John Moore rivela informazioni militari dell'evento globale che porrà fine alla civiltà

 

John Moore rivela la conoscenza militare dell'evento globale che porrà fine alla civiltà

Di Mike Adams su www.naturalnews.com


Se vi state chiedendo perché i governi corrotti e criminali del mondo sembrano avere tanta fretta di "vaccinare" tutti in massa con un'iniezione di terapia genica mortale, sperimentale e non approvata, una delle risposte più scioccanti potrebbe essere più semplice di quanto pensiate. Secondo l'analista e radiofonista John Moore (The Liberty Man), che ha molti contatti con ufficiali della marina americana e scienziati di alto livello, si sta avvicinando un evento a livello di estinzione globale e i globalisti stanno disperatamente cercando di abbattere la popolazione umana prima che la gente capisca cosa sta per succedere.


Se a più di 7 miliardi di persone venisse detta la verità sull'imminente evento cosmico che potrebbe devastare la civiltà umana, tutti smetterebbero di lavorare, causando un collasso quasi istantaneo dell'intera infrastruttura globale di produzione, trasporto, produzione alimentare, governo, militari e così via. I globalisti stanno ancora comprando un sacco di provviste come cibo, elettronica, armi da fuoco, munizioni, mezzi di comunicazione, ecc. e hanno bisogno che le masse continuino a lavorare fino alla fine. Altrimenti, non possono acquistare altri rifornimenti per loro stessi, anche se questi globalisti si stanno nascondendo su isole remote, si stanno spostando in sistemi di tunnel e città sotterranee, o stanno pianificando di essere fuori dal pianeta quando tutto crollerà.


L'evento a cui John Moore si riferisce è un "decimo pianeta" fly-by in cui una grande massa planetaria scura (che può essere vista solo con telescopi a infrarossi) passa vicino al piano orbitale della Terra intorno al sole. I soli effetti gravitazionali, hanno avvertito ex scienziati della Marina, causeranno cambiamenti cataclismici sulla Terra consistenti in terremoti senza precedenti, vulcani e persino uno "spostamento dei poli" che riorienterà l'asse polare fisico del pianeta (non solo i poli magnetici), spostando così l'equatore e scatenando un inimmaginabile "slash" oceanico che inonderà le aree costiere di ogni continente.


Gli eventi in arrivo sono noti almeno dal 1979, spiega Moore, e i governi del mondo hanno tenuto questo segreto al pubblico per mantenere la società in funzione fino all'ultimo giorno prima dell'arrivo del cataclisma. Quel giorno, i venti globali saranno sostenuti a 200 mph per un giorno intero, spiega Moore, distruggendo quasi tutte le strutture costruite dall'uomo in superficie. Solo le strutture sotto terra e le strutture fuori terra rinforzate con cemento e acciaio hanno una possibilità di sopravvivere ai venti.


Una volta che sei sopravvissuto ai venti, la tua prossima sfida sarà sopravvivere al completo collasso della civiltà umana, poiché non ci saranno fattorie funzionanti, reti elettriche, internet, infrastrutture di trasporto, raffinerie di carburante, ecc. Potrebbe anche non esserci abbastanza gente per smantellare le centinaia di centrali nucleari che sono sparse per il pianeta, sollevando enormi domande su cosa succede se perdono la capacità di raffreddamento e precipitano nella criticità.


Guarda l'intervista completa qui, che include anche una mappa dell'inondazione d'acqua che si prevede avverrà negli Stati Uniti continentali:

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia