Israele dimostra che le vaccinazioni causano la Covid

 

Israele dimostra che le vaccinazioni causano la Covid

  • Israele è uno dei paesi con il maggior numero di vaccini al mondo per la protezione contro l'influenza/covirus - non ottenuto.
  • Lunedì, Haaretz ha riferito che oltre il 78% degli israeliani è stato vaccinato.
  • Eppure le epidemie nel paese stanno aumentando, soprattutto tra gli israeliani vaccinati.
  • Il numero di casi gravi è ai massimi da sei mesi.
  • Gli sforzi per contenere le epidemie con i richiami hanno peggiorato una brutta situazione.
  • I vaccini aumentano notevolmente il rischio di contrarre la malattia virale, non il contrario.

Di Stephen Lendman www.henrymakow.com

Il CDC chiama Israele un paese ad alto rischio - ai cittadini americani è stato sconsigliato di recarvisi.

Giovedì, Haaretz ha detto che i medici israeliani stanno "cedendo sotto il carico" delle epidemie di influenza/covirus mentre "le chiamate dei pazienti aumentano".

I medici di famiglia sono stati "spinti... sull'orlo della crisi".

Lo stesso vale per gli ospedali israeliani sovraccarichi.

Il rimedio non adottato è la cessazione delle punture...



Il virologo premio Nobel Luc Montagnier, a sinistra, ha spiegato la distruzione della salute causata dai vaccini.

Invece di proteggere contro l'influenza/covo, stanno "alimentando (e diffondendo) il virus", ha detto.

Quello che ha chiamato un "errore inaccettabile... un errore scientifico (e) medico" continua con un abbandono sconsiderato.

"(La) storia... mostrerà che (il jabbing) crea delle varianti" - quelle future che forse saranno resistenti ai trattamenti attuali.

È un fenomeno chiamato Antibody Dependent Enhancement (ADE) che permette a un virus di entrare nelle cellule e peggiorare la malattia.

Succede nel virus che causa l'influenza/covido.

Montagnier rifiuta di farsi pungere con ciò che sa che nuoce alla salute.

Con una lettera ai giudici della Corte Suprema israeliana, ha chiesto di sospendere le punture di massa, dicendo quanto segue:

"Vorrei riassumere i potenziali pericoli di questi vaccini in una politica di vaccinazione di massa".

"1. Effetti collaterali a breve termine: non si tratta delle normali reazioni locali riscontrate per qualsiasi vaccinazione, ma di reazioni gravi che coinvolgono la vita del ricevente come lo shock anafilattico legato a un componente della miscela vaccinale, o gravi allergie o una reazione autoimmune fino all'aplasia cellulare."

"2. Mancanza di protezione vaccinale:"

"2.1 Induzione di anticorpi facilitatori - gli anticorpi indotti non neutralizzano un'infezione virale, ma al contrario la facilitano a seconda del ricevente."

"Quest'ultimo può essere già stato esposto al virus in modo asintomatico".

"Un basso livello di anticorpi indotti naturalmente può competere con gli anticorpi indotti dal vaccino".

"2.2 La produzione di anticorpi indotti dalla vaccinazione in una popolazione altamente esposta al virus porterà alla selezione di varianti resistenti a questi anticorpi."

"Queste varianti possono essere più virulente o più trasmissibili".

"Questo è ciò a cui stiamo assistendo ora. Una corsa infinita virus-vaccino che si volgerà sempre a vantaggio del virus".

"3. Effetti a lungo termine: Contrariamente alle affermazioni dei produttori di vaccini a RNA messaggero, esiste il rischio di integrazione dell'RNA virale nel genoma umano."

"Infatti, ognuna delle nostre cellule ha retrovirus endogeni con la capacità di trascrizione inversa da RNA in DNA".


"Anche se questo è un evento raro, il suo passaggio attraverso il DNA delle cellule germinali e la sua trasmissione alle generazioni future non possono essere esclusi".

"Di fronte a un futuro imprevedibile, è meglio astenersi".

Noto professore di medicina, caporedattore di due riviste mediche e autore di centinaia di articoli sottoposti a peer-review, Peter McCullough MD


Noto professore di medicina, caporedattore di due riviste mediche e autore di centinaia di articoli sottoposti a peer-review, Peter McCullough MD non ha risparmiato parole dicendo:

La vaccinazione di massa contro l'influenza/covidi "passerà alla storia come una delle più mortali, una delle più dannose e costose (procedure mediche) nella storia dell'umanità".

Separatamente ha detto che i vaccini sono "di gran lunga il più letale, tossico, agente biologico mai iniettato in un corpo umano nella storia americana".

Quello che sta succedendo è "bioterrorismo".

I Jabs consegnano al corpo umano "proteine spike... che distruggono la salute".

I medici stanno inconsapevolmente "facendo cose impensabili, come iniettare RNA messaggero biologicamente attivo che produce questa proteina "spike" (distruttiva per la salute)".

La "disinformazione e la propaganda sponsorizzata dallo Stato (viene) usata per guidare una furia incredibile di mandati (di iniezione)" per settori crescenti della società negli Stati Uniti e in Occidente.

Citando le condizioni di crisi in Israele, McCullough ha sottolineato che gli israeliani colpiti con il jab costituiscono la maggioranza dei focolai.

Molto simile sta accadendo in Gran Bretagna. Nonostante la maggior parte delle persone nel paese siano state vaccinate, i ricoveri per influenza/covidi sono aumentati di 7 volte da giugno.

I britannici vaccinati comprendono la maggior parte delle morti per il virus.

L'evidenza è chiara. I vaccini causano la malattia invece di proteggere da essa.

Gli individui vaccinati stanno diffondendo la malattia ad altri.

L'influenza/coidosi è trattabile in modo sicuro ed efficace con protocolli non vaccinali.

Seguendoli si evita la stragrande maggioranza dei ricoveri e delle morti.

Eppure i funzionari della sanità pubblica statunitense/occidentale e i media dell'establishment sopprimono le informazioni su di essi.

McCullough è "profondamente preoccupato e preoccupato (per) il futuro dell'America e anche profondamente spaventato dalla perdita della libertà di parola e del discorso scientifico".

"Ci sono profonde minacce là fuori per i medici che stanno davvero facendo del loro meglio - per aiutare i pazienti e salvare vite".

Eppure la Federation of State Medical Boards ha minacciato i medici statunitensi che trattano in modo sicuro ed efficace i pazienti affetti da influenza/covidi con l'ivermectina.

Accusati ingiustamente di diffondere "disinformazione", sono minacciati di perdere la loro licenza di praticare la medicina.

I vaccini antinfluenzali/covidi sono profondamente insicuri, ha sottolineato McCullough.

Promuoverli e usarli è una grossolana violazione dell'etica medica.

Gli americani, le loro controparti occidentali e altri sono stati ingannati e ingannati in massa.

Rimanere al sicuro richiede di rifuggire dai loro mandati e consigli che distruggono la salute e che sono tutti volti a volere il massimo danno inflitto al massimo numero di persone.

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia