Russia: Dimenticate l'incidente di Nauka. Chi ha fatto il buco nella Soyuz?

Russia: Dimenticate l'incidente di Nauka. Chi ha fatto il buco nella Soyuz?

Il modulo borked e il fingerpointing mettono a dura prova le relazioni spaziali con gli Stati Uniti


La relazione della NASA con il suo partner russo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è sottoposta a una tensione simile a quella di un avamposto orbitante che è stato fatto girare a sorpresa da un modulo malfunzionante.

Il modulo in questione è, naturalmente, il Nauka, a lungo ritardato, che ha effettuato un attracco automatico alla ISS il 29 luglio prima di inviare il complesso in un giro più strano del previsto poche ore dopo.

Nonostante i rumori rassicuranti della NASA, l'incidente è stato un quasi disastro per la ISS quando i propulsori di Nauka hanno iniziato a sparare, ruotando lentamente la stazione.

La situazione era così grave che è stata dichiarata un'emergenza del veicolo spaziale e The Register capisce che i controllori di almeno uno dei partner internazionali della NASA erano "molto infelici e preoccupati" mentre l'incidente si svolgeva. Parole forti nel mondo normalmente controllato del volo spaziale.


Il problema è stato poi attribuito a un "guasto del software", ma la faccia coraggiosa che è stata messa su avrà innescato qualche déjà vu negli osservatori che ricordano l'abitudine della NASA di piegarsi sotto la pressione della convenienza politica. Mi vengono in mente gli incidenti a bordo della Mir mentre gli astronauti della NASA erano presenti, così come altri eventi nella storia dell'agenzia in cui i giudizi di sana ingegneria sono stati superati dalla politica.

Il commentatore veterano (e autore dell'eccellente Star-Crossed Orbits) James Oberg ha avvertito che la NASA potrebbe ripetere alcuni dei fallimenti che hanno portato ai disastri precedenti.

La reazione della Russia sembra essere stata più sulla falsariga del famigerato commento "trampolino" del capo di Roscosmos Dmitry Rogozin, piuttosto che lo scalpiccio di piedi e le scuse borbottate che si sarebbe potuto sperare.

Invece, il portavoce russo TASS è andato all'offensiva, e ha tirato fuori il misterioso buco trovato praticato nella navicella Soyuz MS-09.

"I cosmonauti russi hanno fatto un test della macchina della verità per chiarire la situazione con un buco scoperto sulla navicella Soyuz MS-09, mentre gli astronauti della NASA lo hanno rifiutato, ha detto alla TASS una fonte di alto livello nell'industria spaziale nazionale", ha detto il 12 agosto.

La "fonte di alto livello" ha continuato a dire che la parte russa "non ha ricevuto alcuna possibilità" di guardare gli strumenti sulla ISS per pezzi di Soyuz.

Come il buco sia avvenuto rimane un mistero, anche se la TASS ha citato di nuovo una "fonte di alto livello", sostenendo che deve essere stato praticato in orbita. Dopo tutto, la Soyuz ha superato un test di pressione sulla Terra, quindi deve essere stato fatto in orbita. Giusto?

Può darsi. O forse è successo un incidente durante la fabbricazione, il cui risultato è stato tappato prima del test di pressione. Le pressioni in orbita potrebbero poi aver fatto saltare il tappo. In assenza di un rapporto formale (e sono passati quasi tre anni dall'incidente), chi lo sa?

Una cosa è certa, però, quella "fonte di alto livello" non può essere il capo di Roscosmos Rogozin.

Usando il portavoce della TASS nel 2018, ha negato le voci che un astronauta della NASA abbia fatto il buco nella speranza di assicurarsi un ritorno anticipato sulla Terra. "Non abbiamo mai accusato gli americani di questo. Si è trattato di un'interpretazione senza scrupoli di alcune dichiarazioni e notizie dei media. Nego categoricamente queste accuse come totalmente false", ha detto.

La NASA deve ancora spazzare via gli ultimi rapporti della TASS e non ha risposto alla richiesta di commento di The Register.

I giorni del progetto di test Apollo-Soyuz sembrano ormai molto lontani.

Roscosmos è desideroso di andare oltre la ISS e costruire una stazione lunare con la Cina. La NASA e i suoi amici internazionali hanno il Gateway in linea. Il quasi disastro del casino di Nauka, unito alle ultime dicerie di questi individui "di alto livello", sta mettendo a dura prova la lodata partnership USA-Russia per la ISS.

A che punto i problemi crescenti finiranno per travolgere la facciata politica accuratamente costruita della NASA?

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia