Il satellite Cavaliere Nero - Un satellite alieno che ci osserva da 13.000 anni


Il satellite Black Knight è uno dei più grandi misteri spaziali del nostro tempo recente. Molti credono che questo oggetto enigmatico sia di origine extraterrestre e che orbiti intorno alla Terra da più di 13.000 anni.



La scoperta del satellite Black Knight

Il satellite Black Knight fu scoperto per la prima volta nei primi anni '50 da scienziati e astronomi statunitensi che pensavano che appartenesse ai sovietici. I sovietici, d'altra parte, credevano che fosse stato collocato dagli Stati Uniti.

In realtà, nessuno di loro aveva la tecnologia o la capacità di mettere satelliti in orbita a quel tempo, portando di conseguenza molti a credere che doveva essere di origine extraterrestre, messo lì per monitorare il nostro pianeta.

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti incaricò l'astronomo Clyde Tombaugh di cercarlo, e la voce si diffuse rapidamente. Un sorprendente articolo sul Cavaliere Nero fu scritto nel St. Louis Dispatch e nel San Francisco Examiner il 14 maggio 1954.

Il resoconto evidenziava una conversazione con il Maggiore in pensione del Corpo dei Marines Donald Keyhoe, che disse che la Terra era orbitata da uno o due satelliti artificiali. Aggiunse che gli specialisti del governo a White Sands, New Mexico, stavano facendo ogni tentativo per localizzare e delineare questi satelliti extraterrestri e per determinare la loro origine.

La notizia è stata scritta tre anni prima che l'URSS lanciasse il primo satellite della Terra - lo Sputnik 1, e gli Stati Uniti avrebbero seguito pochi anni dopo con il loro.


Nikola Tesla e il satellite del Cavaliere Nero

Secondo le agenzie di monitoraggio di tutto il mondo, il Cavaliere Nero trasmette segnali radio da oltre 50 anni. Questo ha portato la gente a credere che Nikola Tesla sia stato il primo a rilevarne i segnali.

Nel 1899, mentre faceva esperimenti nel suo laboratorio di Colorado Springs, Tesla annunciò di aver ricevuto segnali di trasmissione extraterrestri dallo spazio. La comunità scientifica rise delle sue affermazioni e usò immediatamente questo per screditarlo e chiamarlo pazzo. L'esistenza di segnali radio cosmici era sconosciuta a quel tempo, quindi questo era previsto, dato che Tesla era avanti anni luce rispetto alla comunità scientifica.

Mentre era a Colorado Springs ad osservare le onde stazionarie, Tesla scoprì strani segnali radio dal suo ricevitore. Dopo attente e approfondite osservazioni, Tesla concluse che questi segnali non provenivano dalla Terra e non erano naturali. Invece, dovevano avere un'origine intelligente da qualche parte o da qualcuno nello spazio. Tesla riportò questa comunicazione ultraterrena e proclamò la sua fede negli extraterrestri nel febbraio 1901 sulla rivista Colliers Weekly in un articolo intitolato "Talking with the Planets". 

A quel tempo, Tesla pensava che i segnali radio provenissero da Marte. Tuttavia, dopo aver scoperto il satellite Black Knight, molti credettero che ciò che Tesla sentì nel 1899 provenisse dalla misteriosa spia nel cielo.

Qual è lo scopo del satellite Cavaliere Nero?

L'Unione Sovietica e gli Stati Uniti hanno mostrato particolare interesse per questo oggetto spaziale non identificato. Dalla sua scoperta, il satellite ha eccitato molti appassionati in tutto il mondo. Nel 1957, il dottor Luis Carlos del Ministero delle Comunicazioni e dell'Informazione lo fotografò mentre scattava foto dello Sputnik-2 mentre passava sopra Caracas.

La strana cosa non assomigliava per niente allo Sputnik 1 e 2, e non si comportava nemmeno come uno dei nostri satelliti. Il satellite del Cavaliere Nero orbitava intorno alla Terra da est a ovest. Lo Sputnik 1 e 2 giravano da ovest a est, usando la rotazione naturale della Terra per mantenere l'orbita.

L'interesse per il satellite Cavaliere Nero aumentava di anno in anno, quando nel 1957, un oggetto misterioso fu avvistato a schermare il satellite Sputnik 1.



Secondo i rapporti, l'oggetto extraterrestre era in orbita polare. In quell'anno, né gli Stati Uniti né i russi possedevano la tecnologia per mantenere un veicolo spaziale in orbita polare.

Il primo satellite in orbita polare - Tiros 1 fu lanciato nel 1960. Le orbite polari sono spesso usate per la mappatura della Terra, per l'osservazione della Terra, per catturare la Terra mentre passa il tempo da un punto, e per i satelliti di ricognizione. Questo metterebbe la notte nera nella categoria dei satelliti di osservazione.


Un satellite alieno in orbita attorno a noi

L'unica domanda qui è chi ha messo il Cavaliere Nero nella nostra orbita polare e chi ci sta osservando?

Gli scienziati e gli astronomi hanno stimato la massa dell'oggetto a più di 10 tonnellate, che sarebbe, all'epoca, il satellite artificiale più pesante in orbita attorno al nostro pianeta. Inoltre, l'orbita del Cavaliere Nero era diversa da qualsiasi altro oggetto in orbita intorno alla Terra, poiché si muoveva due volte più velocemente rispetto a qualsiasi altro veicolo spaziale artificiale.

Ci sono anche diversi rapporti che la Grumman Aircraft Engineering Corporation diede molta importanza a questo misterioso satellite. Il 3 settembre 1967, mesi dopo che il satellite era stato rilevato per la prima volta dal radar, una macchina fotografica di rilevamento nella fabbrica di Long Island della Grumman Aircraft Engineering Corporation scattò una fotografia del Cavaliere Nero.

A quel punto, la gente di tutto il mondo iniziò a identificare l'oggetto nel cielo, che poteva essere visto come una luce rossa che si muoveva a una velocità maggiore rispetto agli altri satelliti in un'orbita est-ovest.



La Grumman Corporation formò una commissione per esaminare i dati ottenuti dalle osservazioni effettuate, ma nulla fu reso pubblico.

Nel 1963, l'ingegnere aerospaziale americano Gordon Cooper fu lanciato nello spazio. Nella sua ultima orbita, riferì di aver visto un oggetto verde incandescente di fronte alla sua capsula in lontananza che si muoveva verso la sua navicella. Riferì l'oggetto a un sistema di tracciamento australiano che raccolse l'oggetto non identificato sul loro radar. La NBC ha riferito questo, ma dopo che Cooper è tornato sulla Terra, i giornalisti non sono stati autorizzati a chiedere a Cooper circa l'oggetto sconosciuto.

Naturalmente, la spiegazione ufficiale data dalla NASA fu che Cooper sperimentò "alti livelli di anidride carbonica, che causarono allucinazioni".


Il messaggio del satellite del Cavaliere Nero

Nonostante il tentativo della NASA di spiegare ciò che Cooper vide con una spiegazione più banale, egli continuò per tutta la sua vita a divulgare storie che dettagliavano le sue esperienze con gli UFO e altri fenomeni inspiegabili. Inoltre, parlò spesso di tentativi di insabbiamento da parte del governo che sorvegliava gli UFO e l'attività inspiegabile, quindi potrebbe essere probabile che abbia visto il Cavaliere Nero rendendosi conto che la sua esistenza veniva deliberatamente nascosta al pubblico.

Nel 1973 un astronomo e autore scozzese Duncan Lunan scrisse di aver scoperto e decifrato un segnale di trasmissione nascosto nelle emissioni radio dello spazio esterno che precedono l'esistenza umana.

Lunan dice che il messaggio decodificato diceva:

"Inizia qui. La nostra casa è Epsilon Boötis, che è una stella doppia. Viviamo sul sesto pianeta di sette, proveniente dal sole, che è il più grande dei due. Il nostro sesto pianeta ha una luna. Il nostro quarto pianeta ne ha tre. Il nostro primo e terzo pianeta ne hanno uno ciascuno. La nostra sonda si trova nella posizione di Arturo, conosciuta nelle nostre mappe".

Si suggerisce che il satellite del Cavaliere Nero abbia sempre vagato nell'orbita della Terra per migliaia di anni all'insaputa degli uomini.

Questo misterioso satellite alieno è stato un argomento di interesse in tutto il mondo. Tuttavia, fino ad oggi, la maggior parte delle informazioni sull'oggetto misterioso è tenuta al sicuro e lontana dalla società.

Nessuno ha risposto alle domande su chi ha messo quel satellite nella nostra orbita polare e a quale scopo.

Sulla base di tutto ciò che abbiamo scoperto sul satellite Black Knight, ci sono due teorie.

Teorie sull'origine del satellite Black Knight

  • Origine extraterrestre
La prima teoria suggerisce che il satellite Black Knight sia di origine aliena e che sia posto qui per monitorare la nostra specie. È posizionato perfettamente per orbitare intorno al nostro pianeta e coprire tutta l'area della massa terrestre, rendendolo il perfetto satellite di osservazione.

È possibile che una razza extraterrestre ci stia osservando da migliaia di anni? Studiandoci e sorvegliando tutte le nostre attività?

  • Un'antica civiltà avanzata
L'altra teoria suggerisce che l'origine del satellite non sia aliena ma in realtà un'antica creazione umana. Si crede che un'antica civiltà umana fosse scientificamente avanzata e abbia lanciato il satellite prima di estinguersi. Forse il popolo che ha costruito le piramidi e tutti gli altri megaliti avanzati sulla terra ha costruito anche il Cavaliere Nero.

Hanno raggiunto una fase della loro storia che ha permesso loro di costruire satelliti e raggiungere l'orbita proprio come il saggio che abbiamo raggiunto noi. Ed esattamente allora, accadde qualcosa che causò la loro estinzione. Forse una guerra globale o qualche altra crisi. Questo evento è stato così potente che ha portato l'umanità a ricominciare il suo sviluppo.

Quale pensi sia lo scopo del satellite del Cavaliere Nero, e chi l'ha messo qui?



Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia