MALATI: NY Times spinge la medicina da ciarlatani a far male ai bambini, mente sugli effetti orrendi!

 

MALATI: NY Times spinge la medicina da ciarlatani a far male ai bambini, mente sugli effetti orrendi!

  • I bloccanti della pubertà sono falsamente dipinti come metodi legittimi e positivi per affrontare la disforia di genere
  • L'articolo è quasi completamente propagandistico, ignorando gli effetti collaterali negativi
  • La Wilson usa definizioni superficiali e opinioni come fatti per spingere un uso sperimentale e non approvato di farmaci sui bambini come bloccanti della pubertà

Lena Wilson è una project manager della redazione del New York Times. Ecco il suo ultimo pezzo di propaganda di sinistra. 

In quello che dovrebbe essere un articolo realistico e obiettivo sui bloccanti della pubertà, il NYT ha optato per pubblicare una propaganda completa e totale. L'autrice, Lena Wilson, pubblica un resoconto sbilanciato, superficiale e pernicioso dei bloccanti della pubertà. La verità fattuale è che l'uso dei bloccanti della pubertà è una procedura sperimentale che ha affrontato severe critiche dalla comunità sanitaria perché si sa così poco sugli effetti collaterali a lungo termine. 

Violazioni maggiori: 

Sbilanciamento
Travisamento
Indagine superficiale
Opinione come fatto 
Mentire
Il primo problema nell'articolo è che la Wilson scrive la sua opinione come un fatto: che i giovani transgender sono legittimamente transgender e quindi hanno bisogno di una varietà di opzioni di assistenza sanitaria per tenere conto delle loro esigenze. Questo può essere visto da numerosi riferimenti a "giovani transgender" e "bambini transgender" che sono nati identificandosi con un genere diverso da quello con cui sono nati. Non c'è nessun accenno al fatto che i "bambini transgender" spesso crescono per superare la disforia che provano. Secondo l'ex transgender Walt Heyer: [1] 

"La disforia di genere nei bambini vede tassi molto bassi di persistenza, che vanno dal 2,2% al 30% nei maschi e dal 12% al 50% nelle femmine, secondo il DSM-5." 

Quindi, etichettare un bambino "transgender" è un termine politico, non un termine fattuale. Infatti, Heyer cita un medico che dice che i bambini, se affermati troppo rapidamente, sono suscettibili di un'influenza suggestiva contraria alla realtà [1]: 

"Come sottolinea Eric Vilain, genetista e capo del Centro di Ricerca di Medicina Genetica al Children's National Health System, la transizione sociale è suscettibile di influenzare il pensiero dei bambini. "Se i bambini sono spinti in questa convinzione, sarà molto più difficile per loro uscire da questa convinzione perché tutti saranno d'accordo molto, molto presto", dice il dottor Vilain. Una cosa è crescere confusi sul proprio genere; un'altra cosa è crescere dicendosi che si appartiene ad un gruppo speciale di "bambini trans".

La Wilson non è una giornalista. È un'attivista che spinge una narrazione sui bambini e sul lettore medio del NYT. 

La Wilson mente anche per omissione quando non riesce a spiegare pienamente cosa significa "off-label" in riferimento ai bloccanti della pubertà: 

"[I "bloccanti della pubertà" sono approvati dalla Food and Drug Administration per trattare la pubertà precoce - la pubertà che si verifica in un'età insolitamente precoce - così quando sono prescritti per trattare i giovani transgender, è considerato un uso off-label ... "Off-label", l'American Academy of Pediatrics ha notato in una dichiarazione del 2014, "non implica un uso improprio, illegale, controindicato o sperimentale" - si riferisce semplicemente al processo di approvazione della F.D.A.". 

Wilson, invece di approfondire le implicazioni di questo fatto, lo lascia lì. Cerchiamo di essere più bravi ed esaminiamo cosa significa effettivamente off-label. Off-label significa che il farmaco approvato viene utilizzato per un uso non approvato dalla FDA [2]: 

"Se tu e il tuo operatore sanitario decidete di usare un farmaco approvato per un uso non approvato per trattare la tua malattia o condizione medica, ricorda che la FDA non ha determinato che il farmaco è sicuro ed efficace per l'uso non approvato". 

Questo significa anche che l'uso dei bloccanti della pubertà è un processo sperimentale, un fatto che Wilson non si preoccupa nemmeno di menzionare nell'articolo. [3]

L'Alta Corte del Regno Unito ha stabilito che l'uso dei bloccanti della pubertà era sperimentale e che gli adolescenti non erano in grado di dare il loro consenso informato [4] [5]: 

"In una decisione sorprendente con implicazioni internazionali, l'Alta Corte del Regno Unito ha stabilito il 12 dicembre in Bell contro Tavistock che i bloccanti della pubertà (PB) e l'uso di ormoni cross-sex (CSH) nei minori disforici di genere è sperimentale e non dovrebbe, nella maggior parte dei casi, essere dato a bambini sotto i 16 anni senza un ordine del tribunale, aggiungendo che tale petizione è consigliabile anche per i 16-17 anni. Hanno chiarito che la questione del consenso non riguardava l'ampiezza e la profondità delle informazioni date ai minori, ma che "non c'è un modo adeguato all'età per spiegare a molti di questi bambini cosa può significare per loro perdere la fertilità o la piena funzione sessuale negli anni successivi"". 

Ma questa è la spiegazione superficiale e squilibrata che Wilson è disposto a dare sui bloccanti della pubertà: 

"I bloccanti della pubertà sono farmaci che sopprimono la pubertà arrestando la produzione di estrogeni o testosterone. Possono impedire ai ragazzi transgender di sperimentare gli effetti della pubertà che possono non allinearsi con le loro identità di genere. Dal punto di vista medico, la classe di farmaci è chiamata agonisti dell'ormone di rilascio delle gonadotropine, o agonisti GnRH". 

Poiché la FDA non ha approvato l'uso di questi farmaci per il blocco della pubertà, ci sono stati numerosi e ben pubblicizzati esempi di effetti collaterali negativi. Il Lupron, un farmaco usato off-label per molti scopi, uno dei quali è come bloccante della pubertà, ha mostrato gravi effetti collaterali [6] [7]: 

"Nelle interviste con le donne che hanno preso il Lupron per ritardare la pubertà o diventare più alte, la maggior parte ha descritto depressione e ansia. Molte hanno raccontato le loro lotte, o quelle di una figlia, con impulsi suicidi. Una madre di una paziente con Lupron ha descritto crisi epilettiche... Tali reclami sono recentemente venuti sotto esame alla FDA, che regola la sicurezza dei farmaci... La FDA sta anche esaminando le crisi mortali derivanti dall'uso pediatrico del Lupron e di altri farmaci della sua classe. Mentre ci sono altri farmaci simili al Lupron, questo è un leader del mercato e migliaia di donne si sono unite a gruppi su Facebook o a forum su internet negli ultimi anni sostenendo che il Lupron ha rovinato le loro vite o le ha lasciate paralizzate... Ma la FDA non ha ancora emesso ulteriori avvertimenti sull'uso pediatrico, e gli usi non approvati dei farmaci persistono". 

Uno studio del 2010 sugli effetti del Lupron ha portato a gravi conseguenze [8] [9]:

"Lo studio del 2010, che è stato presentato alla FDA, ha riferito che sette dei 55 bambini hanno subito gravi effetti collaterali, ma ha detto che gli unici effetti collaterali gravi possibilmente legati al Lupron sono stati la crescita di un tumore preesistente, il deterioramento della vista, e una grave esacerbazione dell'asma." 

Secondo la Wilson, l'uso di bloccanti della pubertà può avere effetti collaterali positivi come il miglioramento della salute mentale, la diminuzione dell'ideazione suicidaria, e aiuta gli adolescenti o i minori a evitare futuri interventi chirurgici per cambiare sesso. Elenca diversi studi in tal senso. Ma questo tipo di studi, uno dei quali è stato sfatato dal Family Research Council, sono inconcludenti [10]: 

"[All'interno dello studio] coloro che hanno ricevuto i bloccanti della pubertà avevano il doppio delle probabilità di avere un tentativo di suicidio con conseguente ricovero (cioè, l'ospedalizzazione) negli ultimi 12 mesi rispetto a quelli che non l'hanno fatto (45,5% contro 22,8%). Mentre non possiamo raggiungere conclusioni definitive a causa dei piccoli numeri coinvolti, questo solleva domande importanti che sono almeno degne di ulteriori ricerche.

Inoltre, il tasso di ideazione suicida nel corso della vita per coloro che hanno ricevuto i bloccanti della pubertà erano più bassi di quelli che non l'hanno fatto - ma era ancora sorprendentemente alto, al 75 per cento. Questo difficilmente suggerisce che la somministrazione di bloccanti della pubertà rende la maggior parte dei bambini con disforia di genere mentalmente sani".

Un altro studio ha mostrato che "i bloccanti della pubertà usati per trattare bambini dai 12 ai 15 anni che hanno una disforia di genere grave e persistente non hanno avuto alcun effetto significativo sulla loro funzione psicologica, sui pensieri di autolesionismo o sull'immagine corporea... Tuttavia, come previsto, i bambini hanno sperimentato una crescita ridotta in altezza e forza ossea quando hanno finito il trattamento a 16 anni." [11]

La verità è che non ci sono abbastanza prove che i bloccanti della pubertà creino un effetto psicologico benefico netto sui bambini. Tuttavia, ci sono abbastanza prove per dire che gli effetti collaterali fisici sono completamente negativi. Per la Wilson fingere che la scienza abbia detto l'ultima parola è falso e non è il lavoro di un giornalista. 

La Wilson mente anche quando scrive che questi effetti sono reversibili:

"Gli effetti dei bloccanti della pubertà sono spesso indicati come "completamente reversibili", anche nelle linee guida della Endocrine Society e del WPATH, a causa delle prove che dimostrano che le ragazze trattate per la pubertà precoce erano ancora in grado di subire una pubertà normale e avere figli più tardi nella vita". 

Questo è falso. La dichiarazione della Endocrine Society sugli effetti a lungo termine è fuorviante, se non una bugia totale, dato che la FDA non ha approvato queste conclusioni, la mancanza di prove scientifiche a sostegno dell'affermazione, e le prove dell'esatto contrario [12]:

Un amicus brief alla Corte Suprema in una causa contro i produttori di Lupron cita il lavoro del medico Dr. David Redwine, che "ha condotto una revisione esaustiva dei dati grezzi degli studi clinici TAP/Abbott dei Respondents". Quello che ha trovato esaminando i dati interni del produttore è abbastanza stupefacente: "Il 62,5% dei pazienti non aveva riacquistato i livelli di estrogeni di base entro un anno dalla sospensione del Lupron". Questo significa che i livelli di estrogeni della maggior parte di queste donne non erano tornati alla normalità un anno intero dopo aver smesso il farmaco. In uno studio sui maschi adulti che avevano usato Lupron per il trattamento del cancro alla prostata, c'è voluta una media di nove mesi perché i livelli di testosterone tornassero nella norma. Tuttavia, un 26% non era riuscito a recuperare i livelli normali due anni dopo". 

L'NHS non dice più che gli effetti dei bloccanti della pubertà sono reversibili [13]: 

"Si sa poco sugli effetti collaterali a lungo termine degli ormoni o dei bloccanti della pubertà nei bambini con disforia di genere. Anche se il Gender Identity Development Service (GIDS) consiglia che questo è un trattamento fisicamente reversibile se interrotto, non si sa quali possano essere gli effetti psicologici. Non si sa nemmeno se i bloccanti ormonali influenzino lo sviluppo del cervello degli adolescenti o delle ossa dei bambini. Gli effetti collaterali possono anche includere vampate di calore, stanchezza e alterazioni dell'umore".

I "lati negativi" menzionati da Wilson sono completamente minimizzati con le rassicurazioni dei medici e la menzogna già citata sul fatto che gli effetti sono reversibili. 

La citazione finale è quasi totale propaganda: 

"I farmaci sono raramente senza effetti collaterali", ha detto il dottor Kremen. "Questo di solito non è un motivo sufficiente per permettere a un bambino, che ti sta dicendo che è estremamente angosciato dai cambiamenti puberali che sta vedendo, di continuare ad attraversare la pubertà... Sapendo quello che sappiamo, questi farmaci hanno enormi benefici per la popolazione che curiamo", ha aggiunto. 

Questa sezione fa pensare al lettore che non ci sono ancora prove definitive sui pericoli dei bloccanti della pubertà. O che gli eventuali lati negativi percepiti non superano i benefici. Ma basta fare una ricerca su Google per vedere le storie orribili e tragiche di bambini che ricevono i bloccanti della pubertà. 

Un caso particolarmente triste è stato filmato per il reality TV, scrive Sierra Weir [14]: 

"Lo show "I am Jazz" documenta la tragica storia di Jazz Jennings, un bambino maschio che è stato sottoposto al blocco della pubertà da quando aveva 11 anni. Una conseguenza per lui è il sottosviluppo genitale che ha fatto sì che, quando è arrivato il momento di sottoporsi al suo primo dei numerosi "interventi al sedere" "gender-affirming", i suoi medici hanno dovuto prendere una porzione del suo rivestimento dello stomaco per avere abbastanza tessuto da utilizzare per creare una pseudovagina, o "neovagina" come la chiama il campo medico". 

I bloccanti della pubertà sono tutt'altro che un metodo positivo e stabile per aiutare i bambini con disforia di genere. Non solo molti bambini crescono fuori da questo tipo di pensieri, ma questi metodi sono sperimentali. Wilson ignora questi fatti e pubblica invece un pezzo di propaganda. 

Bibliografia:

1] https://www.thepublicdiscourse.com/2017/06/19512/

2] https://www.fda.gov/patients/learn-about-expanded-access-and-other-treatment-options/understanding-unapproved-use-approved-drugs-label

3] https://frcblog.com/2020/02/evidence-suggests-gender-transition-procedures-minors-are-experimental/

4] https://www.bbc.com/news/uk-england-cambridgeshire-55144148

5] https://sexchangeregret.com/uk-high-court-rules-puberty-blockers-experimental-minors-cannot-consent/

6] https://web.archive.org/web/20160828150009/http:/www.petition2congress.com/1902/investigation-lupron-side-effects-leuprolide-acetate/ (Unfortunately, the Facebook groups have been deleted). 

7] https://www.statnews.com/2017/02/02/lupron-puberty-children-health-problems/

8] https://www.statnews.com/2017/02/02/lupron-puberty-children-health-problems/

9] https://www.documentcloud.org/documents/3260007-Leuprolide-M90-516-Lee-Lupron-Study.html

10] https://frcblog.com/2020/02/do-puberty-blocking-drugs-make-transgender-kids-emlessem-likely-commit-suicideor-emmoreem/

11] https://www.bmj.com/content/372/bmj.n356

12] https://www.thepublicdiscourse.com/2020/01/59422/

13] https://www.transgendertrend.com/nhs-no-longer-puberty-blockers-reversible/

https://sexchangeregret.com/sexuality-transgender-the-pediatric-endocrine-societys-statement-on-puberty-blockers-isnt-just-deceptive-its-dangerous/

14] https://americanmind.org/features/the-church-of-health/sex-is-real/


Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia