Israele invita la popolazione a prepararsi alla "quarta iniezione" di vaccino Covid

 

Lo zar israeliano del coronavirus avverte la gente di prepararsi a una "quarta iniezione" di vaccino Covid

Con oltre 2,5 milioni di israeliani già vaccinati con tre dosi di Covid-19, lo zar nazionale del coronavirus, Salman Zarka, ha detto che i preparativi devono iniziare per un eventuale quarto vaccino a causa delle varianti crescenti del virus.

Un altro giro di richiami sarà necessario per i vaccinati al fine di tenere il passo con le varianti del coronavirus, ha detto Zarka, il capo della task force speciale istituita per coordinare la lotta di Israele contro il Covid-19, in un'intervista alla radio pubblica Kan sabato. Nonostante i due terzi della popolazione israeliana siano già stati vaccinati con due dosi, i funzionari sanitari si aspettano che il Delta, più diffondibile, continuerà a portare a un aumento dei casi e dei ricoveri nei mesi autunnali.


"Dato che il virus è qui ed è qui per restare, dobbiamo prepararci anche per la quarta dose vaccinale".


"Questa è la nostra vita d'ora in poi, a ondate", ha aggiunto Zarka. Crede che i richiami che affrontano più efficacemente le nuove varianti del virus potrebbero essere pronti per la fine del 2021 o l'inizio del 2022. 


Il funzionario della sanità ha dichiarato in precedenza che i richiami del vaccino potrebbero dover essere fatti "una volta all'anno o cinque o sei mesi".


Israele è stato tra i primi paesi ad offrire una terza dose del vaccino, che oltre 2,5 milioni di persone hanno già ricevuto. Un 'Green Pass' rilasciato ai cittadini vaccinati - che garantisce l'accesso a luoghi come ristoranti e bar - scade sei mesi dopo che un individuo ha ricevuto la sua seconda o terza dose, portando a speculazioni che altre dosi future potrebbero essere in arrivo.


Fonte: www.rt.com

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia