare di imbrigliare i misteriosi poteri della mente e utilizzarli come strumenti di niente meno che lo spionaggio. Percezione extrasensoriale (ESP), chiaroveggenza, precognizione e proiezione astrale sono state utilizzate dalla CIA, dal KGB e dai servizi segreti britannici in più di qualche occasione. Per quanto possa sembrare sorprendente, il mondo degli 007 sensitivi è fin troppo reale. È un argomento che è stato studiato, con vari gradi di successo, per decenni. La Remote Viewing è anche un fenomeno che permette di viaggiare in diversi regni del tempo.  La prima indicazione di un serio interesse da parte del governo degli Stati Uniti nel campo dei fenomeni psichici può essere trovata in un documento precedentemente classificato della CIA scritto nel 1977 dal dottor Kenneth A. Kress - allora ingegnere dell'Ufficio dei Servizi Tecnici della CIA - e intitolato Parapsicologia nell'Intelligence.


Secondo Kress: "Rapporti aneddotici di capacità di percezione extrasensoriale hanno raggiunto le agenzie di sicurezza nazionale degli Stati Uniti almeno dalla seconda guerra mondiale, quando si diceva che Hitler faceva affidamento su astrologi e veggenti. Suggerimenti per applicazioni militari dell'ESP hanno continuato ad essere ricevuti dopo la seconda guerra mondiale. Nel 1952, il Dipartimento della Difesa ricevette una lezione sulla possibile utilità della percezione extrasensoriale nella guerra psicologica. Nel 1961, l'Ufficio dei Servizi Tecnici della CIA si interessò alle affermazioni dell'ESP. I funzionari del progetto tecnico contattarono presto Stephen I. Abrams, il direttore del Laboratorio Parapsicologico dell'Università di Oxford, in Inghilterra. Sotto gli auspici del Progetto ULTRA, Abrams preparò un articolo di revisione che sosteneva che l'ESP era dimostrato ma non compreso o controllabile". Kress aggiunse: "Il rapporto fu letto con interesse ma non produsse ulteriori azioni per un altro decennio".


Infatti, fu all'inizio degli anni '70 che la ricerca iniziò seriamente. Nell'aprile del 1972, il dottor Russell Targ, un fisico laser con un interesse personale per la parapsicologia e il potere della mente umana, ha incontrato il personale della CIA dell'Office of Strategic Intelligence, specificamente per discutere i fenomeni paranormali. Di primaria importanza per la CIA fu il fatto che Targ li informò che l'Unione Sovietica era profondamente coinvolta nella ricerca di fenomeni psichici, telepatia mentale e ESP. Non ci volle molto alla CIA per capire che lo scopo della ricerca sovietica era quello di determinare se l'ESP potesse essere usato come strumento di spionaggio. Come detto: "Potete immaginare se un gruppo di 007 sensitivi dalla Russia potesse concentrare le loro menti per cortocircuitare i nostri sistemi missilistici o le nostre apparecchiature di sorveglianza satellitare e ottenere l'accesso a informazioni classificate in questo modo? Le possibilità - se funzionasse - sarebbero disastrose". È stata questa realizzazione che ha galvanizzato la CIA in azione. Come si legge nel rapporto Kress, nel 1973: "L'Ufficio dei Servizi Tecnici finanziò uno sforzo espansivo di 50.000 dollari in parapsicologia".


Gli studi iniziali hanno utilizzato una varietà di persone che sono state accuratamente e segretamente portate nel progetto, e che hanno dimostrato tutta una serie di abilità apparentemente paranormali. Queste stesse abilità non potevano però essere replicate in modo affidabile in ogni occasione. Come prova di ciò, Kenneth Kress informò i suoi superiori che, "Un soggetto, con uno sforzo mentale, apparentemente causò un aumento della temperatura; l'azione non poteva essere duplicata dal secondo soggetto. Il secondo soggetto era in grado di riprodurre, con impressionante precisione, informazioni all'interno di buste sigillate. In condizioni identiche, il primo soggetto non poteva riprodurre nulla".


Allo stesso modo, alcuni sensitivi sponsorizzati dal governo nel periodo dal 1973 al 1974 localizzarono installazioni missilistiche segrete nell'Unione Sovietica, trovarono gruppi terroristici in Medio Oriente e riuscirono a vedere a distanza l'interno dell'ambasciata cinese a Washington, D.C. Altri, nel frattempo, fornirono dati che erano sommari e, a volte, semplicemente sbagliati. Ed è stato il continuo tasso di successo rispetto alla frequenza del fallimento che ha portato ad un acceso dibattito all'interno della CIA circa la rilevanza complessiva e la validità del progetto. All'interno della comunità dell'intelligence, la questione è ancora dibattuta.

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia