USA: I militari fanno causa contro il vaccino obbligatorio al Pentagono

 

USA: I militari fanno causa contro il vaccino obbligatorio al Pentagono

Di  beckernews.com


Il Dipartimento della Difesa richiederà a tutte le truppe militari statunitensi di prendere il vaccino COVID-19 entro il 15 settembre. L'Associated Press ha riportato in precedenza la nota del segretario alla Difesa Lloyd Austin.


L'AP ha riferito che "la scadenza potrebbe essere anticipata se il vaccino riceve l'approvazione finale della FDA o se i tassi di infezione continuano ad aumentare".


"Non esiterò ad agire prima o a raccomandare un corso diverso al presidente se sento la necessità di farlo. Per difendere questa nazione, abbiamo bisogno di una forza sana e pronta", ha aggiunto il segretario alla Difesa.


Un membro delle forze armate che rifiuta di prendere il vaccino è soggetto a punizione secondo l'U.C.M.J., ha notato il rapporto dell'AP. La punizione per il rifiuto di obbedire a un ordine può arrivare fino alla corte marziale.


"Alcuni membri del servizio non vaccinati hanno suggerito di fare l'iniezione una volta che è richiesta, ma altri si oppongono categoricamente", ha detto il rapporto.


Ora, alcuni di quei soldati "categoricamente contrari" stanno presentando una causa in tribunale contro l'imminente mandato di vaccinazione militare. Quelli elencati nella causa come imputati sono il Segretario della Difesa Lloyd Austin, il Segretario della Salute e dei Servizi Umani Xavier Becerra, e Janet Woodock, Commissario in carica della Food & Drug Administration.


"I querelanti sergente maggiore Daniel Robert, esercito degli Stati Uniti, e il sergente maggiore Holli Mulvihill, USMC, individualmente e per conto di tutti gli altri militari in servizio attivo, della Guardia Nazionale e della Riserva, come sopravvissuti documentati al COVID-19, presentano questa azione contro il Dipartimento della Difesa ("DoD"), chiedendo una sentenza dichiarativa che il DoD non può costringerli a prendere una vaccinazione COVID-19 secondo i regolamenti militari esistenti, i regolamenti federali, la legge federale, e la Costituzione degli Stati Uniti. Stati Uniti" -  afferma la denuncia legale dei querelanti.


"Il Segretario della Difesa, Lloyd Austin (il "SECDEF") ha pubblicamente notificato ai querelanti, tramite Memo, che cercherà l'autorizzazione del Presidente degli Stati Uniti d'America (il "Presidente"), per rendere obbligatorio il vaccino COVID-19 il 15 settembre 2021 o circa", notano i querelanti. "Su informazioni e convinzioni, il DoD sta già vaccinando i membri dell'esercito in flagrante violazione dei suoi obblighi legali e dei diritti dei servicemembri secondo la legge federale e la Costituzione".


"Il regolamento dell'esercito 40-562 fornisce ai sopravvissuti documentati di un'infezione, un'esenzione medica presuntiva dalla vaccinazione a causa dell'immunità naturale acquisita come risultato dell'essere sopravvissuti all'infezione", hanno aggiunto nella denuncia legale.


"Esempi generali di esenzioni mediche includono quanto segue... Prove di immunità basate su test sierologici, infezioni documentate o circostanze simili", cita la causa.


"I querelanti cercano anche una sentenza dichiarativa sulla base separata che l'autorizzazione d'uso di emergenza ("EUA") DoD COVID-19 Vaccine mandato, che sono stati notificati è imminente, non può essere rilasciato in violazione del 10 U.S.C. §1107 [Codice degli Stati Uniti] e dei suoi regolamenti di attuazione, compresa la direttiva 6200.2 del DoD, il regolamento FDA di biologici a 21 C.F.R. § 50 e seguenti, così come la legge riguardante il consenso informato 50 U.S.C. 1520 ('Il Codice di Norimberga')", ha aggiunto la causa.


Gli analisti legali citano situazioni precedenti che suggeriscono che le sfide legali all'ordine del vaccino COVID possono fallire in tribunale.


"Legalmente, i vaccini sotto l'autorizzazione di uso di emergenza richiedono ai membri del servizio di concedere il 'consenso informato' per riceverne uno, che sono autorizzati a rifiutare", riporta U.S. News. "La legge afferma che un presidente può ignorare questa preoccupazione negli 'interessi della sicurezza nazionale', secondo un'analisi del blog Lawfire della Duke University a febbraio".


Robert Sanders, presidente del Dipartimento di Sicurezza Nazionale all'Università di New Haven, ha indicato il caso della vaccinazione delle truppe per proteggerle dall'antrace. Un caso successivo ha stabilito che tali ordini non violavano i diritti costituzionali delle truppe perché "Il requisito di porre le esigenze della nazione al di sopra del benessere personale di un membro del servizio si applica in tempo di pace così come in guerra".


Il professor Sanders ha dato la sua valutazione delle sfide legali all'ordine di vaccinazione militare. "Credo che tali sfide falliranno nel merito in base alla storia del contenzioso militare del vaccino contro l'antrace", ha detto.


I querelanti stanno anche presentando nella loro causa la testimonianza di un esperto del Dr. Peter McCullough, M.D., che è certificato in medicina interna ed è stato il Chief Fellow al William Beaumont Hospital. Oltre ad essere un cardiologo, ha anche conseguito un master in salute pubblica presso l'Università del Michigan. Attualmente è professore di medicina alla Texas Christian University e alla University of North Texas Health Sciences Center School of Medicine.


La parte rilevante della testimonianza del dottore è presentata in formato immagine testuale qui sotto:


"Per dirla in modo conciso e senza mezzi termini, le persone che hanno creato naturalmente anticorpi derivanti dal contrarre e guarire dal virus non dovrebbero ricevere alcuna inoculazione contro il virus o qualsiasi famiglia o variante dello stesso, perché farà più male che bene", sta testimoniando il dottor McCullough.


Il Pentagono deve ancora emettere formalmente il mandato per il vaccino, ma l'ordine dovrebbe essere emesso a settembre.


Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia