Rovine di Quilmes, luogo sacro dei Diaguita

Le rovine di Quilmes, in Argentina.
Le rovine di Quilmes, in Argentina.
L'Argentina è un vasto paese venerato per le sue numerose meraviglie naturali e per i suoi meravigliosi paesaggi. Meno noto, tuttavia, sono i suoi siti storici. Infatti, alcune delle più importanti rovine precolombiane, come il sito di Quilmes, si trovano in Argentina. Sono i resti di un importante insediamento urbano americano nativo che ha prosperato per centinaia di anni e offrono una visione unica di una società antica in questa parte dell'America Latina.

La storia delle Rovine di Quilmes

Le rovine sono nella valle di Calchaquí, un'area di montagne e semi-deserto nella provincia di Tucumán, nel nord-est dell'Argentina. Questa zona ha una notevole varietà di paesaggi ed è rinomata per la sua diversità geografica.

In questo paesaggio arido e sassoso, il popolo Quilmes, che apparteneva alla cultura Diaguita, ha creato una comunità sofisticata. Hanno costruito un sistema di irrigazione complesso che ha permesso loro di essere autosufficienti nell'ambiente difficile.

I Quilmes costruirono la città intorno al 700 d.C. e raggiunse il suo apice nel 9 ° secolo d.C. Non sappiamo più cosa gli abitanti originari chiamassero l'insediamento, ma ora prende il nome dal popolo di Quilmes estinto da tempo. I risultati indicano che i residenti erano tecnologicamente e socialmente avanzati. Secondo le scarse fonti disponibili sugli abitanti di Quilmes, sembra che fossero governati da cacicchi o capi.

Si ritiene che l'area intorno all'insediamento fosse ricca di minerali. Ciò ha portato ad un'invasione dell'area da parte dell'impero Inca. I Quilmes, tuttavia, erano coraggiosi guerrieri che usavano il paesaggio accidentato a loro vantaggio. Nonostante fossero in minoranza numerica, furono in grado di respingere l'esercito degli Inca nel 1480 circa.

Machu Picchu, costruito dagli Incas
Machu Picchu, costruito dagli Incas
Durante il sedicesimo secolo gli spagnoli si stabilirono nell'attuale Argentina. Al suo culmine, si ritiene che 5000 persone abitassero la loro città e che commerciassero estensivamente con altre società precolombiane nelle Ande. Hanno anche fatto diversi tentativi per conquistare i Quilmes nella valle di Calchaquí. Tuttavia, furono in grado di sfidare i conquistatori e le rovine odierne furono il loro principale baluardo.

Le malattie portate dagli spagnoli, così come il conflitto coerente, hanno portato a un calo della popolazione della città. Gli europei lanciarono un massiccio attacco a Quilmes e alla fine li conquistarono nel 1665. In totale c'erano solo 2000 sopravvissuti e furono inviati a una prenotazione a sud di Buenos Aires.

Resti dei muri di pietra a Quilmes
Resti dei muri di pietra a Quilmes
L'insediamento di Quilmes nella valle fu infine abbandonato dopo diverse centinaia di anni di occupazione. Durante la prenotazione, i Quilmes hanno sofferto molto e alla fine si sono estinti. Sono stati dichiarati estinti all'inizio del XIX secolo.

La città moderna di Quilmes, nella provincia di Buenos Aires, è stata costruita sul sito della riserva dopo la perdita della popolazione indigena. I pochi discendenti rimasti dei Diaguita considerano le rovine un luogo sacro.

Cosa offrono le rovine di Quilmes

Le rovine sono estese e coprono circa 30 ettari. L'area comprende un gran numero di gallerie ed edifici che sono stati costruiti sul lato di una montagna. Questa parte dell'insediamento è un tipico pukará, o fortezza collinare, che era comune in questa parte dell'Argentina e nel resto della regione andina prima dell'arrivo degli europei.

Le rovine costruite sul lato della montagna a Quilmes
Le rovine costruite sul lato della montagna a Quilmes
Altre aree delle rovine sono situate sulle pianure. L'insediamento copre una vasta area della montagna ei costruttori hanno eretto piattaforme di pietra a vari livelli. Su questi costruirono edifici spaziosi. Le rovine quasi a metà della montagna testimoniano le notevoli capacità ingegneristiche dei Quilmes.

Tutti gli edifici sono stati costruiti in pietra - un materiale abbondante nella regione arida. Gran parte degli insediamenti una volta era racchiusa da alte mura difensive, ma ora sono tumuli alti e caduti. Poiché la maggior parte di ciò che rimane delle rovine sono le mura, i piani delle case sono ancora visibili, ed è facile determinare il layout della griglia ben pianificato della colonia. L'insediamento di Quilmes aveva un certo numero di strade dritte e queste sono ancora visibili.

Visitando le Rovine di Quilmes

Ci sono mezzi pubblici per il sito sia da Cafayate che da Tucumán. Un biglietto d'ingresso da pagare, ma è anche possibile prenotare un tour del sito online. I tour in bicicletta per il sito sono un'opzione piacevole per coloro che amano l'esercizio fisico mentre si avventura. Scalare la montagna sopra le rovine, dove un tempo si trovavano i caciques, è un modo eccellente per vedere le rovine sottostanti e il museo ha molti reperti dall'insediamento originale in mostra.

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia