La misteriosa nave fantasma infuocata dello stretto di Northumberland

La misteriosa nave fantasma infuocata dello stretto di Northumberland


Le storie di misteriose navi fantasma sono state un punto fermo del mistero d'alto mare da tempo immemorabile. Un racconto locale molto persistente e noto di una nave fantasma proviene dallo stretto di Northumberland nel Golfo di San Lorenzo del Canada orientale. Lo stretto è definito dall'Isola del Principe Edoardo e dalle rive del golfo, e separa l'Isola del Principe Edoardo dalla Nuova Scozia e dal Nuovo Brunswick. Lo stretto di Northumberland è popolare tra i turisti nei mesi estivi, grazie alle sue spiagge sabbiose e alle temperature dell'acqua insolitamente calde in quel periodo, e diventa una terra desolata e gelata nei mesi invernali. La zona ha una lunga storia con molte leggende e folklore, ma una delle più popolari e pervasive è quella della sua famigerata nave fantasma in fiamme.


Quella che è diventata nota come la nave fantasma dello stretto di North Cumberland è stata presumibilmente avvistata nello stretto per secoli, di solito apparendo come una goletta a tre o quattro alberi con vele di un bianco puro, che si materializza dal nulla. Ci sono molto spesso membri dell'equipaggio fantasma e cani visti sui ponti, ma l'aspetto più sorprendente della nave fantasma è la sua tendenza a scoppiare improvvisamente e spettacolarmente in fiamme. A volte questa fiammata copre l'intera nave, mentre altre volte coinvolge solo le vele, e si dice che l'equipaggio spettrale non mostri alcuna reazione a questo stato di fuoco. La nave viene solitamente descritta come incredibilmente chiara e dall'aspetto realistico, al punto che può essere scambiata per una vera nave in fiamme, la sua identità spettrale viene tradita solo quando scompare nel nulla. La storica locale Cathy Gillies ha detto di questo:

La gente vedrà la sagoma di una goletta o di una nave a tre alberi. È in fiamme, ed è vivido. È così vivido che la gente ha descritto di aver visto uomini correre lungo i ponti. Ci sono registrazioni di persone che escono con le loro barche per cercare di salvare i marinai.


La misteriosa nave fantasma infuocata dello stretto di Northumberland


Un resoconto storico piuttosto noto di questo evento risale all'anno 1900, ed è stato scritto nel libro Folklore dell'Isola del Principe Edoardo, di Sterling Ramsay, leggendo:

Una sera tardi, verso il crepuscolo, una nave [fu] avvistata nel porto che sembrava essere in pericolo.... A una certa distanza nel canale c'era quello che sembrava essere un grande veliero a tre alberi in fiamme da prua a prua. Un gruppo di uomini salì su una piccola barca e remò verso la nave in fiamme, nella speranza di salvare il maggior numero possibile di membri dell'equipaggio. Mentre erano ancora a una certa distanza dall'imbarcazione, questa scomparve nella nebbia e sembrò svanire completamente.


In alcuni di questi racconti di persone che si avvicinano alla nave in fiamme, gli aspiranti soccorritori non si fanno più sentire, o tornano completamente pazzi. In effetti, la nave misteriosa ha raccolto molte leggende su di essa, come ad esempio che sia un presagio di tempeste e catastrofi in arrivo, o che appaia anche quando lo stretto è congelato, librandosi sopra il ghiaccio sottostante. Anche le leggende sulla provenienza effettiva della nave fantasma sono numerose. Una storia è che sia la forma spettrale di una nave chiamata Colbum, persa durante una tempesta nel 1838, o forse quella di un'altra nave chiamata Isabella, partita nel 1868 per il Sud America e scomparsa senza lasciare traccia. Si dice anche che sia una nave chiamata John Craig, naufragata al largo di Shippigan Island, un vascello pirata affondato vicino a Merigomish da una nave da guerra britannica durante la guerra napoleonica, un'imbarcazione da diporto che si dice sia stata incendiata dopo una rissa tra ubriachi, o una nave mercantile diretta a Quebec che fu presumibilmente colpita da un fulmine per bruciare fino ad affondare. 

La misteriosa nave fantasma infuocata dello stretto di Northumberland


Ci sono anche altre possibilità banali che sono state offerte. Una è che non sia altro che un tipo di miraggio chiamato Fata Morgana, causato da un'inversione termica che rifrange la luce per distorcere gli oggetti a distanza e farli apparire più vicini, spesso invertiti, luccicanti, con forme diverse, e spesso appaiono come se si librassero. Un'altra idea non paranormale è che sia causato da un fenomeno meteorologico chiamato Fuoco di Sant'Elmo, in cui le distorsioni elettriche nell'atmosfera provocano un alone luminoso sui bordi di alcuni oggetti. Altre teorie sono che sia il riflesso della luna sulla nebbia, disturbi elettrici atmosferici, gas infiammato da letti di carbone sottomarini, o anche organismi marini bioluminescenti. Tuttavia, queste spiegazioni non spiegano realmente come così tante persone, spesso centinaia alla volta, possano vedere la stessa cosa ed essere così convinte che si tratti di una nave in fiamme dall'aspetto molto reale che può apparire o scomparire in un batter d'occhio, rendendo difficile trovare un'origine scientifica. Lo storico Gillies ha detto:

Alcune persone pensano che ci potrebbe essere una spiegazione scientifica di ciò che sta accadendo là fuori. Ma ci sono state molte volte in cui la nave è stata avvistata da molte persone nella stessa notte. È stato registrato così tante volte che c'è qualcosa lì, ma nessuno ha una vera spiegazione.


Non si sa ancora cosa significhi questo fenomeno o quali siano le sue origini. Cos'è questa nave fantasma fiammeggiante che continua ad essere vista in questo luogo? È indicativo di una sorta di fenomeno paranormale o può essere spiegato in termini razionali? Qualunque sia il caso, queste storie circolano da centinaia di anni e non mostrano segni di scomparire. Per ora, la nave fantasma fiammeggiante è ancora in agguato in questo luogo, stimolando l'immaginazione e il dibattito.

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia