Twitter sospende lo scrittore scientifico dopo aver pubblicato i risultati del test clinico di Pfizer

 

Twitter sospende lo scrittore scientifico dopo aver pubblicato i risultati del test clinico di Pfizer

Di jonathanturley.org


Proprio ieri, abbiamo discusso la censura di un commentatore da Twitter per aver semplicemente espresso un parere sulla necessità di una "pausa" su qualsiasi mandato federale su Covid-19 come nuova ricerca è studiata. Ora, un ex reporter scientifico del New York Times, Alex Berenson, è stato sospeso per aver semplicemente citato i risultati di uno studio clinico di Pfizer e aver sollevato dubbi su qualsiasi mandato di vaccino. Nel frattempo, la Casa Bianca ha accusato sia il Washington Post che il New York Times di un reporting irresponsabile su Covid, ma sorprendentemente Twitter non ha sospeso quegli account.  È la licenza del censore.  Twitter non è disposto a lasciare che la gente legga o discuta i punti di vista con cui non è d'accordo come una società. Molti a sinistra, tuttavia, hanno abbracciato il concetto di discorso aziendale e di censura. Si scopre che il problema con la censura per molti era la mancata censura dei punti di vista a cui si opponevano. Con i censori "giusti" al lavoro, le preoccupazioni di libertà di parola sono state messe da parte.


Ho poca capacità di giudicare la scienza su tali questioni. Inoltre, ero ansioso di essere vaccinato come tutta la mia famiglia. Oggi mi farei vaccinare con lo stesso entusiasmo. Tuttavia, accolgo il dibattito per i dati. Eppure, piuttosto che rispondere a tali critiche e confutare i loro argomenti, molte persone si concentrano sul mettere a tacere chiunque abbia punti di vista dissenzienti come Berenson.


Berenson è stato effettivamente confinato a Substack da Big Tech a causa della sua discussione di opinioni dissenzienti sulla scienza che circonda Covid-19. La sua ultima offesa contro Big Tech è arrivata quando ha postato i risultati pubblicati da Pfizer dei propri dati clinici. Ha sostenuto che la ricerca ha mostrato una piccola differenza nella mortalità tra coloro che hanno partecipato alla sperimentazione con un vaccino e quelli a cui è stato dato un placebo.


Nel frattempo, la Casa Bianca ha inviato una condanna a tutto spiano per un rapporto "completamente irresponsabile" sull'inflizione di persone vaccinate secondo un altro studio.


Ben Wakana, vice direttore delle comunicazioni strategiche e dell'impegno della Casa Bianca, ha fatto esplodere il Washington Post per il suo titolo su uno studio su un focolaio di COVID-19 a Provincetown, Massachusetts, il 4 luglio. Il tweet del Post recitava: "Le persone vaccinate hanno costituito tre quarti di quelle infettate in un massiccio focolaio di covid-19 nel Massachusetts, uno studio fondamentale del CDC trova". Wakana ha risposto: "Completamente irresponsabile,. 3 giorni fa il CDC ha chiarito che gli individui vaccinati rappresentano una quantità MOLTO PICCOLA della trasmissione che si verifica in tutto il paese. Praticamente tutti i ricoveri e le morti continuano ad essere tra i non vaccinati. Irreale non mettere questo nel contesto".  


Wakana ha affrontato la stessa questione con un tweet del New York Times, affermando: "Breaking News: La variante Delta è contagiosa come la varicella e può essere diffusa dalle persone vaccinate con la stessa facilità dei non vaccinati, secondo un rapporto interno del C.D.C.". Questo ha mandato Wakana su tutte le maiuscole: "LE PERSONE VACCINATE NON TRASMETTONO IL VIRUS ALLA STESSA VELOCITÀ DELLE PERSONE NON VACCINATE E SE NON INCLUDETE QUESTO CONTESTO LO STATE FACENDO MALE".


Ora tutti e tre i post (Berenson, The Post e The Times) citavano studi e venivano accusati di non inserirli nel contesto. Tuttavia, solo Berenson è stato sospeso.


Ovviamente, nessuno di questi poster dovrebbe essere sospeso e Twitter non dovrebbe applicare uno dei più grandi programmi di censura della storia. Tuttavia, il silenzio dei sostenitori della libertà di parola, degli accademici e dei giornalisti di fronte a questa ipocrisia è assordante.


L'ascesa dei censori aziendali si è combinata con i media fortemente pro-Biden per creare la paura di un media di fatto statale che controlla le informazioni a causa di un'ideologia condivisa piuttosto che della coercizione statale.  Questa preoccupazione è stata amplificata dalle richieste dei leader democratici per una maggiore censura, compresa la censura del discorso politico, e ora la notizia che l'amministrazione Biden ha abitualmente segnalato materiale da censurare da Facebook.


Questo è il motivo per cui mi sono descritto come un Originalista di Internet:

L'alternativa è "l'originalismo di internet" - nessuna censura. Se le aziende di social media tornassero al loro ruolo originale, non ci sarebbe nessun pendio scivoloso di pregiudizi politici o opportunismo; assumerebbero lo stesso status delle compagnie telefoniche. Non abbiamo bisogno di aziende che ci proteggano da pensieri dannosi o "fuorvianti". La soluzione al cattivo discorso è più discorso, non un discorso approvato.


Se Pelosi chiedesse a Verizon o Sprint di interrompere le chiamate per fermare le persone che dicono cose false o fuorvianti, il pubblico si indignerebbe. Twitter serve la stessa funzione comunicativa tra parti consenzienti; semplicemente permette a migliaia di persone di partecipare a questi scambi digitali. Queste persone non si iscrivono per scambiare pensieri solo per avere Dorsey o qualche altro signore di internet che controlla le loro conversazioni e li "protegge" da pensieri erranti o dannosi.

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia