Russia - Putin:"No alla vaccinazione obbligatoria"

Russia - Putin:"No alla vaccinazione obbligatoria"

La vaccinazione obbligatoria contro il coronavirus non può essere introdotta in Russia, ha detto il presidente Vladimir Putin, sostenendo che spetta ai cittadini stessi soppesare i rischi di essere infettati dal Covid-19 senza fare il vaccino.


"Voglio ribadire la mia posizione. Penso che la vaccinazione obbligatoria sia inappropriata e non può essere introdotta", ha detto Putin durante una video conferenza mercoledì.


"I cittadini devono rendersi conto da soli della necessità di questo" e capire che senza l'iniezione "potrebbero trovarsi di fronte a un pericolo grave o addirittura mortale", ha sottolineato.


Il presidente ha poi esortato il pubblico a prendere la decisione volontaria di immunizzarsi contro il Covid-19, che finora ha infettato più di cinque milioni di persone in Russia ed è stato collegato a centinaia di migliaia di morti.


"Tutte le condizioni necessarie per la vaccinazione sono state create" nel paese, con il vaccino russo che si è dimostrato come "il più affidabile e sicuro", ha detto Putin.


Mentre non ha nominato direttamente il vaccino a cui si riferiva, e ci sono diversi vaccini russi in produzione, la linea era un apparente cenno al vaccino Sputnik V, che vanta un'efficacia del 91,6% e non ha mostrato effetti collaterali significativi nelle campagne di vaccinazione in tutto il mondo. Il vaccino, sviluppato dall'Istituto Gamaleya di Mosca, è già stato approvato in 66 paesi.


Secondo i dati ufficiali, più di 11,2 milioni di persone sono state finora completamente vaccinate contro il Covid-19 in Russia, con Putin stesso che si è fatto due iniezioni, a marzo e ad aprile.


La vaccinazione obbligatoria è diventata un argomento caldo nel paese, dopo che l'ex presidente Dmitry Medvedev ha pubblicamente riflettuto su tale possibilità una settimana fa.


Il funzionario, che ora dirige il partito al potere Russia Unita e ricopre la carica di vice presidente del Consiglio di Sicurezza del paese, ha detto che "a volte, nell'interesse della sicurezza nazionale e della salute della popolazione... le vaccinazioni potrebbero essere rese obbligatorie".


Mercoledì, la Repubblica dell'Estremo Oriente russo di Yakutia ha fatto notizia dopo che una dichiarazione sul sito web del suo ufficiale sanitario capo ha annunciato che la vaccinazione obbligatoria sarebbe stata introdotta nella regione.


Tuttavia, il capo della repubblica, Aysen Nikolayev, ha rapidamente negato il suggerimento, dicendo che le vaccinazioni rimarranno volontarie per gli Yakut, proprio come nel resto della Russia.


Fonte:rt.com

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia