Cinque storie sulle tavole Ouija che ti faranno venire i brividi

Cinque storie sulle tavole Ouija che ti faranno venire i brividi


Sia che tu consideri la tavola Ouija un trucco da salotto o una connessione con l'aldilà, abbiamo cinque storie di tavola Ouija davvero inquietanti da condividere.


Le origini di Ouija sono avvolte nel mistero. La tavola Ouija fece la sua prima apparizione pubblica nel febbraio del 1891 in un negozio di novità e giocattoli di Pittsburgh che la descrisse come una "meravigliosa tavola parlante"; pubblicizzandola come un giocattolo ricreativo progettato per fornire un divertimento senza fine. Ha ottenuto il suo nome quando Helen Peters chiese alla tavola quale fosse il suo nome ed essa scrisse Ouija. Quando le fu chiesto cosa significasse, la tavola scrisse "buona fortuna".



Non è altro che un giocattolo? 

Beh, secondo lo Smithsonian Magazine, è stata provata attraverso l'ufficio brevetti prima di permetterle di andare sul mercato. Anche oggi molti psicologi hanno dichiarato che potrebbe essere un collegamento di qualche tipo tra l'ignoto e il conosciuto.


5 terrificanti storie di tavole Ouija:

In queste cinque storie di tavole Ouija vedrai come la tavola Ouija ha aiutato a mettere in guardia qualcuno dal male, ha predetto la morte e come la tavola Ouija ha avuto un ruolo nel più famoso esorcismo di tutti.  Iniziamo con Angela Jackson, che ha imparato nel modo più duro ad ascoltare l'avvertimento di suo padre.


Angela Jackson, Scozia

Angela Jackson, una madre single di due figli, era interessata a tutto ciò che era paranormale e aveva sempre voluto usare la tavola Ouija. Suo padre, che era morto 20 anni prima, l'aveva pregata di non usare la tavola, dicendo che non ne sarebbe venuto nulla di buono. Ma dopo la sua agghiacciante esperienza con la tavola Ouija, desiderò disperatamente di aver seguito il consiglio di suo padre. 


Una sera a casa di un vicino iniziarono a giocare con la tavola Ouija chiedendole con chi volesse parlare. Rispose "ANGELA". In seguito, la tavola scrisse "DIE B*TCH". Angela disse ai suoi amici che non lo trovava divertente. Poi le cose hanno iniziato a schiantarsi nella stanza e una porta si è chiusa. 


Poco dopo questo incidente, si svegliò da un incubo in cui una figura la inseguiva con un martello. La sera successiva mentre camminava verso casa ha sentito una voce dietro di lei che diceva "Muori puttana". Ha visto un uomo dietro di lei con un martello che l'ha attaccata. Fortunatamente, uno sconosciuto è intervenuto. È sopravvissuta ma si è ritrovata con il cranio fratturato.


Ecco un'altra previsione agghiacciante...


Johnny, Stati Uniti

Si dice che nel 1986 ci fossero tre ragazzi del liceo che frequentavano insieme; due ragazze e un ragazzo. Al ragazzo, Johnny, era stata diagnosticata la fibrosi cistica ed era stato ricoverato in ospedale. Le ragazze andavano a trovarlo spesso per aiutarlo a tenere alto il morale. Una sera dopo la visita andarono a casa e decisero di provare la tavola Ouija. Dopo aver fatto diverse domande banali decisero di chiedere di Johnny e della sua malattia. La tavola scrisse "24 giugno 1987". Decisero di scrivere quell'informazione e di metterla in una busta, pensando che sarebbe stato il giorno in cui Johnny sarebbe stato libero dalla malattia. Alla fine si ricordarono della busta e la aprirono. Il 24 giugno 1987 fu il giorno in cui Johnny morì. Anche se questa storia della tavola Ouija è divertente, pensiamo che sia molto probabilmente una finzione.


La tavola Ouija è anche associata al più famoso esorcismo di tutti...


Roland Doe, Germania

Si dice che Roland Doe, un giovane ragazzo tedesco, sia la base per il film dell'Esorcista. Sua zia, che era una spiritista, introdusse Roland alla tavola Ouija quando espresse interesse in essa. Dopo che sua zia morì quando aveva 13 anni, la sua famiglia iniziò a vedere cose strane accadere intorno alla casa. Notò strani suoni, artefatti religiosi che si muovevano e tremavano insieme a graffi e incisioni sulla sua pelle. 


Il reverendo Schulze portò il ragazzo a fare dei test medici e psicologici dove tutti i test risultarono normali. Mentre passava la notte a casa del reverendo "si scatenò l'inferno". Decisero di eseguire un esorcismo di emergenza. Alla fine, il reverendo, malconcio e ferito, fu in grado di liberare il demone da Roland.


In questa storia della tavola Ouija, il giocatore non ha ottenuto i risultati che si aspettava...


Hebert e Nellie Hurd, Stati Uniti

Nel 1935, Herbert e Nellie stavano vivendo una vita normale fino a quando Nellie iniziò a giocare con la sua tavola Ouija ed evocò uno spirito. Lo spirito le disse che suo marito aveva una relazione e che stava dando a quest'altra donna un bel po' di soldi. Nellie iniziò a bruciare, picchiare e torturare Herbert quotidianamente. Cercava di fargli confessare che la tavola Ouija aveva ragione. Alla fine, Herbert ha perso la testa e l'ha uccisa. Questo mise definitivamente fine alla tortura.


Abbiamo tenuto la storia d'amore per ultima...


Amore giovane, Stati Uniti

Si dice che la zia di un giovane non si sia mai sposata e quando le fu chiesto perché non volle dirlo. Il padre del giovane gli raccontò la storia. Quando sua zia aveva 17 anni era diventata piuttosto seria con il suo ragazzo. Giocando sulla tavola Ouija la zia chiese se lei e il suo ragazzo si sarebbero sposati e la tavola Ouija le disse "NO". Ha chiesto se si sarebbero lasciati e di nuovo le ha detto "NO". Poi ha chiesto se uno dei due sarebbe morto e questa volta ha detto "Sì". Quando le ha chiesto quale dei due sarebbe morto le ha detto semplicemente "GOOD BYE". Pochi giorni dopo il suo ragazzo morì in un incidente con una cippatrice. Mentre questa storia della tavola Ouija è divertente, pensiamo che sia molto probabilmente una finzione, ma ci sono stati alcuni sfortunati incidenti con le cippatrici.


Più di un gioco: La vera storia delle tavole Ouija


Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia