Miliardari in gara su dispositivi biometrici impiantabili

Miliardari in gara su dispositivi biometrici impiantabili


In una mossa sorprendente, Peter Thiel, co-fondatore di Palantir e un venture capitalist ha recentemente investito 10 milioni di dollari in Blackrock Neurotech, una società che fa ricerche simili a quelle del Neuralink di Elon Musk, mappando il cervello.

Cos'è il Marchio della Bestia? Lieto che tu l'abbia chiesto, è un dispositivo impiantabile all'uomo che permette all'ospite di condurre transazioni finanziarie comunemente note come "compravendita". Un concetto abbastanza semplice da capire, vero? Non c'è bisogno di alcuna conoscenza del greco o dell'ebraico, solo una Bibbia di Re Giacomo da quattro soldi che i negozi d'affari vendono letteralmente per un dollaro. Quindi qualcuno è sorpreso che due dei più grandi miliardari del mondo che fanno la loro fortuna con il denaro, Thiel di PayPal e Musk di Bitcoin, stiano ora correndo per portare sul mercato il primo chip cerebrale impiantabile all'uomo?


"Ed egli fa sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, ricevano un marchio nella mano destra o nella fronte: e che nessuno potesse comprare o vendere se non chi avesse il marchio, o il nome della bestia, o il numero del suo nome. Ecco la saggezza. Chi ha intelligenza conti il numero della bestia, perché è il numero di un uomo; e il suo numero è seicentosessanta e sei". Apocalisse 13:16-18 (KJB)


I dispositivi biometrici impiantabili sono il settore più caldo del campo della tecnologia oggi, poiché stiamo guardando la Silicon Valley lavorare febbrilmente per trasformarci in cyborg. Non si può tornare indietro a questo punto, e l'unica domanda non è se questo accadrà, ma quanto presto accadrà. Sta accadendo.


Le interfacce cervello-computer (BCI) acquisiscono, analizzano e traducono i segnali del cervello in comandi che sono collegati ai dispositivi che eseguono le azioni desiderate.

DA ANALYTICS INDIA: Peter Thiel che ha co-fondato Paypal con Musk nel 1998 sta sostenendo Blackrock Neurotech con una partecipazione non rivelata nella società. L'azienda, che ha sede nello Utah, serve la comunità di ricerca in neuroscienze con hardware e software dal 2008. Sta lavorando su dispositivi di interfaccia cervello-computer (BCI) che potrebbero aiutare a migliorare le capacità cognitive delle persone.


Il CEO di Blackrock Neurotech Marcus Gerhardt nella sua conversazione con CBNC ha dichiarato che Blackrock sta generando profitti dal 2015 nonostante la tecnologia abbia un mercato limitato. Questa è stata la prima volta che l'azienda ha preso un finanziamento significativo di capitale di rischio.


Le Brain Computer Interfaces o BCIs, che sono lunghe solo pochi millimetri, sono progettate per assistere i disabili; per ripristinare la funzionalità delle persone con disturbi neuromuscolari come la SLA , sbieco cerebrale, ictus o lesioni del midollo spinale. Quando si tratta di BCI, Neuralink sta in alto. L'azienda ha dimostrato le sue capacità facendo giocare una scimmia a pong usando un chip piantato sul suo cranio. Mentre, Blackrock Neurotech ha rivendicato il successo testando il suo dispositivo su 28 pazienti in Europa, Cina e Stati Uniti.


LE INTERFACCE CERVELLO-COMPUTER (BCIS) ACQUISISCONO, ANALIZZANO E TRADUCONO I SEGNALI CEREBRALI IN COMANDI CHE SONO COLLEGATI AI DISPOSITIVI CHE ESEGUONO LE AZIONI DESIDERATE. LE BCI NON UTILIZZANO LE NORMALI VIE DI USCITA NEUROMUSCOLARI. L'OBIETTIVO PRINCIPALE DEL BCI È QUELLO DI AIUTARE A RIPRISTINARE IL FUNZIONAMENTO DELLE PERSONE CON UN DISTURBO NEUROMUSCOLARE. I SENSORI IN MINIATURA SONO COLLOCATI NELLE AREE IN CUI L'ATTIVITÀ DEVE ESSERE MONITORATA DAL MEDICO. SE UN PAZIENTE HA DIFFICOLTÀ NEI MOVIMENTI DELLA MANO, IL DISPOSITIVO VERREBBE IMPIANTATO NELLA CORTECCIA PREMOTORIA. UNA VOLTA AL SUO POSTO, GLI ELETTRODI ATTACCATI AL DISPOSITIVO REGISTRANO L'ATTIVITÀ CEREBRALE (CIOÈ CIÒ CHE IL PAZIENTE STA PENSANDO), CHE VENGONO POI INVIATI A UN COMPUTER.


Recentemente un team di ricercatori della Stanford University ha collegato un dispositivo di interfaccia cerebrale al sistema nervoso di un uomo paralizzato. Il software ha rapidamente tradotto i dati dal BCI per convertire i pensieri della scrittura a mano dell'uomo in testo sullo schermo di un computer. L'uomo è stato in grado di scrivere due volte più velocemente di quanto potesse fare usando un metodo precedente sviluppato dagli scienziati di Stanford. Lo studio è stato condotto da Jaimie Henderson e Krishna Shenoy, che hanno lavorato insieme dal 2005 sulle interfacce cervello-computer.


Secondo Andrew Jackson, professore di interfacce neurali alla Newcastle University, Blackrock Neurotech ha ancora molta strada da fare. Nella sua conversazione con la CNBC, ha dichiarato che il dispositivo di Neuralink è molto più capace di Blackrock Neurotech in quanto può registrare più attività delle cellule cerebrali in quanto ha più canali (siti di registrazione) rispetto alle BCI di Blackrock. Il dispositivo è in grado di registrare più punti degli elettrodi flessibili che sono cuciti dal robot chirurgico nel cervello rispetto a Blackrock che ha solo un singolo sito di registrazione.


Un altro punto di differenza è che i pazienti di Blackrock hanno fili che escono dalla loro pelle. Ora entrambe le aziende stanno lavorando su dispositivi wireless. Ma Blackrock batte Neuralink in una categoria.  L'azienda sostenuta da Thiel ha fatto ricerche molto prima che Neuralink fosse concepita. Tuttavia, il destino di entrambe le aziende sarà deciso dalla loro fattibilità commerciale e dall'efficienza clinica. Finora, i pazienti non hanno dovuto pagare le procedure per le BCI di Blackrock come parte della sperimentazione clinica. Sarà interessante vedere come l'azienda trasformerà il dispositivo per essere disponibile in commercio entro il prossimo anno. 


CRISPR, AI e interfaccia cervello-macchina: Il futuro è più veloce di quanto si pensi

Le tecnologie emergenti hanno un potenziale senza precedenti per risolvere alcuni dei problemi più pressanti del mondo. Tra le più potenti - e controverse - c'è la tecnologia di editing genetico, CRISPR-Cas9, che migliorerà le rese agricole, curerà le malattie genetiche e sradicherà le malattie infettive come la malaria. Ma CRISPR e altre tecnologie dirompenti, come le interfacce cervello-macchina e l'intelligenza artificiale, pongono anche complesse questioni filosofiche ed etiche.


Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia