Gli 'esperti' della salute finalmente ammettono che le maschere tengono a bada le persone, non i virus

Gli 'esperti' della salute finalmente ammettono che le maschere tengono a bada le persone, non i virus

Queste maschere e gli obblighi che le accompagnano non hanno mai riguardato il controllo di un virus. Hanno sempre riguardato il controllo delle persone.


Siamo stati censurati. Sgridati dai Karen nel negozio di alimentari e a volte anche all'aperto. Siamo stati rimproverati, demonizzati, derisi e chiamati assassini e bifolchi - tutto per il peccato di aver ignorato il teatro della sicurezza delle maschere e di aver osato mostrare la metà inferiore del nostro viso in pubblico.

Ecco perché è semplicemente straordinario sentire gli esperti ammettere ora che le stesse coperture per il viso richieste in così tanti stabilimenti e località non impediscono la diffusione di alcun virus.

L'analista medica della CNN Leana Wen, che in precedenza era presidente del gigante dell'aborto Planned Parenthood, lo ha detto sulla rete - e non solo in riferimento alla variante attuale, come se i nuovi dati abbiano improvvisamente giustificato un cambiamento nella guida. Ha detto esplicitamente che le maschere di stoffa non sono state efficaci dagli albori del virus Wuhan.

"Le maschere di stoffa non sono appropriate per questa pandemia. Non è appropriato per omicron, non era appropriato per delta, alpha, o qualsiasi delle varianti precedenti, perché abbiamo a che fare con qualcosa che è trasmesso per via aerea", ha detto Wen.

"Non indossare una maschera di stoffa", ha detto in un altro segmento, arrivando a chiamarle poco più che "decorazioni facciali".
Non è solo una testa che galleggia sulla CNN. In una lettera al personale di Capitol Hill, il medico curante avrebbe annunciato la fine delle maschere chirurgiche blu, maschere di stoffa e ghette, ordinando che "le maschere più protettive KN95 o N95" devono ora essere indossate.

"...[Le maschere chirurgiche non sono più sufficienti per un virus aereo che si trasmette velocemente o più velocemente di qualsiasi virus conosciuto dall'umanità", ha twittato un professore paranoico dell'Università del Colorado a Boulder. Anche il Washington Post è intervenuto.

Ed ecco il Centers for Disease Control and Prevention che spiega che una maschera chirurgica "non è considerata una protezione respiratoria".
Anche WebMD si è accatastato, esortando gli americani a scartare il tipo di maschere per il viso di stoffa indossate da compagni d'acquisti impiccioni mentre fanno la predica agli smascherati per coprire i loro volti. Quelle non sono abbastanza buone e non lo sono mai state.

Questa è ora la saggezza impartita dagli esperti, che le museruole sudate, inconsistenti e pruriginose che sono state imposte a scolari, atleti sani, impiegati socialmente distanti, mamme che fanno la spesa e persino i loro bambini piccoli sono "non appropriate". Non sono altro che "decorazioni facciali" contro un virus che è nell'aria e non può essere contenuto.

È quasi come se i conservatori leggessero gli studi scientifici disponibili e dicessero questo fin dall'inizio, come qui, qui, qui, qui, qui, qui e qui. Forse le maschere di stoffa impregnate di sudore in palestra in realtà non sono ottime per la salute, hanno suggerito molti a destra. La maschera di mia figlia di 3 anni che non può smettere di toccare probabilmente non la mantiene più sana, hanno pensato altri. Eppure la risposta della sinistra a questo pushback è stata il disprezzo e la censura di routine.

Amazon ha bandito un libro dell'ex reporter del New York Times Alex Berenson che discuteva le prove scientifiche che i mandati delle maschere sono inefficaci. Big Tech ha armato dei falsi fact-check per soffocare il reportage di The Federalist, supportato dalla scienza, sulle maschere. L'ex consigliere della Task Force COVID della Casa Bianca, il Dr. Scott Atlas, è stato bandito dal pubblicare riferimenti a studi scientifici sulle maschere, mentre Jake Tapper della CNN e il Dr. Sanjay Gupta applaudivano su Twitter. YouTube, di proprietà di Google, ha infamemente cancellato un'intervista di giugno di Atlas.

Eppure ora, gli "esperti" della sinistra stanno andando sulla televisione di rete per annunciare che dobbiamo smettere di indossare le maschere di tela e chirurgiche che sono diventate sinonimo di moralità COVID, e stanno annunciando che in realtà abbiamo saputo che queste maschere sono state "inappropriate" per tutto il tempo.

Gli americani dovrebbero semplicemente accettare questo. In risposta al gaslighting, si suppone che scartino obbedientemente le maschere di stoffa che sono stati rimproverati e costretti a indossare e vadano invece a comprare qualche maschera più forte per proteggere Dio-sa-chi da questa ondata di un virus che si manifesta come il comune raffreddore anche per la stragrande maggioranza dei non ancora vaccinati.

Mentre in molte aree sane del paese, le maschere sono state a lungo un ripensamento, questa non è la realtà per altri americani. I mandati per le maschere prevalgono ancora in troppi posti, con l'intero stato dell'Oregon che lancia l'idea di un mandato "permanente" per le maschere.

Altre sacche autoritarie come Madison, Wisconsin, semplicemente non lasciano mai scadere i loro mandati temporanei. Naturalmente, questi mandati non richiedono alcun tipo particolare di copertura del viso. Quindi, come ha detto Wen, le maschere non sono altro che "decorazioni facciali", il che significa che i mandati non sono altro che teatro politico.

Il gaslighting è sufficiente per far impazzire chiunque, ma con l'ammissione degli esperti che la maggior parte delle nostre maschere non sono sufficienti, hanno anche ammesso qualcosa di molto più consequenziale. Queste maschere e i mandati che le accompagnano non hanno mai riguardato il controllo di un virus. Hanno sempre riguardato il controllo delle persone.

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia