Australia: Campi di quarantena Covid in costruzione

 

Australia: Campi di quarantena Covid in costruzione

La costruzione è in corso al Melbourne's Centre for National Resilience - il nome ingombrante dato alla nuova struttura di quarantena a Mickleham - con il campo impostato per aprire entro la fine dell'anno.


Una sessione di coinvolgimento della comunità è stata tenuta all'inizio di questa settimana sui progressi del sito di alloggio da 1000 posti letto per i viaggiatori di ritorno, tuttavia ai residenti è stato detto che i costruttori non sarebbero stati ritardati da alcun processo di consultazione.


I lavori di sterro sono iniziati in un paddock vuoto nel nord di Melbourne, che si trova accanto alla struttura di quarantena per animali del governo federale ed è a circa 300 metri dalle case.


Leggi anche: Australia: il Governo approva vaccinazione forzata di 24000 bambini senza il consenso dei genitori

Leggi anche: Fanatici del Covid uccidono i cani in Australia


Il progetto è stato modellato sul centro Howard Springs nel Territorio del Nord, che ha dimostrato di essere molto efficace nel prevenire le perdite di COVID-19 rispetto alla quarantena in hotel.


Multiplex è stata ingaggiata per costruire la struttura, con l'80% degli edifici prefabbricati fuori sede. Il centro può essere esteso a 3000 letti, ma sarà operativo non appena 500 saranno pronti alla fine di quest'anno.


Tra le questioni sollevate dal pubblico durante la sessione informativa di giovedì c'erano domande sull'impatto sui prezzi degli immobili, sulla minaccia di fuga del virus nella comunità e sul perché i residenti stessero ricevendo solo ora informazioni sul progetto.


Agli abitanti è stato assicurato che la struttura seguirà i più alti standard di controllo delle infezioni stabiliti da Howard Springs, con il personale completamente vaccinato e incapace di fare un secondo lavoro.


Venerdì, al premier Daniel Andrews è stato chiesto perché la comunità non ha avuto la possibilità di dare un feedback sul centro.


"Vogliamo che la comunità sappia cosa sta succedendo lì, vogliamo che la comunità sia parte di quel programma e di quel processo", ha detto.


"Ma dobbiamo costruirlo. C'è un rischio molto maggiore per le persone in tutto il Victoria, Mickleham incluso, avendo migliaia di persone in alberghi che non sono costruiti per metterle in quarantena".


"Questo è il sito che è stato scelto e tutti, compresa la gente del posto, staranno meglio per questo".


Il centro sarà costruito su un terreno del Commonwealth e i costi di costruzione saranno finanziati dal governo federale, mentre il governo vittoriano gestirà la struttura.


Il sito è stato scelto dal governo federale dopo che il governo statale aveva presentato due opzioni preferite: Mickleham e l'aeroporto di Avalon.


Le dimensioni della proprietà, la sua vicinanza a un aeroporto e la posizione delle strutture mediche sono state tra le considerazioni principali per trovare un luogo adatto.


Il sindaco di Hume City Council Joseph Haweil ha detto che la struttura non stava seguendo un processo di consultazione completo se la gente non era in grado di opporsi.


"Direi che è meno essere consultati, più essere informati", ha detto.


Un'altra preoccupazione sollevata dai residenti era il potenziale impatto sul traffico, con le strade circostanti spesso soffocate dalle auto a causa dell'afflusso di nuove abitazioni.


Cr Haweil ha detto che la comunità ha il diritto di essere ricompensata con fondi per le infrastrutture se sta per fare il lavoro pesante di mettere in quarantena i viaggiatori. "Quel contributo dovrebbe essere riconosciuto", ha detto.


Originariamente su www.theage.com.au

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia