L'accusa di Ghislaine Maxwell rivela quasi 3 milioni di pagine di prove

 

L'accusa di Ghislaine Maxwell rivela quasi 3 milioni di pagine di prove

I procuratori di Ghislaine Maxwell hanno rivelato 2,7 milioni di pagine di prove ai suoi avvocati nel suo caso di traffico di Jeffrey Epstein.


La socialite britannica è in attesa di essere processata a luglio per le accuse di aver istruito ragazze minorenni per l'abuso da parte del finanziere di New York.


Maxwell, un'amica del principe Andrew, ha negato le accuse originali e si prevede che alla fine di questo mese si dichiarerà colpevole di un nuovo atto d'accusa che contiene le affermazioni di una quarta vittima.


I suoi avvocati si sono ripetutamente lamentati del fatto che lei non ha abbastanza tempo per lavorare al suo caso mentre è in prigione al Metropolitan Detention Center di Brooklyn.


Ora i procuratori hanno rivelato l'intera scala della montagna di prove nel caso, che si estende a un tiro di schioppo da tre milioni di pagine.


In una lettera del procuratore Audrey Strauss si legge: "Come la Corte sa, il governo ha prodotto all'imputato più di 2,7 milioni di pagine di scoperte secondo i vari obblighi di scoperta del governo".


La rivelazione è emersa mentre l'accusa si opponeva ad un mandato di comparizione presentato dagli avvocati di Maxwell a Boies Schiller Flexner (BSF), lo studio legale che rappresenta l'accusatrice del principe Andrea Virginia Giuffre e un certo numero di altre vittime di Epstein.


Il suo team vuole la divulgazione delle informazioni personali delle vittime, ma l'accusa si è opposta al processo legale che il team di difesa ha utilizzato.


Tra le lamentele, Strauss ha chiesto che qualsiasi prova rilasciata sia tenuta riservata per proteggere le vittime di Epstein.


La sua deposizione in tribunale recitava: "Come notato sopra, il mandato di comparizione del BSF sembra richiedere una quantità sostanziale di informazioni personali sensibili sulle vittime.


"Per esempio, secondo la lettera di BSF, il mandato di comparizione a BSF richiede la 'copia originale e completa' del diario di una vittima.


"Nella misura in cui l'imputato ha ottenuto o otterrà informazioni sensibili sulle vittime o sui testimoni, esse dovrebbero essere trattate come 'confidenziali' sotto l'ordine di protezione, come altre informazioni di questo tipo in questo caso".


L'avvocato di Maxwell si è lamentato a novembre che non le è stato dato abbastanza tempo per preparare il suo caso mentre era in prigione, mentre hanno lanciato un tentativo per ottenere la sua cauzione.


Una lettera alla corte, vista da Newsweek, recitava: "Tuttavia, data la voluminosa scoperta in questo caso, la produzione più recente da sola è di 1,2 milioni di documenti, il tempo accordato alla signora Maxwell rimane inadeguato per lei per rivedere e preparare la difesa della sua vita".


Il nuovo atto d'accusa depositato il mese scorso sostiene che la Maxwell "discuteva di argomenti sessuali, si spogliava davanti alla vittima, era presente quando una vittima minorenne si spogliava, e/o era presente agli atti sessuali che coinvolgevano la vittima minorenne e Epstein".


Aveva negato le accuse precedenti e ci si aspetta che si dichiari alla fine di questo mese.


Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia