Il periodo 2020-2022 sarà ricordato come la Grande Follia del Covid

 

Il periodo 2020-2022 sarà ricordato come la Grande Follia del Covid

Da John Ellwood conservativewoman


La storia è stata testimone di molti periodi di isteria di massa, tra cui piaghe, processi alle streghe, invasioni aliene e apparizioni di fantasmi, per non parlare dell'epidemia di Seattle Windscreen Pitting. Tuttavia, è probabile che l'isteria a cui si è assistito durante la Grande Follia di Covid abbia superato tutto ciò che era avvenuto prima o dopo.


I deliri includono:


La convinzione che il servizio sanitario nazionale del Regno Unito fosse "l'invidia del mondo".


La convinzione che la propaganda della BBC, dei media controllati dallo stato e del partito comunista cinese fosse vera.


La convinzione che un ricco venditore di software fosse un filantropo e anche un esperto di vaccini e trasmissione di virus.


Le decisioni dei manager dei cosiddetti 'Health Trusts' di rimandare i pazienti ospedalieri con il virus alle case di cura per infettare altri anziani vulnerabili che non avevano il virus.


L'insaziabile desiderio di accumulare carta igienica.


Il divieto di vendita di articoli "non essenziali" come le scarpe, e la chiusura dei piccoli rivenditori.


L'introduzione di "passaporti sanitari" inutili e discriminatori.


L'affidamento sull'accuratezza dei test PCR e LF screditati.


Tutto ciò che è associato al Test and Trace.


La quarantena per i viaggiatori internazionali sani.


La fede persistente nelle statistiche screditate dell'Imperial College di Londra e della Sage.


Il credere nelle bugie provate dei politici e della maggior parte dei giornalisti.


La convinzione che uno straccio sporco messo sulla bocca e sul naso fosse salutare e potesse fermare l'inalazione di un virus microscopico.


La convinzione che un pezzo di plastica tra i tavoli di un caffè potesse fermare la trasmissione di un virus.


La convinzione che una persona seduta non trasmettesse un virus, mentre una persona in piedi sì.


La convinzione che una persona sana fosse una minaccia e potesse trasmettere un virus.


La convinzione che l'influenza fosse scomparsa e che il raffreddore fosse qualcosa da temere.


Il divieto di esercizi salutari come gli sport di squadra, il golf, il nuoto e le corse nei parchi.


Picnic e bagni di sole visti come pericolosi per la salute.


Panchine e parchi giochi considerati come vettori di malattie.


Il rifiuto di distribuire medicine antivirali efficaci.


L'isolamento delle persone sole, malate e vulnerabili.


La chiusura delle chiese.


La convinzione che gli operatori sanitari non vaccinati rappresentassero un rischio maggiore per i pazienti rispetto a quelli che avevano accettato la terapia genetica sperimentale.


La rovina dell'educazione e delle possibilità di vita di giovani che non erano in pericolo per il virus.


La convinzione che fosse sicuro per sei persone incontrarsi ma non per sette o più.


La convinzione che l'iniezione indiscriminata di una terapia genica sperimentale non testata fosse sensata.


La convinzione che mescolare e abbinare le terapie geniche non provate fosse sensato.


La convinzione che le successive iniezioni della terapia genica sperimentale (che dopo due iniezioni non aveva fermato l'infezione o la trasmissione) avrebbero impedito l'infezione e la trasmissione delle mutazioni del virus.


Il rifiuto di riconoscere o indagare le lesioni e le morti causate dalle terapie geniche sperimentali.


Il rifiuto del concetto di immunità acquisita naturalmente.


Il sacrificio volontario della salute dei bambini e dei giovani sull'altare della "sicurezza comunitaria".


La creazione di un debito nazionale insostenibile.


Nota a piè di pagina:

La storia registra che la tirannia è durata molto più a lungo del virus. Molti di coloro che hanno partecipato all'isteria credevano anche che il minuscolo aumento di CO2 atmosferico causato dalle attività umane avrebbe causato un cambiamento climatico catastrofico. 

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia