Regno Unito: presentata denuncia per crimini contro l'umanità

 

Regno Unito: presentata denuncia per crimini contro l'umanità

Da dailyexpose.uk


Il 6 dicembre 2021 un team del Regno Unito ha presentato una denuncia al Procuratore della Corte Penale Internazionale per conto del popolo, accusando i crimini commessi da funzionari del governo britannico e da leader mondiali internazionali di varie violazioni del Codice di Norimberga, crimini contro l'umanità, crimini di guerra e crimini di aggressione perpetrati contro i popoli del Regno Unito.


In una settimana in cui anche alcune delle misure più conformi "COVID", possiamo osservare che le persone nel Regno Unito hanno forse raggiunto un punto dopo 21 mesi di regole insensate in cui stanno dicendo basta.


Per fortuna abbiamo una squadra del Regno Unito che lotta per la giustizia per conto di tutti noi, che crede che:


"La gravità e l'estensione dei crimini commessi nel Regno Unito, evidenziati dalla portata delle persone che questi crimini colpiscono, che questi crimini continuano ad essere commessi, la vasta gamma di perpetratori, i modelli ricorrenti di criminalità e le limitate prospettive di responsabilità a livello nazionale, tutti pesano fortemente a favore di un'indagine".


La notizia della denuncia legale è arrivata in un buon momento per molti (documento):

I colpevoli elencati nel documento



I ricorrenti dichiarano di aver provato a sollevare il loro caso attraverso la polizia locale inglese e il sistema giudiziario inglese senza successo. Il team è rappresentato dall'avvocato, Hannah Rose, con co-ricorrenti tra cui:


 Dr. Mike Yeadon, che è un ex vicepresidente e Chief Scientist di allergia e ricerca respiratoria presso Pfizer n farmacologia respiratoria, ex vicepresidente e Chief Scientist di allergia e ricerca respiratoria presso Pfizer.


 Piers Corbyn - Astrofisico e attivista, ufficiale di polizia in pensione, Mark Sexton -John O'Loony - Direttore di funerale e attivista, Johnny McStay - Attivista e Louise Shotbolt - Infermiera e attivista dei diritti umani


Il Tribunale penale internazionale


I ricorrenti affermano che hanno cercato di sollevare il loro caso attraverso la polizia locale inglese e il sistema giudiziario inglese senza successo


Questo è esattamente il motivo per cui ci si è rivolti direttamente alla CPI, poiché se uno stato non è disposto o non è in grado di svolgere un'indagine o un'azione penale, la CPI è in grado di perseguire, non per sostituire i sistemi criminali nazionali, ma per completarli.


Il team di richiedenti ha fornito alla CPI una documentazione che dettaglia numerose rivendicazioni che ammontano a violazioni del Codice di Norimberga, Crimini contro l'umanità, crimini di guerra e crimini di aggressione nel Regno Unito.


All'interno della denuncia, il team sostiene che "sulla base delle ampie rivendicazioni e della documentazione allegata, accusiamo i responsabili di numerose violazioni del Codice di Norimberga, crimini contro l'umanità, crimini di guerra e crimini di aggressione nel Regno Unito, ma non solo gli individui in questi paesi".


I ricorrenti affermano che "è nostra intenzione presentarvi e dettagliare come, nel Regno Unito quest'anno, il governo del Regno Unito, con i suoi ministri e alti funzionari hanno violato il Codice di Norimberga non solo in un singolo aspetto ma in molti aspetti".


Cifre gonfiate di Covid


Attraverso un documento di oltre diecimila parole, il team ha raccolto ampie prove che sono aree di preoccupazione si sono verificati sotto la veste di misure o interventi per la prevenzione di un "virus".


Un'area particolarmente notevole e importante affrontata all'interno di questa denuncia documentata, è il fatto che il numero di casi di covid-19 è stato artificialmente gonfiato a causa dell'imprecisione e inaffidabilità dei test PCR.


Probabilmente, senza queste cifre gonfiate, non ci sarebbe stato bisogno di altre misure e interventi che ora sono classificati come crimini contro l'umanità.


Il team evidenzia il fatto che una morte per covid è registrata se un individuo è morto per qualsiasi motivo entro 28 giorni da un test Covid-19 positivo (che è stato confermato con i test PRC inaccurati e inaffidabili).


"Queste morti vengono registrate come Covid-19 indipendentemente dal fatto che il Covid-19 fosse la causa effettiva della morte".


 Il rebranding di influenza, polmonite e infezioni respiratorie.


Inoltre, un altro modo in cui le statistiche del Covid-19 sono state gonfiate artificialmente è il "rebranding" dell'influenza comune, della polmonite e di altre infezioni respiratorie come covid -19. I ricorrenti hanno citato i dati dell'ONS che hanno mostrato che le morti nel 2018 per influenza e polmonite ammontavano a 29.516 e nel 2019, era 26.398.


Tuttavia, i decessi nel 2020 per l'influenza sono stati registrati a soli 394 e la polmonite a 13.619.

La documentazione evidenzia anche che una richiesta di libertà di informazione (FOI) ci mostra che tra marzo e giugno 2020 il numero totale di morti legate al Covid-19 in Inghilterra e Galles senza condizioni di salute preesistenti era di 4.476.


Questo argomento è stato ulteriormente rafforzato da John O'loony, un richiedente congiunto su questa richiesta è un direttore di pompe funebri che gestisce la sua casa funeraria a Milton Keynes. Come direttore di pompe funebri, il signor O'loony ha testimoniato di aver visto un massiccio sforzo fatto per gonfiare deliberatamente i numeri di morte Covid. Pazienti malati di cancro, vittime di ictus e persino un tizio che è stato gestito nel suo complesso sono finiti con il Covid sul loro certificato di morte".


Richiesta di un'indagine completa


Tutte le aree che erano probabilmente il risultato dei casi gonfiati sono state incluse nel documento per aggiungere peso alla denuncia con prove fattuali o eventi o per richiedere un'indagine completa in aree particolari.    


A giustificare un'indagine completa, per esempio, sono le vaccinazioni che sono "un trattamento medico innovativo" che ha ricevuto solo un'Autorizzazione temporanea.


I vaccini sono ancora in fase di sperimentazione di Fase 3 che non si concluderà fino alla fine del 2022/inizio 2023, quindi, i vaccini sono sperimentali, il che significa che ci sono dati limitati per il breve termine e nessun dato di sicurezza a lungo termine disponibile.


Inoltre, l'uso di una nuova tecnologia di vaccino mRNA, mai approvata per uso umano, che è effettivamente un pro-farmaco, significa che non si sa quanta proteina spike ogni individuo produrrà. I ricorrenti sostengono, quindi, che "i potenziali effetti tardivi possono richiedere mesi o anni per diventare evidenti


L'inclusione di idrossido di grafene


Anche garantire un'indagine completa secondo il team è l'inclusione di idrossido di grafene e il presunto assassinio del Dr. Andreas Noack, dopo il suo video rivelando la sua presenza nei vaccini


Il dottor Andreas aveva spiegato cosa fosse l'idrossido di grafene e come le nanostrutture iniettate nel corpo umano agiscano come "lame di rasoio" all'interno delle vene dei destinatari del "vaccino" e che a causa delle dimensioni delle strutture non sono state in grado di mostrarsi nelle autopsie. Secondo i richiedenti, "i tossicologi non possono immaginare che ci siano strutture che possono tagliare i vasi sanguigni causando la morte per dissanguamento all'interno delle persone, quindi non le cercherebbero, date le loro dimensioni atomiche".


Altre aree e parallelismi con la Germania del 1930


Il team include anche argomenti relativi all'Inefficacia delle maschere, dicendo che anche l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha ammesso che non ci sono prove disponibili sull'utilità delle maschere per proteggere gli individui non malati. Evidenziano anche i trattamenti alternativi che sono stati ignorati, la censura, e che il governo britannico e i governi di tutto il mondo stanno usando la "pandemia" per reprimere la libera espressione e l'accesso alle informazioni e allarmanti paralleli con la Germania del 1930 come raccontato dai sopravvissuti all'Olocausto


Ci sono diversi sopravvissuti all'Olocausto tedesco che tracciano netti paralleli tra le restrizioni di Covid e l'inizio dell'Olocausto. Questi insieme ad altre aree incluse nella denuncia che può essere trovata qui sono secondo i ricorrenti forniscono "una base ragionevole per credere che siano state commesse violazioni del Codice di Norimberga, genocidio, crimini contro l'umanità, e crimini di guerra".


Il documento si conclude con una forte richiesta:


"Vogliamo ripetere: è della massima urgenza che l'ICC intraprenda un'azione immediata, tenendo conto di tutto questo, per fermare il lancio delle vaccinazioni covide, l'introduzione di passaporti di vaccinazione illegali e tutti gli altri tipi di guerra illegale qui menzionati che vengono attualmente condotti contro il popolo del Regno Unito per mezzo di un'ingiunzione giudiziaria IMMEDIATA".


L'archiviazione offre speranza in una saga infinita di inganno dannoso. La documentazione è interessante e molto educativa, trovate il documento completo qui (fonte).


Un grazie di cuore da tutti noi e buona fortuna a Hannah Rose e alla squadra!

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia