Il principe Filippo, alieni e un UFO precipitato

Il principe Filippo, alieni e un UFO precipitato


Sia all'interno che all'esterno del Regno Unito, la morte del Principe Filippo, il Duca di Edimburgo, all'età di 99 anni ha provocato numerose notizie in tutto il mondo. Questo mi porta ad una connessione UFO con il principe Filippo, in modo indiretto. Il 22 maggio 1955 fu la data in cui una giornalista americana di nome Dorothy Kilgallen (che, secondo alcuni, morì in circostanze discutibili) preparò una storia incredibile per i media statunitensi, e in particolare per l'International News Service (INS): "Oggi posso riferire di una storia che è positivamente inquietante, per non dire agghiacciante. Scienziati e aviatori britannici, dopo aver esaminato il relitto di una misteriosa nave volante, sono convinti che questi strani oggetti aerei non siano illusioni ottiche o invenzioni sovietiche, ma sono dischi volanti che hanno origine su un altro pianeta. La fonte delle mie informazioni è un funzionario britannico di livello ministeriale che preferisce rimanere non identificato".


L'informatore di Kilgallen - evidentemente, qualcuno di potente nel governo del Regno Unito - ha accettato di parlare con lei e rivelare ciò che sapeva. L'uomo non disse molto, ma fu comunque abbastanza per far girare la testa e aprire gli occhi. Le sue parole sono state le seguenti: "Crediamo, sulla base della nostra indagine finora, che i dischi volanti fossero manovrati da uomini piccoli - probabilmente sotto il metro e mezzo di altezza. È spaventoso, ma non si può negare che i dischi volanti vengano da un altro pianeta". Kilgallen non aveva finito: "Questo funzionario ha citato degli scienziati che dicono che una nave volante di questo tipo non può essere stata costruita sulla Terra. Il governo britannico, ho saputo, sta trattenendo un rapporto ufficiale sull'esame del 'disco volante' in questo momento, forse perché non vuole spaventare il pubblico. Quando io e mio marito siamo arrivati qui da una breve vacanza, non avevo alcun presentimento che mi sarei catapultata nella controversia sul fatto che i dischi volanti siano reali o immaginari".


Quindi, chi era l'informatore anonimo di Kilgallen? Per rispondere a questa domanda dobbiamo rivolgere le nostre attenzioni a Timothy Good, un investigatore e autore di UFO di lunga data e molto rispettato, e a un uomo chiamato Gordon Creighton che, per anni, è stato l'editore della rivista Flying Saucer Review. Good, che ha seguito la storia di Kilgallen, ha detto che la conversazione "si presume che sia avvenuta durante un cocktail party dato da Lord Mountbatten, ma non sono stato in grado di confermarlo con Mollie Travis, la segretaria privata di Mountbatten all'epoca". La teoria è che Mountbatten non fosse solo l'ospite della festa, ma che fosse anche l'uomo che aveva qualcosa di sensazionale da dire a Kilgallen sui dischi volanti. Quindi, chi era esattamente Mountbatten? Town & Country fornisce un background sul signore: "Pronipote della Regina Vittoria, era un lontano cugino della Regina e zio del Principe Filippo. La madre di Filippo, la principessa Alice di Battenberg, era la sorella di Luigi... Nell'agosto del 1979, Lord Mountbatten fu ucciso all'età di 79 anni in un attacco terroristico dell'esercito repubblicano irlandese". C'è un altro pezzo della storia da affrontare.


Decenni fa, il principe Filippo sviluppò per caso un profondo interesse per l'argomento UFO, come dice lo scrittore-ricercatore di UFO David Clarke. Il fatto che il principe abbia trascorso del tempo vivendo con i Mountbatten rende molto possibile - forse, addirittura, estremamente probabile - che Lord Mountbatten abbia confidato al principe Filippo ciò che lui, Mountbatten, sapeva sugli UFO e sulla vita aliena. Se Mountbatten era a suo agio a parlare con una giornalista di tutto questo - Dorothy Kilgallen - allora c'è una forte probabilità che avrebbe detto anche al principe ciò che sapeva. Per quanto riguarda Gordon Creighton, anche lui era una persona che si muoveva nei circoli alti. Quando morì nel 2003, il quotidiano britannico Times pubblicò un necrologio sull'uomo stesso. Un estratto di quello stesso necrologio rivela che:


"Il servizio governativo ha occupato la maggior parte della vita lavorativa di Gordon Creighton, ma forse ha lasciato il segno come autorità sugli oggetti volanti non identificati. La sua convinzione che gli extraterrestri stessero visitando la Terra sembrava stranamente in contrasto con i mondi più ortodossi della diplomazia e di Whitehall. La sua esperienza lo portò nella ricerca governativa sulle mappe in lingue orientali e in altre lingue con il Comitato Permanente sui Nomi Geografici, e trascorse otto anni come funzionario dell'intelligence sugli affari russi e cinesi presso il Ministero della Difesa. Si dice che nel posto di intelligence abbia lavorato direttamente sotto il dipartimento segreto di Whitehall dove il Ministero dell'Aria e la RAF studiavano informazioni sugli UFO".


E presto ci sarà molto di più su tutto questo.

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia