Genitori sudcoreani in rivolta contro la "dittatura vaccinale"

 

Genitori sudcoreani in rivolta contro la "dittatura vaccinale"

Genitori in rivolta contro la "dittatura dei vaccini" per gli studenti


Un'unione di gruppi di genitori sudcoreani ha respinto l'incombente divieto per gli studenti non vaccinati di accedere alle biblioteche e alle sale di studio pubbliche. La nuova restrizione è stata adottata in risposta all'impennata delle infezioni da Covid-19.


La Federazione Nazionale delle Organizzazioni dei Genitori, un gruppo ombrello per i gruppi di genitori sudcoreani, ha tenuto una protesta fuori dall'ufficio della Korea Disease Control and Prevention Agency (KDCA) a Cheongju, una città 120 km a sud di Seoul, giovedì. Hanno denunciato quella che hanno chiamato "dittatura dei vaccini", e hanno tenuto cartelli che dicevano "la vaccinazione attraverso la coercizione e i passaggi dei vaccini sono violazioni dei diritti umani".


Leggi tutto

Prima morte segnalata di un adolescente dopo la vaccinazione Covid-19 registrata in Corea del Sud, le autorità indagano sull'incidente


A partire da febbraio, gli studenti dai 12 ai 18 anni saranno banditi dai luoghi pubblici, come centri di insegnamento, biblioteche, sale di studio pubbliche e internet caffè, a meno che non mostrino un certificato di vaccinazione o un test Covid-19 negativo. La misura, che è stata adottata in mezzo all'aumento delle infezioni, ha provocato il clamore di alcuni genitori.


Martedì, il gruppo di attivisti conservatori People's Gathering for Fair Society ha annunciato di aver intervistato più di 18.000 genitori di studenti delle scuole elementari, medie e superiori, il 93% dei quali ha detto di essere contrario ai pass per i vaccini per i minori.


Un gruppo di firmatari, che include uno studente liceale di 18 anni, ha detto che presenterà un appello alla Corte costituzionale venerdì. Il loro avvocato è stato citato dai media sudcoreani per sostenere che "costringere" le persone a farsi vaccinare è incostituzionale.


"Non stiamo prendendo in considerazione il rinvio del piano", ha detto Jung Jong-chul, il vice ministro dell'istruzione, in un briefing stampa lunedì, come citato da The Korea Herald.


"Il governo inizialmente ha permesso agli adolescenti di farsi vaccinare come hanno scelto. Ma la quinta ondata di Covid-19 e la variante Omicron hanno cambiato la situazione", ha detto Jung. "Dovremo convincere gli studenti e i loro genitori a farsi vaccinare".


Questa settimana, il numero di nuovi casi di Covid-19 riportati quotidianamente in Corea del Sud ha superato i 7.000 per la prima volta. Giovedì, la KDCA ha riportato 7.174 casi, il secondo numero giornaliero più alto dall'inizio della pandemia l'anno scorso.


Fonte: nexusnewsfeed.com

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia