India: Ambasciatore della salute muore un giorno dopo aver fatto il vaccino Covid

Indria: Ambasciatore della salute muore un giorno dopo aver fatto il vaccino Covid


Un noto attore indiano e ambasciatore della salute dello stato è morto solo un giorno dopo essersi iniettato il il vaccino contro coronavirus (Covid-19), secondo i rapporti.


Vivekh, un attore e ambasciatore dello stato del Tamilnadu per i messaggi di salute pubblica, aveva spinto i suoi seguaci a prendere il vaccino, propagandandolo come "sicuro ed efficace". Poi si è fatto vaccinare lui stesso, solo per morire di arresto cardiaco meno di 24 ore dopo.


Il 59enne è stato detto di essere in condizioni critiche in un ospedale di Chennai dopo essere stato portato incosciente intorno alle 11 del giorno dopo la sua iniezione. Nella struttura, Vivekh è stato sottoposto a un angiogramma coronarico seguito da un'angioplastica.


Un bollettino medico ha spiegato che Vivekh era in supporto ECMO, che pompa e ossigena il sangue fuori dal corpo. La mattina dopo, intorno alle 4:35, Vivekh è morto.


Uno dei compiti principali di Vivekh era quello di convincere le persone nel suo stato a rispettare le linee guida governative sulla salute e sugli interventi medici. In questo caso, Vivekh aveva il compito di convincere le persone che vivono nella regione a farsi iniettare per "fermare la diffusione".



A Vivekh è stata fatta l'iniezione di Covaxin in India presso il Tamil Nadu Government Multi Super Specialty Hospital di Chennai. Ha detto agli altri di venire lì per farsi iniettare.


L'iniezione di Vivekh era pubblica. L'ha filmato durante un evento con i canali televisivi che hanno portato video e fotografie dell'iniezione nel suo braccio. Vivekh ha anche caricato il video della sua iniezione sul suo account Twitter.


Poiché Vivekh è morto rapidamente dopo l'iniezione, molti hanno cominciato a chiedersi se l'iniezione fosse da biasimare. Le autorità governative, tuttavia, insistono sul fatto che i due eventi sono completamente scollegati.


Secondo i funzionari, Vivekh ha sofferto di un misterioso attacco di sindrome coronarica acuta e shock cardiogeno. Ha sperimentato il blocco del 100% di un vaso sanguigno, anche se il governo dice che questo non ha nulla a che fare con l'iniezione.


GreatGameIndia ha indagato non solo sulla morte di Vivekh ma anche su molte altre morti nella zona per cause simili. Il legame comune tra tutti è che gli ormai deceduti erano stati precedentemente vaccinati con il Covaxin.



Bharat Biotech – che produce Covaxin – ha dichiarato che, in caso di «seri effetti avversi» riscontrati dai pazienti in seguito alla somministrazione del vaccino, la compagnia pagherà tutte le spese mediche del caso. La famiglia di Vivekh sarà risarcita per questo omicidio oppure anche loro come il governo diranno che il vaccino non ha influito e quindi era destinato a morire in quel momento comunque.


Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia