La folle vita di John McAfee

 

La folle vita di John McAfee

Il fondatore di McAfee è stato arrestato in Spagna il 6 ottobre 2020, e prevedeva di essere trasferito negli Stati Uniti, dove rischia fino a 30 anni di prigione per evasione fiscale. L'estradizione è stata approvata nel giugno 2021, e lui è stato trovato morto nella sua cella poco dopo la decisione.


L'arresto di McAfee non è il suo primo conflitto con la legge: negli ultimi dieci anni, è stato sospettato di aver allestito un laboratorio di droga e di aver ucciso un vicino, è stato arrestato più volte in diverse parti del mondo e mandato in prigione.


L'imprenditore ha creato il suo partito politico e ha cercato di candidarsi alla presidenza degli Stati Uniti. Dal 2016, McAfee ha promosso le criptovalute e ha promesso di "mangiare il proprio pene" se, entro la fine del 2020, il bitcoin non valesse 1 milione di dollari (una versione più corretta dell'espressione mangiare il cazzo è soddisfare qualcuno oralmente, ma McAfee non ha specificato il contesto della frase).

La vita di McAfee

John McAfee è nato nel 1945. La sua gioventù è stata turbolenta: il padre alcolizzato si è ucciso quando il figlio aveva 15 anni. Successivamente, l'imprenditore ha abusato di alcol e droghe, sia durante gli anni del college che durante le ore di lavoro.


Ha iniziato la sua carriera vendendo riviste e ha lavorato contemporaneamente per una società di codifica di schede perforate, imparando i principi dei sistemi informatici. Ha poi accettato un lavoro alla Missouri Pacific Railroad, dove ha aiutato a calibrare gli orari dei treni utilizzando i sistemi informatici IBM.


Mentre lavorava, divenne dipendente da droghe pesanti e LSD, una volta gli fu venduto uno psichedelico DMT. McAfee l'ha provato e ha usato tutta la borsa senza sentire nulla. La dose ha causato vivide allucinazioni, paranoia e voci nella sua testa.


McAfee corse fuori, si nascose dietro un bidone della spazzatura e non poté rispondere alle domande dei passanti. Non è mai tornato alla Missouri Pacific Railroad.


Negli anni '70, McAfee si trasferì nella Silicon Valley, cambiando lavoro in aziende IT, tra cui un laboratorio della NASA. Continuò ad abusare di sostanze fino a quando, nel 1983, al suo lavoro alla Omex si rese conto che stava bevendo una bottiglia di whisky e sniffando cocaina ogni giorno. Così ha cercato aiuto.

La folle vita di John McAfee

Creare e vendere "il peggior software del pianeta"

Tre anni dopo apparve il primo virus per computer, McAfee lo studiò e si rese conto che voleva fondare la sua propria azienda anti-virus - McAfee Associates. È diventata la prima azienda a rilasciare software antivirus commerciali, compresi i servizi per i clienti aziendali.


Nel 1992, apparve il virus Michelangelo, che McAfee definì "il peggiore dell'epoca". L'imprenditore credeva che potesse infettare circa 5 milioni di computer. Questo ha aumentato le vendite di McAfee.


Anche se decine di migliaia di computer furono infettati, piuttosto che milioni, Michelangelo "aiutò" l'IPO di McAfee a diventare un business multimiliardario.


Nel 1994, il fondatore si stancò di lavorare su McAfee e decise di abbandonare prima e di vendere le sue azioni nel 1996. Parlando della vendita, ha dichiarato: "Sono eternamente grato a Intel per avermi liberato da quell'orribile associazione con il peggior software del pianeta. Queste non sono le mie parole, ma le parole di milioni di utenti arrabbiati".


L'imprenditore ha guadagnato 100 milioni di dollari sulla vendita e ha condotto una vita tranquilla fino agli anni 2000: ha tenuto conferenze, ha fatto consulenze su startup, ha scritto libri sullo yoga, è diventato l'autore del trend dello "yoga relazionale" e ha lavorato al messaggero fallito PowWow alla Tribal Voice creata per esso.

La folle vita di John McAfee

Avventure dopo l'accordo: sospetto omicidio, fuga e un harem con un esercito di mercenari

Con i suoi risparmi, McAfee comprò una flotta di aerei e auto d'epoca, costruì nove case che riempì di opere d'arte, comprò terreni in Arizona e New Mexico per piste di atterraggio, una scuola di volo e stazioni di servizio, e si appassionò ai deltaplani. Ha creato l'associazione Sky Gypsies per il volo, e ci sono stati incidenti.


Nell'agosto 2009, il New York Times ha riferito che dopo la crisi del 2007-2008, la fortuna di McAfee si è ridotta a 4 milioni di dollari. L'imprenditore stesso ha poi detto che questa era una bugia.


Alla fine degli anni 2000, McAfee ha venduto immobili e beni e si è trasferito in Belize, un piccolo stato dell'America centrale - lontano da coloro che potrebbero curiosare nel suo denaro.


Lì ha incontrato la microbiologa Allison Adonizio, che era in vacanza. Stava studiando come le piante combattono i batteri e ha suggerito che una nuova classe di antibiotici naturali potrebbe essere creata dalle erbe.


McAfee si innamorò dell'idea e suggerì loro di fare nuovi antibiotici insieme: prima combatteva i virus digitali, ora quelli biologici.


Hanno creato la società QuorumEx. L'imprenditore si dedicò anche alla produzione di sigarette e caffè e al taxi acquatico in Belize. Per fermare l'invecchiamento, McAfee si iniettava testosterone nelle natiche ogni due settimane.


Ma MacAfee non era in pace: gli sembrava di essere osservato. Stava perdendo interesse nel laboratorio e andava sempre più spesso in un bar vicino a casa sua. Lì, McAfee pedinava gli avventori, perdendo gradualmente il contatto con l'ambiente circostante, ha scritto Wired.


McAfee scoprì che il suo laboratorio e il suo bungalow erano vicini a un villaggio di spacciatori, e la sua paranoia si intensificò. Credeva di essere circondato solo da gangster, spie, politici e spacciatori che gli davano la caccia.


Per proteggersi, McAfee ha iniziato a finanziare la polizia locale: ha costruito un distretto, ha fornito armi e uniformi, e ha pagato gli agenti per pattugliare dopo l'orario di lavoro. La polizia è diventata qualcosa come un piccolo esercito di mercenari.


McAfee stesso andava in giro con una pistola, fermava le auto sospette e corrompeva i piccoli spacciatori per metterli fuori gioco.


Alla fine la compagnia farmaceutica andò in bancarotta, e McAfee si gettò nella frenesia, associandosi con i criminali e creando un harem di sette ragazze adolescenti. "Non così stressante come il matrimonio", ha spiegato McAfee.


La folle vita di John McAfee

Nell'aprile 2012, il laboratorio è stato oggetto di un raid - le forze dell'ordine cercavano metanfetamina e altre droghe, ma non le hanno trovate, anche se hanno confiscato 10 armi e 320 munizioni. Per questo, McAfee ha scontato una notte in prigione e ha rafforzato l'idea che la sua "lotta contro la droga" ha suscitato l'interesse di "nemici potenti".


Nell'autunno di quell'anno, aggressori sconosciuti hanno avvelenato i cani di McAfee - in una conversazione con un giornalista di Wired, ha affermato: è stato il lavoro dei servizi segreti.


Ha negato che possano essere stati i vicini, anche se il vicino Gregory Fowle si è lamentato dei cani: ha discusso con McAfee, ha minacciato di sparare agli animali e ha presentato una denuncia ufficiale all'ufficio del sindaco.


Il 12 novembre, Fowle fu trovato morto e McAfee fu dichiarato ricercato: inizialmente doveva essere interrogato come testimone, ma poi divenne il principale sospettato. McAfee sosteneva di essere stato incastrato da funzionari corrotti


Quando si mise in fuga, cambiò il suo aspetto: si tinse i capelli e portò una gomma sotto il labbro superiore. McAfee ha cambiato manicomio, ha spiato la polizia e ha persino assunto un sosia che ha mandato in Messico. Dopo aver arrestato il doppio, McAfee ha attraversato illegalmente il confine con il Guatemala ed è rimasto in fuga per circa un mese.


L'imprenditore è stato accidentalmente scoperto e arrestato a causa dei giornalisti di Vice: hanno pubblicato una foto con GPS in un'intervista. Durante la sua detenzione, McAfee ha finto due volte un attacco di cuore per dare al suo avvocato il tempo di impedire la sua deportazione in Belize.


Di conseguenza, è stato deportato a Miami, dove ha incontrato la futura moglie Janice Dyson McAfee, una ex prostituta. Dopo il matrimonio, McAfee ha ripetutamente menzionato di avere 47 figli biologici.


Nel 2016 è uscito un documentario Gringo sull'omicidio di Gregory Fowle e lo stupro di Allison Adonizio. Il film indicava chiaramente la colpevolezza di McAfee, ma l'imprenditore insisteva che gli eventi erano stati fabbricati e i partecipanti erano stati pagati.


"Il Belize è una repubblica delle banane del terzo mondo, puoi andare lì e girare qualsiasi storia che vuoi se paghi per un'intervista", ha sostenuto Macafee.


Nuova vita negli Stati Uniti: cercare di diventare presidente, cripto-evangelismo e farsi arrestare

Tornato negli Stati Uniti, McAfee ha parlato alle conferenze sulla tecnologia informatica. Nel 2015, è stato arrestato per sospetto di guida in stato di ebbrezza. Ha ammesso di aver usato lo Xanax per curare il disturbo di panico, che gli era stato prescritto da un medico.


Nello stesso anno, McAfee ha annunciato i suoi piani di correre per la presidenza degli Stati Uniti e creare il "Cyber Party" e poi di correre per il partito libertario, ma ha perso. Nel 2020, la storia della campagna elettorale si è ripetuta.


Nel 2016, McAfee è diventato presidente e amministratore delegato della holding tecnologica MGT Capital Investments, dopo di che le azioni della società sono aumentate del 600% e la sua capitalizzazione è passata da 6 a 80 milioni di dollari.


Ha spostato l'attenzione dell'azienda dai giochi dei social media agli strumenti di cybersecurity, annunciando "la morte del software anti-virus", seguita dal mercato delle criptovalute e dal mining. McAfee è diventato un sostenitore delle criptovalute, che crede siano "importanti per la sicurezza informatica" e potrebbero ridurre le perdite di MGT.


Nell'agosto 2017, McAfee si è dimesso da amministratore delegato per diventare "chief cybersecurity visionary" di MGT, ma presto ha lasciato definitivamente. Ha detto di voler dedicare tutto il suo tempo alle criptovalute, mentre MGT ha ammesso: gli investitori stanno insistendo che la società interrompa qualsiasi contatto con McAfee.


Dal 2018, McAfee ha fatto soldi principalmente con le criptovalute e promuovendo bitcoin su Twitter attraverso la società pubblicitaria McAfee Crypto Team.


L'imprenditore ha parlato ai suoi seguaci del potenziale delle criptovalute e delle ICO e potrebbe aumentare il tasso di una valuta precedentemente sconosciuta di diverse centinaia di percento grazie alla sua credibilità. È bastato un tweet come "la moneta SAFEX rappresenta la maggior parte del mio patrimonio".


Si farebbe pagare circa 105.000 dollari per ogni tweet sulla criptovaluta e il prezzo potrebbe anche includere un post sul blog. MacAfee avrebbe ricevuto un taglio della promozione totale delle monete dello scambio di criptovalute per il suo materiale.

L'imprenditore ha prestato particolare attenzione al bitcoin: nel 2017, ha scritto che avrebbe "mangiato il suo pene in TV se il valore del bitcoin non avesse raggiunto 500.000 dollari entro il 2020". Più tardi, ha alzato la posta a 1 milione di dollari.

Alla fine le attività di McAfee sono diventate di interesse per la U.S. Securities and Exchange Commission, e lui ha sospeso la promozione dell'ICO con tweet promozionali.


Nel gennaio 2019, il fondatore di McAfee ha annunciato che si stava nascondendo dalle autorità statunitensi a causa del mancato pagamento delle tasse durante la campagna presidenziale del 2020. A luglio, lui e il suo entourage sono stati arrestati nella Repubblica Dominicana con il sospetto di possedere grandi armi e munizioni. Ha passato quattro giorni in prigione.


Allo stesso tempo, Decrypt ha condotto un'indagine sugli affari di McAfee. Si è scoperto che l'imprenditore non solo ha ricevuto denaro illegalmente e ha continuato a promuovere le criptovalute dopo il 2018, ma ha anche estorto denaro alle startup di criptovalute minacciando tweet negativi che potrebbero distruggere il progetto.


Un anno dopo, McAfee ha ammesso che la sua affermazione sul prezzo del bitcoin era uno stratagemma per attirare abbonati, e ha chiamato la tecnologia bitcoin "antica" rispetto alle monete alternative, che sono il futuro.


Nel marzo 2020, l'uomo d'affari ha annunciato il lancio di GHOST, uno scambio decentralizzato basato sul protocollo proof-of-stake. Quattro mesi dopo, ha lasciato il progetto - secondo le sue parole, il management di GHOST era "incapace di condurlo al successo".


In agosto, McAfee ha messo in giro una voce sul suo arresto in Norvegia dopo che si è rifiutato di indossare una maschera al posto delle mutande di pizzo da donna e si è vantato che "il coronavirus non poteva sfidarlo, nonostante i suoi migliori sforzi". Ha postato delle foto su Twitter di se stesso che risulta negativo al Covid-19 e che lecca la sua scarpa da ginnastica. 


Despite my efforts (licking handles of grocery carts, bottom of my shoes, etc.) I'm unable to get Coronavirus to challenge me.

Testing continually shows a valid test (Control line) and neither active antibodies (M) nor past infection (G).

Maybe 'cause the WHO stats are correct. https://t.co/MwPL3ks4Vv

Il 5 ottobre 2020, McAfee è stato arrestato in Spagna - è in attesa di estradizione negli Stati Uniti. Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha accusato l'imprenditore di evasione fiscale e di omissione intenzionale delle dichiarazioni dei redditi dal 2014 al 2018.


Secondo l'atto d'accusa, McAfee ha guadagnato "milioni di dollari" dalla promozione delle criptovalute, dalle consulenze e dagli impegni di parola e dalla vendita di una biografia per la realizzazione di un documentario.


L'imprenditore ha nascosto dei beni, tra cui uno yacht, un'auto e un immobile, che ha intestato ad altre persone. Tutte le entrate sono andate sotto falso nome attraverso conti bancari e criptovalute. Nel 2019, ha detto di non aver presentato una dichiarazione dei redditi in nove anni e si è definito un "obiettivo primario" del fisco americano.


McAfee è stato anche citato in giudizio dalla US Securities and Exchange Commission - per aver trattenuto informazioni sul ricevimento di 23 milioni di dollari in bitcoin ed etere per aver promosso un ICO su Twitter. Per un totale di dieci capi d'accusa, McAfee rischia fino a 30 anni di prigione.

La folle vita di John McAfee


La moneta anonima e il futuro delle criptovalute

Negli ultimi anni, McAfee si è creato una biografia da anziano rock and roll e scandalizzatore: arresti per ubriachezza e possesso di armi, tentativi di candidarsi alla presidenza degli Stati Uniti, partecipazione a dibattiti, affermazioni a gran voce di essere stato avvelenato, incarcerazione durante un viaggio nella Repubblica Dominicana.


È diventato molto noto nel mercato delle criptovalute: ha partecipato attivamente allo sviluppo del progetto della moneta "confidenziale" Ghost, ha convinto tutti delle incredibili prospettive della blockchain e ha persino affermato che entro la fine del 2020 il tasso di cambio del bitcoin raggiungerà il mezzo milione di dollari. Se ciò non dovesse accadere, lo sviluppatore fiammeggiante ha promesso di mangiare i propri genitali. Più tardi ha alzato la posta e ha detto che la moneta avrebbe avuto un valore di un milione. Per tutto il 2019, McAfee si è ricordato della sua promessa e ha persino chiarito che era "matematicamente impossibile" che il bitcoin valesse meno di un milione entro il 31 dicembre 2020. Internet ha reagito immediatamente: il sito web di Dickening è ancora disponibile, dove gli appassionati calcolano quotidianamente come e di quanto il tasso dovrebbe crescere costantemente perché McAfee abbia ragione. Ormai è ovvio a tutti che la scommessa è persa.


L'amore di McAfee per le criptovalute è finito sotto il controllo delle autorità. Avendo studiato le sue attività negli ultimi anni, le forze dell'ordine hanno scoperto che il cittadino americano faceva la bella vita senza fare rapporto allo stato. Nell'ottobre 2020, è stato accusato di non aver pagato le tasse.

La folle vita di John McAfee

Secondo l'atto d'accusa, McAfee ha guadagnato milioni di dollari dalla promozione delle criptovalute, dalle consulenze, dai discorsi pubblici pagati e dalla vendita dei diritti per raccontare la storia della sua vita per un documentario. Dal 2014 al 2018, avrebbe omesso di presentare le dichiarazioni dei redditi nonostante un reddito significativo da tali fonti. Si presume che abbia evaso i suoi obblighi fiscali dirottando il reddito su conti bancari di altri e ha nascosto i suoi beni, tra cui beni immobili, veicoli e persino uno yacht. Ha affrontato fino a cinque anni di prigione nel caso. Fu allora che le autorità in Spagna, dove McAfee si trovava allora, lo arrestarono e iniziarono i preparativi per la sua estradizione negli Stati Uniti.


Nella primavera del 2021, un nuovo caso è stato presentato contro McAfee e il suo team (il cosiddetto McAfee cryptocurrency team), questa volta con accuse più gravi di frode e riciclaggio di denaro. Secondo i materiali pubblicati, la squadra ha usato due schemi di arricchimento fraudolenti. Il primo era un cosiddetto scalping (o schema pump-and-dump) e il secondo era la frode ai seguaci dei social media di John McAfee. Secondo il procuratore di Manhattan Audrey Stross, McAfee, il suo co-cospiratore Watson e altri aggressori "hanno usato una piattaforma di social media e l'entusiasmo degli investitori per il fiorente mercato delle criptovalute per fare milioni attraverso bugie e inganni". Gli imputati hanno presumibilmente usato l'account Twitter di McAfee per pubblicare post che promuovono varie criptovalute utilizzando dichiarazioni false e fuorvianti per nascondere le loro vere motivazioni egoistiche a centinaia di migliaia di seguaci. Si presume che abbiano ricevuto più di 13 milioni di dollari dagli investitori che sono caduti vittime dei loro schemi fraudolenti. "Gli investitori dovrebbero essere cauti nell'approvare opportunità di investimento sui social media", ha chiarito Stross.


In un'udienza di qualche settimana fa in collegamento video, McAfee ha sostenuto che tutte le accuse contro di lui erano motivate politicamente e ha detto che se fosse stato riportato negli Stati Uniti, avrebbe passato il resto della sua vita in prigione. Ma ha definito il suo tempo in prigione in Spagna "un'avventura emozionante" e ha chiarito che non ha intenzione di tornare negli Stati Uniti. Tuttavia, sua moglie Janis non era così ottimista sul suo account Twitter: "Questi otto mesi che John ha trascorso in prigione in Spagna sono stati particolarmente difficili per la sua salute generale - mentale così come fisica e finanziaria - ma lui non è imbarazzato nel continuare a dire la verità alle autorità", ha scritto il 20 giugno.


Tre giorni dopo, i giornali spagnoli riportarono la morte di McAfee nella prigione di San Esteve Cesrovírez a Barcellona. È stato riferito che molto probabilmente si è suicidato. Tuttavia, McAfee stesso ha ripetutamente negato questa versione della sua morte. Nel 2019 si è tatuato la parola Whackd (assassinato) sulla spalla destra e ha avvertito i seguaci di Twitter che stava ricevendo minacce dalle autorità: "Se mi suicido - non sono stato io. Sono stato assassinato. Guarda la mia spalla destra".


Anche dopo il suo arresto nell'ottobre 2020, ha riferito:

Sto bene qui. Ho degli amici.

Il cibo è buono. Tutto è buono.

Sappiate che se mi impicco come Epstein, non sarà colpa mia.

L'account Twitter di John McAfee il 15 ottobre 2020.

La morte di McAfee probabilmente tormenterà le menti dei cospirazionisti per molto tempo a venire. Le pagine online sono già in fermento con le discussioni sulla messa in scena della sua morte, e anche il suo post su Instagram dopo l'annuncio della sua morte ha presentato un post specifico - un'immagine di una grande lettera Q. L'immagine allude probabilmente alla teoria della cospirazione diffusa da QAnon negli Stati Uniti. Due settimane prima della sua morte, McAfee ha pubblicato un deprimente post filosofico: 

"C'è molto dolore in prigione travestito da ostilità. La tristezza è chiaramente visibile anche sui volti più arrabbiati. Io sono vecchio e mi accontento di cibo e di un letto, ma per i giovani la prigione è un orrore, un riflesso delle menti di coloro che li hanno concepiti". 

 

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia