Le proteine spike COVID sopprimono la risposta immunitaria naturale, proprio quella prodotta dopo il vaccino

 

Le proteine spike COVID sopprimono la risposta immunitaria naturale, proprio quella prodotta dopo il vaccino

"Iniezioni ripetute saranno quasi certamente letali".


Il motivo per cui così tanti individui vaccinati in Israele si stanno reinfettando con il COVID-19 può essere spiegato dall'accumulo della proteina spike nel corpo e dal suo effetto sul sistema immunitario, secondo l'analisi di un ricercatore indipendente.


"La 'robusta risposta immunitaria' generata dalla proteina spike può avere un costo letale", ha esordito Walter Chestnut, che ha tratto le sue conclusioni da uno studio scientifico peer-reviewed e da una conferenza informativa.


Citando un documento del Journal of Bacteriology & Parasitology, Chestnut ha sottolineato che "la proteina Spike ha effetti deleteri sulla telomerasi, compromettendo la sua sintesi. Con questa attività inibita, ci vuole tempo perché appaia l'inevitabile esaurimento delle cellule immunitarie".


In altre parole, la presenza delle proteine spike COVID rallenta la capacità del corpo di ricostituire la sua naturale funzione del sistema immunitario.


"Questo può essere il 'dono' del cavallo di Troia dello spike", ha scritto Chestnut. "Qualsiasi risposta immunitaria di breve durata è l'oro degli sciocchi che sostituisce la capacità del sistema immunitario di ricostituirsi. Questo spiega ciò che stiamo osservando attualmente in Israele".



"Infatti, tutti gli effetti a lungo termine dell'infezione da SARS-CoV-2 suggeriscono che la proteina spike può essere cronicamente presente in alcuni, sopprimendo continuamente la telomerasi".


"In pratica stiamo vedendo gli effetti della CHEMOTHERAPY con la proteina spike. Ma in un modo molto particolare. Le cellule che si replicano rapidamente vengono esaurite", ha aggiunto. "Iniezioni ripetute saranno quasi certamente letali".


Nonostante il fatto che Israele sia stata una delle prime nazioni a implementare un programma di vaccinazione e che oltre l'80% della sua popolazione adulta abbia fatto il vaccino, i casi di COVID sono ancora in aumento, soprattutto tra i vaccinati.


Guarda questa conferenza del premio Nobel Elizabeth Blackburn che analizza questi risultati chiave:



Leggi lo studio del Journal of Bacteriology & Parasitology: https://www.scribd.com/embeds/520276591/content?start_page=1&view_mode=scroll&access_key=key-uHJPSABkXx6wDCAQGXr2

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia