L'attacco informatico paralizza le banche neozelandesi e gli uffici postali

 

L'attacco informatico paralizza le banche neozelandesi e gli uffici postali

Di halturnerradioshow.com


Un attacco informatico è stato incolpato del fallimento quasi completo dei principali siti web bancari in Nuova Zelanda oggi.  


L'agenzia governativa per la sicurezza informatica "Cert NZ" ha detto di essere a conoscenza di un attacco DDoS (distributed denial of service) che ha preso di mira una serie di organizzazioni.


"Stiamo monitorando la situazione e stiamo lavorando con le parti colpite dove possiamo".


Gli attacchi DDoS coinvolgono i cyber-criminali che sovraccaricano e mandano in crash i servizi online di un'organizzazione bombardando i loro sistemi rivolti a Internet con grandi quantità di traffico.


Centinaia di utenti hanno iniziato a segnalare problemi di accesso ai servizi online di ANZ, Kiwibank e NZ Post da poco prima delle 9 del mattino di mercoledì.


ANZ Bank, KiwiBank e New Zealand Post hanno tutti subito interruzioni.  I clienti bancari non sono stati in grado di accedere alle informazioni sui conti o anche di raggiungere i siti web delle banche.


Ricordate che il World Economic Forum (WEF) ha tenuto una simulazione diversi mesi fa, che esercitava come le autorità e l'industria potrebbero rispondere ad un "massiccio attacco informatico" e nel riferire di quell'"esercizio" l'Hal Turner Radio Show ha ricordato agli ascoltatori che "questi esercizi spesso si rivelano essere reali poco dopo".


OPINIONE DI HAL TURNER


Almeno due anni fa, su Internet si è sparsa la voce che se la gente avesse sentito parlare di un attacco informatico contro le BANCHE a partire da metà settimana, e peggiorando entro venerdì, alcune persone sospettavano che le truppe sarebbero state tranquillamente schierate durante il fine settimana e che sarebbe stato dichiarato un Bank Holiday il lunedì successivo, tagliando l'accesso di tutti al denaro e al credito.  Questo "Bank Holiday sarebbe stato poi esteso per . . . chissà quanto tempo.


Le persone che passavano queste informazioni all'epoca dicevano: "Se sentite che le banche sono sotto attacco informatico, alla fine di una settimana di lavoro, e la situazione peggiora verso la fine della settimana, questo è il vostro preavviso di 48 ore che la legge marziale sta arrivando, e tutti dovrebbero fare il BUG OUT nelle loro posizioni di ripiego perché il movimento non sarebbe probabilmente possibile una volta che la legge marziale entrasse in vigore".


Dovremmo tutti osservare questa situazione da vicino per vedere se gli attacchi si "diffondono" ad altre banche e/o altri paesi oggi e verso la fine di questa settimana.   Se lo fanno, dovreste leggere tra le righe, prendere i contanti dalla banca per averli (non si sa mai) e prepararvi a scappare.


Poco dopo le 23:00 di stasera, anche io sono andato alla mia banca e ho ritirato il massimo che mi era permesso in un bancomat.   L'ho fatto prima di mezzanotte, così posso farlo di nuovo più tardi mercoledì se vedo che questo schifo si diffonde.  Quindi non vi sto solo mettendo in guardia, sto seguendo il mio stesso consiglio!


Ricordate, se le banche vengono fatte fuori, è per coprire il collasso economico fino a quando non metteranno delle truppe per controllare tutti.  Avere SOLDI IN CONTANTI sarà l'unico aiuto possibile perché il credito/debito sarà tutto indisponibile.  Il contante sarà il re e quelli senza... non avranno nulla.


Tenete i vostri veicoli con il gas e in buone condizioni. ATTENZIONE a ciò che sta accadendo per non essere colti alla sprovvista.


Se si rende necessario, in base alle "scritte sul muro", di fuggire, non esitate ad andare.  Chi esita sarà perso.


Se vi sbagliate, potete sempre tornare indietro.  Potete sempre rimettere i soldi in banca.   Ma se vi sbagliate e rimanete intrappolati, senza contanti o benzina o cibo, siete finiti.

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia