Il crollo del sistema alimentare globale: fame e morte massiccia in tutto il mondo è ora imminente

 


Sam Parker di Behind the News ha  pubblicato un eccellente commento sull'imminente e intenzionale crollo del Sistema Alimentare Globale.


Un anno fa ha pubblicato il miglior resoconto storico delle principali famiglie del Cartello alimentare globale che controlla i sistemi finanziari mondiali.


Oggi aggiorna queste informazioni per spiegare eventi mondiali come la guerra in Ucraina con informazioni che probabilmente non leggerete altrove.

In breve, Sam Parker crede che gli imperi Rockefeller e Rothschild stiano per crollare e stiano accelerando la propria distruzione con le loro attuali azioni e politiche, in particolare in Ucraina.


Se in questo momento non hai la capacità di divorziare dalla propaganda dei media corporativi occidentali, la tua vita è in grave pericolo, perché probabilmente non hai idea di ciò che sta per accadere.

Lui scrive:

“Il triangolo strategico” – India, Cina, Russia – queste nazioni insieme hanno il 38% della popolazione mondiale, producono il 42% del suo grano e il 66% del suo acciaio.

Il punto è che queste nazioni stanno PRODUCENDO beni, che molte nazioni occidentali hanno esternalizzato, a loro detrimento. Inoltre, la natura ha dotato la Russia di un'abbondanza di risorse naturali in petrolio, gas, oro, argento, platino, minerale di ferro, carbone, diamanti, legname, acqua dolce, milioni di terreni agricoli e molto altro ancora.

Le materie prime russe sono richieste. Banderli dai mercati globali significa uccidere le economie occidentali. Quello che il Covid non ha ottenuto per la famiglia Rockefeller, lo faranno le sanzioni sulle merci russe. Questa è la loro speranza. Buona fortuna.

La parte divertente di questo è che le due famiglie hanno chiuso l'economia mondiale per due anni, nella speranza di accelerare i loro piani per radunare l'umanità in un campo di prigionia elettronico, rubare i loro soldi e inaugurare un nuovo stato schiavista globale.

L'audace mossa di Putin in Ucraina ha stravolto i loro piani e minaccia anche la sopravvivenza stessa degli imperi.

La ragione sembra averli abbandonati. Le sanzioni in corso e la guerra finanziaria contro Russia, Cina e Iran hanno avuto un effetto contraccolpo sull'Occidente. La Russia sta diventando più forte di settimana in settimana e l'Occidente sta diventando più debole di settimana in settimana.

Potrebbe raggiungere un punto critico e diventare nucleare.


La tempesta perfetta in cibo ed energia

di Sam Parker
Dietro la rete di notizie

La TEMPESTA PERFETTA che deve affrontare l'umanità: il confronto militare ed economico delle potenze nucleari, il collasso iperinflazionistico del sistema finanziario basato sul dollaro, una pandemia e una carestia continua e un declino culturale verso una nuova era oscura.


Quindi, il mercato azionario è salito alle stelle negli ultimi giorni. Dicono questo, la carestia mondiale; la crisi mondiale è una manna per Wall Street. I titoli delle compagnie petrolifere stanno salendo, i titoli militari e industriali. Questa è la grande presa di potere dell'America, e si rende conto che può creare/trarre vantaggio da una crisi e raccontare al Sud del mondo o ai paesi poveri (o ZONA B) i tuoi soldi o la tua vita. Questo è il modo in cui la maggior parte delle grandi acquisizioni e conquiste di proprietà sono state fatte nel corso della storia.


Questo per dire al resto del mondo, sai, ti abbiamo completamente, ma non hai scelta, i tuoi soldi o la tua vita. “Se ci obbedisci, possiamo darti da mangiare”. Ti abbiamo intrappolato. E l'Impero Rockefeller sta sfruttando ogni possibile vantaggio da questo caos sui mercati globali, non solo per realizzare enormi profitti sui mercati azionari, ma attraverso l'intero spettro delle loro varie società industriali della difesa, alimentari, energetiche, minerarie ed energetiche. Mentre tutto questo sta succedendo, stanno costantemente spingendo il piano di gioco "ICE NINE", introducendo un sistema di valuta digitale.


La cima della piramide

BlackRock- una società all'interno del gruppo Rockefeller vuole usare la guerra in Ucraina per inaugurare la valuta digitale. Il CEO di BlackRock, Larry Fink, pensa che la guerra in Ucraina e gli eventi che la circondano potrebbero essere usati per accelerare l'adozione della moneta digitale controllata dalle banche centrali. Insieme ad altre due società del gruppo Rockefeller, Vanguard e State Street, Blackrock è considerato uno dei "Big Three" gestori di fondi indicizzati che dominano le aziende americane e, in definitiva, il mondo.


A novembre 2020, i "Tre Grandi" gestivano 15 trilioni di dollari in asset combinati, equivalenti a oltre tre quarti delle dimensioni dell'economia statunitense e, insieme, erano il principale proprietario dell'88% delle società dell'S&P 500. A gennaio 2021, i "Tre Grandi" avevano quasi 18 trilioni di dollari di asset in gestione. Solo DUE aziende, Vanguard e BlackRock, controllano il pianeta mentre l'1% più ricco del mondo possiede l'82% della ricchezza mondiale.


Ora, in una lettera agli azionisti inviata giovedì 24 marzo, Larry Fink ha scritto che l'adozione della moneta digitale controllata dalle banche centrali potrebbe rivelarsi uno degli esiti della guerra che attualmente sono in gran parte sotto il radar. Con l'inizio della guerra, gli Stati Uniti e i loro alleati hanno aggiunto la banca centrale russa al loro elenco di entità oggetto di sanzioni, il che ha determinato un aumento delle transazioni sugli scambi centralizzati di Bitcoin sia in Russia che in Ucraina e in entrambe le loro valute.


L'incombente carenza di diesel

La realtà è che sono le sanzioni occidentali ad essere responsabili dell'attuale crisi inflazionistica globale. Ciò che molti trascurano è il fatto che stanno avendo un impatto sempre maggiore sulle economie occidentali, in particolare UE e USA. Uno sguardo più da vicino allo stato della fornitura globale di carburante diesel è allarmante.

Ma i pianificatori di sanzioni occidentali presso il Tesoro degli Stati Uniti e l'UE sanno perfettamente cosa stanno facendo. E fa male all'economia mondiale.


Mentre la maggior parte di noi raramente pensa al carburante diesel come a qualcosa di diverso da un inquinante, in realtà è essenziale per l'intera economia mondiale in un modo in cui lo sono poche fonti di energia, esiste un chiaro legame tra diesel e PIL, perché quasi tutto ciò che va in e da una fabbrica esce a diesel.

Quasi il primo giorno delle azioni delle truppe russe in Ucraina, due delle più grandi compagnie petrolifere del mondo, BP e Shell, entrambe britanniche, hanno interrotto le consegne di carburante diesel alla Germania, sostenendo il timore di una carenza di approvvigionamento. La Russia ha fornito dal 60 al 70% circa di tutto il diesel dell'UE prima della guerra in Ucraina.


Nel 2020 la Russia è stata il secondo esportatore mondiale di carburante diesel dietro gli Stati Uniti, con una spedizione di oltre 1 milione di barili al giorno. La maggior parte, circa il 70%, è andata all'UE e alla Turchia. La Francia è stato il principale importatore, seguito da Germania e Regno Unito. In Occidente, circa il 76% di tutti i veicoli stradali (auto, camion) utilizza il diesel.

All'inizio della crisi ucraina, le scorte globali di carburante diesel erano già le più basse dal 2008 poiché i blocchi del covid avevano danneggiato gravemente la situazione della domanda e dell'offerta di produzione di petrolio e gas. Ora il terreno è pronto per una crisi senza precedenti del diesel. Le conseguenze saranno sbalorditive per l'economia mondiale.


A causa della loro maggiore efficienza e della maggiore percorrenza per gallone, il diesel alimenta quasi tutti i motori dei camion merci. Alimenta la maggior parte delle attrezzature agricole, dai trattori alle macchine da raccolta.

È ampiamente utilizzato nell'UE, quasi il 50% per il carburante per auto poiché è molto più efficiente in termini di consumo di carburante rispetto ai motori a benzina. È utilizzato nella maggior parte di tutte le macchine da miniera pesanti come le macchine movimento terra Caterpillar. Viene utilizzato nelle macchine edili.

I motori diesel hanno sostituito i motori a vapore su tutte le ferrovie non elettrificate del mondo, in particolare sui treni merci. Il diesel è utilizzato in alcune produzioni di energia elettrica e nella maggior parte dei veicoli militari pesanti.


Una carenza globale di carburante diesel, temporanea oa lungo termine, è quindi un evento catastrofico. Le merci non possono essere spostate dai porti container alle destinazioni interne.

Senza carburante diesel i camion non possono consegnare cibo al supermercato, o qualsiasi altra cosa del genere. L'intera filiera è congelata. E non c'è possibilità di sostituire la benzina in un motore diesel senza rovinare il motore. Tra gennaio 2021 e gennaio 2022 i prezzi del carburante diesel nell'UE erano quasi raddoppiati, e questo prima delle sanzioni ucraine.

C'erano diverse ragioni, ma la principale era l'impennata del prezzo del petrolio greggio e le interruzioni dell'offerta a causa del blocco globale del covid e della successiva ripresa dei flussi commerciali mondiali.

Per aumentare il problema, all'inizio di marzo il governo centrale cinese ha imposto il divieto di esportazione di carburante diesel, per “garantire la sicurezza energetica” tra le sanzioni occidentali alla Russia.


La situazione negli USA non è migliore. Ciò che significherà la crisi globale del carburante diesel in corso, salvo una grande inversione di tendenza, è un impatto drammatico su tutte le forme di trasporto su camion e auto, agricoltura, estrazione mineraria e simili. Significherà una catastrofe per un'economia mondiale già in crisi. La vera economia globale interconnessa industriale non è come un gioco di giocattoli lego. È molto complesso e finemente sintonizzato. Quella messa a punto viene sistematicamente distrutta e tutte le prove sono che è deliberata.

Benvenuti nell'agenda eugenetica di Rockefeller Great Reset.


Il sistema alimentare globale sta per crollare?

L'obiettivo centrale della Banca Mondiale (un'entità Rockefeller) è impedire ad altri paesi di coltivare il proprio cibo. Questa è la direttiva principale ed è parte dell'angolo in cui li hanno dipinti che creerà una tale carestia mondiale quest'estate.

Ebbene, come hanno detto il presidente Putin e Lavrov, i combattimenti in Ucraina non sono affatto finiti in Ucraina. È una lotta su quale forma assumerà il mondo e se il mondo sarà unipolare o, come appare ora, multipolare. Quindi, la guerra americana in Ucraina è davvero una guerra contro la Germania. La Russia non è il nemico. La Germania e l'Europa sono il nemico e gli Stati Uniti lo hanno chiarito.

Questa è una guerra per bloccare i nostri alleati in modo che non possano commerciare con la Russia. Non possono comprare petrolio russo. Devono dipendere dal petrolio americano per il quale dovranno pagare tre o quattro volte tanto. Dovranno dipendere dal gas naturale liquefatto americano per i fertilizzanti. Se non comprano il gas americano per i fertilizzanti, e noi non gli permettiamo di comprare dalla Russia, allora non possono mettere fertilizzanti sulla terra e la resa del raccolto diminuirà di circa il 50% senza fertilizzanti.

E così, l'effetto di questa guerra è stato quello di bloccare i paesi della NATO nella dipendenza dagli Stati Uniti perché la grande paura degli Stati Uniti negli ultimi anni è che mentre l'America si sta deindustriando, questi paesi guardino alla parte del mondo che sta crescendo, Cina, Asia centrale, Russia, Asia meridionale.

E gli Stati Uniti temevano di perdere il controllo dei propri satelliti principalmente nella NATO, ma anche in Sud America. Quindi, ha sanzionato e bloccato la loro capacità di acquistare energia non statunitense. Stanno bloccando la loro capacità di acquistare cibo non statunitense, bloccando la loro capacità di investire o utilizzare il loro surplus per prosperare investendo in Cina, Russia o Eurasia.

Quindi, questa è fondamentalmente una guerra dell'America per bloccare i suoi alleati. Le società di fertilizzanti in Germania hanno già chiuso perché dicono che senza il gas russo produciamo il nostro fertilizzante dal gas e se non riusciamo a ottenere il gas russo, non possiamo produrlo. Quindi, i prezzi mondiali dei fertilizzanti stanno aumentando.

La Russia è il più grande esportatore di grano. E ora che le esportazioni di grano sono bloccate dalle sanzioni, la domanda è: cosa faranno il Nord Africa e il Vicino Oriente che dipendono in larga misura dalle esportazioni di grano russe? I loro prezzi del cibo aumenteranno. Dal momento che le contro-sanzioni della Russia hanno tagliato i fertilizzanti a gran parte del mondo, è importante notare che ci sarà probabilmente una crisi alimentare ovunque.

Peggio ancora, il gas naturale è necessario nel processo di produzione per la maggior parte dei prodotti a base di azoto/fertilizzanti … quindi il recente aumento dei prezzi europei del NatGas a livelli record non farà che aggravare il costo dei fertilizzanti da qualsiasi arresto dalla Russia "E con i prezzi del grano già del tutto- picchi di tempo, l'inferno sta per scatenarsi non solo tra i produttori di cibo, ma presto nel tuo negozio di alimentari locale una volta che i consumatori si rendono conto che i prezzi del cibo stanno per raddoppiare, triplicare e di più.

Questa è una situazione seria, per non dire altro. Molte persone, se non la maggior parte, non riconoscono come la globalizzazione di tutto abbia creato interdipendenza in cui se un pezzo cade fuori posto, l'intera cosa crolla.

Una manciata di paesi dell'Europa orientale, insieme alla Russia, fornisce gran parte del grano, dell'energia e dei fertilizzanti di cui il resto del mondo ha bisogno per sopravvivere. E quest'ultimo “ballo” in Ucraina sta essenzialmente staccando la spina dalla catena di approvvigionamento di tutte queste cose.

Due anni di peste, poi guerra, con la carestia dietro l'angolo, la peste è il COVID-19 e la guerra e la carestia sono ciò che stiamo affrontando ora con la debacle Russia-Ucraina- – – È come se stessero seguendo una specie di copione . Tali mosse straordinarie dell'Impero Rockefeller mostrano la disperazione di David Jnr e dei suoi alleati.

La loro disperazione è nata dal fatto che l'America è in declino terminale. Per mantenere il potere globale, questi governanti pazzi di potere faranno qualsiasi cosa. Nelle loro menti, questo è il pensiero che li colpisce ogni notte e ogni mattina: “Preferirò distruggere il mondo, piuttosto che perdere il mio impero”. E questo pensiero di David Jnr e dei Rothschild è ciò a cui stiamo assistendo a livello globale nei campi del cibo e dell'energia, entrambi su cui la famiglia si è concentrata nel secolo scorso.

Sabotaggio diretto

Comincia a sembrare che le due famiglie stiano deliberatamente prendendo provvedimenti per garantire un'imminente crisi alimentare globale. Ogni misura adottata dagli strateghi dell'amministrazione Biden per "controllare l'inflazione energetica" sta danneggiando l'offerta o gonfiando il prezzo del gas naturale, del petrolio e del carbone per l'economia globale.

Ciò sta avendo un enorme impatto sui prezzi dei fertilizzanti e sulla produzione alimentare. Questo è iniziato ben prima dell'Ucraina. Ora circolano notizie secondo cui la gente di Biden è intervenuta per bloccare il trasporto merci su rotaia di fertilizzante nel momento più critico per la semina primaverile. Entro questo autunno gli effetti saranno esplosivi.

Con il momento cruciale per la semina primaverile negli Stati Uniti nella sua fase critica, CF Industries di Deerfield, Illinois, il più grande fornitore statunitense di fertilizzanti azotati e di un additivo vitale per motori diesel, ha emesso un comunicato stampa in cui afferma che "venerdì 8 aprile, 2022, Union Pacific ha informato CF Industries senza preavviso che stava obbligando alcuni caricatori a ridurre il volume delle auto private sulla sua ferrovia con effetto immediato.


Union Pacific è una delle sole quattro grandi compagnie ferroviarie che insieme trasportano circa l'80% di tutto il trasporto merci su rotaia agricolo degli Stati Uniti. Il CEO della società CF, Tony Will, ha dichiarato: “I tempi di questa azione da parte della Union Pacific non potrebbero arrivare in un momento peggiore per gli agricoltori.

Non solo il fertilizzante sarà ritardato da queste restrizioni di spedizione, ma il fertilizzante aggiuntivo necessario per completare le applicazioni primaverili potrebbe non essere affatto in grado di raggiungere gli agricoltori. Mettendo questa restrizione arbitraria solo su una manciata di caricatori, Union Pacific sta mettendo a repentaglio i raccolti degli agricoltori e aumentando il costo del cibo per i consumatori".

CF Industries ha osservato che si trattava di una delle sole trenta società soggette alla misura severa, che è a tempo indeterminato. Spediscono tramite le linee ferroviarie della Union Pacific per servire stati chiave dell'azienda agricola tra cui Iowa, Illinois, Kansas, Nebraska, Texas e California. Il divieto riguarderà i fertilizzanti azotati come l'urea e il nitrato di ammonio urea (UAN), nonché il fluido di scarico diesel, DEF (chiamato AdBlue in Europa).


DEF è un prodotto per il controllo delle emissioni richiesto oggi per i camion diesel. Senza di essa i motori non possono funzionare. È fatto di urea. CF Industries è il più grande produttore di urea, UAN e DEF in Nord America e il suo Donaldsonville Complex è il più grande impianto di produzione di prodotti in Nord America.

Solo che i prezzi alle stelle per cibo, energia e altre materie prime non sono il risultato delle azioni russe, ma delle decisioni di Washington Green Energy di eliminare gradualmente petrolio e gas. Anche l'inflazione dei prezzi dell'energia sta per aumentare notevolmente nei prossimi mesi a causa delle sanzioni economiche degli Stati Uniti e dell'UE sull'esportazione di petrolio russo e probabile gas.


Tuttavia, il punto centrale è che ogni acro di terreno agricolo statunitense dedicato alla coltivazione del mais per i biocarburanti rimuove quella produzione alimentare dalla catena alimentare, per bruciarla come combustibile. Dall'approvazione del Renewable Fuel Standards Act degli Stati Uniti del 2007, che ha imposto obiettivi annuali crescenti per la produzione di mais per miscele di combustibili a base di etanolo, i biocarburanti hanno catturato una parte enorme della superficie totale di mais, oltre il 40% nel 2015. Questo cambiamento, imposto dalla legge, bruciare il mais come combustibile aveva aggiunto un'importante inflazione dei prezzi del cibo ben prima dell'inizio della crisi dell'inflazione covid.


Gli Stati Uniti sono di gran lunga il più grande produttore ed esportatore di mais al mondo. Ora imporre un aumento significativo dell'etanolo da mais per il carburante in un momento di prezzi astronomici dei fertilizzanti e, secondo quanto riferito, il trasporto ferroviario di fertilizzanti viene bloccato dagli ordini della Casa Bianca, farà salire i prezzi del mais alle stelle. Washington lo sa molto bene. È deliberato.


A livello globale, la situazione è drammaticamente aggravata dalle richieste dell'USDA agli allevatori di polli di uccidere milioni di polli, presumibilmente per segni di infezione da influenza aviaria. Il "virus" dell'influenza aviaria H5N1 è stato smascherato nel 2015 come una bufala completa. I test utilizzati dagli ispettori del governo degli Stati Uniti per determinare l'influenza aviaria ora sono gli stessi test PCR inaffidabili utilizzati per COVID negli esseri umani. Il test è inutile per questo. Almeno 23 milioni di polli e tacchini sono stati abbattuti solo negli Stati Uniti, altre decine di milioni in tutto il mondo.


Il risultato è un forte aumento dei prezzi delle uova di circa il 300% da novembre e una grave perdita di fonti proteiche di pollo per i consumatori americani in un momento in cui l'inflazione complessiva del costo della vita è ai massimi di 40 anni.

A peggiorare le cose, la California e l'Oregon stanno nuovamente dichiarando l'emergenza idrica in mezzo a una siccità pluriennale e stanno riducendo drasticamente l'acqua di irrigazione agli agricoltori della California, che producono la maggior parte della frutta e verdura fresca degli Stati Uniti.

Da allora quella siccità si è diffusa a coprire la maggior parte dei terreni agricoli a ovest del fiume Mississippi, il che significa gran parte dei terreni agricoli degli Stati Uniti. La sicurezza alimentare degli Stati Uniti è minacciata come mai prima d'ora e Washington sta facendo di tutto per peggiorare l'impatto per i suoi cittadini.


Per quale scopo?   Ridurre la disponibilità di cibo e rendere più facile per l'Impero chiudere la trappola di mettere l'umanità in un campo di prigionia elettronico.

Per quale scopo?   Una volta che una persona è dotata di dati biometrici e di un passaporto digitale, quella persona passa da persona libera a schiava. Il prossimo passo è "congelare" o "rubare" i loro soldi.

Per quale scopo?  Per salvare il settore bancario dal fallimento. Ecco cosa ha dato il via alla bufala del Covid. E il popolo divenne pecora.


Nei recenti commenti il ​​presidente degli Stati Uniti Biden ha osservato senza approfondire che la carenza di cibo negli Stati Uniti "sarà reale". La sua amministrazione è anche sorda alle suppliche delle organizzazioni di agricoltori di consentire la coltivazione di circa 4 milioni di acri di terreno agricolo ordinato che sia stato escluso dalla coltivazione per “motivi ambientali.


Tuttavia questa non è l'unica parte del mondo in cui si sta sviluppando la crisi alimentare.


Disastro globale

Queste azioni deliberate di Washington si stanno verificando in un momento in cui una serie globale di disastri alimentari crea la peggiore situazione di approvvigionamento alimentare degli ultimi decenni, forse dalla fine della seconda guerra mondiale.

La Russia è il più grande esportatore di grano. E ora che le esportazioni di grano sono bloccate dalle sanzioni, la domanda è: cosa faranno il Nord Africa e il Vicino Oriente che dipendono in larga misura dalle esportazioni di grano russe? I loro prezzi del cibo aumenteranno.

Nell'UE, che dipende in modo significativo da Russia, Bielorussia e Ucraina per i cereali da foraggio, i fertilizzanti e l'energia, le sanzioni stanno peggiorando drammaticamente la carenza di cibo indotta dal covid. L'UE usa la sua sciocca Agenda Verde come scusa per vietare al governo italiano di ignorare le regole dell'UE che limitano gli aiuti di Stato agli agricoltori.


In Germania, il nuovo ministro dell'Agricoltura del Partito dei Verdi Cem Özdemir, che vuole eliminare gradualmente l'agricoltura tradizionale presumibilmente per le sue emissioni di "gas serra", ha dato una risposta fredda agli agricoltori che vogliono coltivare più cibo. L'UE deve affrontare molte delle stesse disastrose minacce alla sicurezza alimentare degli Stati Uniti e una dipendenza ancora maggiore dall'energia russa che sta per essere sanzionata in modo suicida dall'UE.

Le società di fertilizzanti in Germania hanno già chiuso perché dicono che senza il gas russo produciamo il nostro fertilizzante dal gas e se non riusciamo a ottenere il gas russo, non possiamo produrlo. Quindi, i prezzi mondiali dei fertilizzanti stanno aumentando.


I principali paesi produttori di cibo del Sud America, in particolare Argentina e Paraguay, sono nel mezzo di una grave siccità attribuita a un'anomalia periodica di La Niña Pacific che ha paralizzato i raccolti. Le sanzioni sui fertilizzanti della Bielorussia e della Russia stanno minacciando i raccolti del Brasile, aggravate dalle strozzature nel trasporto marittimo.

La Cina ha appena annunciato che, a causa delle forti piogge nel 2021, il raccolto di grano invernale di quest'anno potrebbe essere il peggiore della sua storia. Il PCC ha anche istituito misure severe per convincere gli agricoltori ad espandere la coltivazione a terreni non agricoli con scarsi effetti segnalati. Secondo un rapporto dell'osservatore cinese Erik Mertz, "Nelle province cinesi di Jilin, Heilongjiang e Liaoning, i funzionari hanno riferito che un agricoltore su tre non dispone di sufficienti forniture di semi e fertilizzanti per iniziare a piantare per la finestra primaverile ottimale... Secondo fonti all'interno di queste aree, sono bloccati in attesa di semi e fertilizzanti che sono stati importati in Cina dall'estero e che sono bloccati nelle navi mercantili al largo della costa di Shanghai".


Shanghai, il porto per container più grande del mondo, è stato sottoposto a una bizzarra quarantena totale "Zero Covid" per più di quattro settimane senza fine. In un tentativo disperato da parte del PCC di "ordinare" una maggiore produzione alimentare, i funzionari locali del PC in tutta la Cina hanno iniziato a trasformare i campi da basket e persino le strade in terreni coltivati. La situazione alimentare in Cina sta costringendo il paese a importare molto di più in un momento di carenza globale, facendo salire ulteriormente i prezzi mondiali di grano e cibo.

L'Africa è anche gravemente colpita dalle sanzioni imposte dagli Stati Uniti e dalle esportazioni di cibo e fertilizzanti che hanno posto fine alla guerra dalla Russia e dall'Ucraina. Trentacinque paesi africani ottengono cibo da Russia e Ucraina. Ventidue paesi africani importano fertilizzanti da lì. Le alternative sono gravemente carenti poiché i prezzi salgono e l'offerta crolla. La carestia è prevista.

David M. Beasley, direttore esecutivo del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite, ha dichiarato di recente sulle prospettive alimentari globali: "Non ci sono precedenti nemmeno vicini a questo dalla seconda guerra mondiale".


In particolare, è stato il Dipartimento del Tesoro di Biden a stilare un elenco delle sanzioni economiche più complete contro Russia e Bielorussia, facendo pressioni su un'UE conforme perché seguisse diligentemente sanzioni il cui impatto sulla fornitura e sui prezzi globali di grano e fertilizzanti e di energia era del tutto prevedibile. Era in effetti una sanzione per gli Stati Uniti e l'economia globale.

Questi sono solo gli ultimi esempi di sabotaggio deliberato della catena alimentare da parte del governo statunitense nell'ambito dell'agenda Biden Green, di Davos WEF, Bill Gates e della Fondazione Rockefeller, come parte del loro programma distopico eugenetico Great Reset. L'agricoltura tradizionale deve essere sostituita da una dieta sintetica coltivata in laboratorio a base di carni finte e proteine ​​di cavallette e vermi, in tutto il mondo, il tutto per la presunta gloria di controllare il clima globale.

Questo è davvero pazzo.


DIVERSI impianti di trasformazione e distribuzione alimentare di grandi dimensioni sono recentemente esplosi o bruciati

Poiché l'incertezza alimentare permane all'orizzonte grazie alle sanzioni statunitensi e alla decimazione dell'economia da parte del governo negli ultimi due anni, c'è un altro fattore che contribuisce al problema. Dall'inizio dell'anno, negli Stati Uniti sono esplose o rase al suolo diverse grandi strutture per la lavorazione degli alimenti.

Questo mese, un impianto di lavorazione di frutta e noci nel Darfur, in Oregon, è stato avvolto dalle fiamme per ragioni sconosciute. Il distributore indipendente di alimenti naturali, biologici e non OGM che impiega circa 150 persone, è stato raso al suolo.

Una settimana prima di quell'incendio in Oregon, un enorme incendio fece crollare un impianto di lavorazione della carne a Conway, nel New Hampshire. Dopo aver bruciato per 16 ore, più squadre di vigili del fuoco hanno finalmente spento l'incendio a East Conway Beef and Pork ma la struttura è completamente distrutta.


Quella stessa settimana, a Salinas, in California, un enorme incendio al Taylor Farms Processing Facility ha portato all'evacuazione dei residenti poiché ha bruciato per oltre 17 ore. Taylor Farms è un'importante azienda agricola che elabora e fornisce molti dei kit di insalata visti nei negozi di alimentari. La causa di questo incendio è attualmente oggetto di indagine.

Il fatto è che dall'anno scorso più di una dozzina di questi incendi ed esplosioni si sono verificati nei centri di trasformazione e distribuzione degli alimenti. Tuttavia, la causa principale di questi incendi è un incendio doloso.


Inoltre, gli incendi negli impianti di lavorazione degli alimenti non sono così comuni e si verificano molto meno spesso. Affermare che tutti questi incidenti siano correlati sarebbe pura speculazione.

Ma data l'attuale situazione della catena di approvvigionamento e l'incombente carenza di cibo, l'idea stessa di infrastrutture critiche che rase al suolo per qualsiasi motivo, è a dir poco inquietante.

Allora chi vince? La risposta breve è: il nuovo sistema economico e finanziario di Bretton Woods III guidato dalla Russia, inclusa la Cina e i BRICS.


Allora chi perde? Ancora una volta, la risposta breve sembra essere le economie occidentali e i loro sistemi finanziari in generale, in particolare l'Europa.

Fin dalle sue fasi di pianificazione, gli strateghi diplomatici statunitensi hanno visto l'incombente terza guerra mondiale come una guerra dei sistemi economici. Da che parte sceglieranno i paesi: il proprio interesse economico e la coesione sociale, o la sottomissione ai leader politici locali insediati dagli Stati Uniti

Di fronte a tutta questa ingerenza politica e propaganda mediatica, quanto tempo impiegherà il resto del mondo a rendersi conto che è in corso una guerra globale, con la terza guerra mondiale all'orizzonte? Il vero problema è che quando il mondo capirà cosa sta succedendo, la frattura globale avrà già consentito a Russia, Cina ed Eurasia di creare un vero Nuovo Ordine Mondiale che non ha bisogno di paesi NATO e che ha perso fiducia e speranza per guadagni economici con loro. Il campo di battaglia militare sarà disseminato di cadaveri economici.

La Russia è il più grande esportatore di grano. E ora che le esportazioni di grano sono bloccate dalle sanzioni, la domanda è: cosa faranno il Nord Africa e il Medio Oriente che dipendono in larga misura dalle esportazioni di grano russe? I loro prezzi del cibo aumenteranno.

Il presidente di BlackRock Rob Kapito ha affermato, in Texas, "per la prima volta, questa generazione entrerà in un negozio e non sarà in grado di ottenere ciò che vuole"; gli agricoltori in Africa quest'anno non possono permettersi fertilizzanti, riducendo la produzione agricola di una quantità in grado di sfamare 100 milioni di persone.


Le guerre, storicamente, sono vinte da coloro che hanno più scorte di cibo ed energia, in passato per alimentare cavalli e soldati, oggi per nutrire soldati e carri armati e aerei da combattimento. La Cina, per inciso, ha accumulato grandi scorte di praticamente tutto. Le provocazioni della NATO sono così estreme che la Russia ha dovuto mettere i propri missili nucleari in stato di allerta. Questa è una questione gravemente seria. Ma gli Stati Uniti l'hanno ignorato.

Il presidente di BlackRock Rob Kapito ha affermato, in Texas, "per la prima volta, questa generazione entrerà in un negozio e non sarà in grado di ottenere ciò che vuole"; gli agricoltori in Africa quest'anno non possono permettersi fertilizzanti, riducendo la produzione agricola di una quantità in grado di sfamare 100 milioni di persone.

Le guerre, storicamente, sono vinte da coloro che hanno più scorte di cibo ed energia, in passato per alimentare cavalli e soldati, oggi per nutrire soldati e carri armati e aerei da combattimento. La Cina, per inciso, ha accumulato grandi scorte di praticamente tutto.


“Il triangolo strategico” – India, Cina, Russia – queste nazioni insieme hanno il 38% della popolazione mondiale, producono il 42% del suo grano e il 66% del suo acciaio. Il punto è che queste nazioni stanno PRODUCENDO beni, che molte nazioni occidentali hanno esternalizzato, a loro detrimento.

Inoltre, la natura ha dotato la Russia di un'abbondanza di risorse naturali in petrolio, gas, oro, argento, platino, minerale di ferro, carbone, diamanti, legname, acqua dolce, milioni di terreni agricoli e molto altro ancora. Le materie prime russe sono richieste. Banderli dai mercati globali significa uccidere le economie occidentali. Quello che il Covid non ha ottenuto per la famiglia Rockefeller, lo faranno le sanzioni sulle merci russe. Questa è la loro speranza. Buona fortuna.


C'è un vecchio detto nella mia famiglia, uomini d'affari tradizionali: – “se abbiamo beni, possiamo commerciare” vale anche il contrario – “nessun bene, non possiamo commerciare”. L'Occidente ora si trova in quella posizione.

La parte divertente di questo è che le due famiglie hanno chiuso l'economia mondiale per due anni, nella speranza di accelerare i loro piani per radunare l'umanità in un campo di prigionia elettronico, rubare i loro soldi e inaugurare un nuovo stato schiavista globale.


L'audace mossa di Putin in Ucraina ha stravolto i loro piani e minaccia anche la sopravvivenza stessa degli imperi. La ragione sembra averli abbandonati. Le sanzioni in corso e la guerra finanziaria contro Russia, Cina e Iran hanno avuto un effetto contraccolpo sull'Occidente.

La Russia sta diventando più forte di settimana in settimana e l'Occidente sta diventando più debole di settimana in settimana. Potrebbe raggiungere un punto critico e diventare nucleare.

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Link e materiale non pertinente sarà eliminato.

Nuova Vecchia