I vaccini COVID-19 collegati al cambiamento dei cicli mestruali

 

I vaccini COVID-19 collegati al cambiamento dei cicli mestruali

Fare un vaccino COVID-19 è stato collegato a un cambiamento nel ciclo mestruale tra le donne, secondo un nuovo studio.


La dottoressa Alison Edelman della Oregon Health & Science University e altri ricercatori hanno studiato i cicli tra 2.403 donne vaccinate e 1.556 non vaccinate e hanno concluso che la vaccinazione era associata a un cambiamento nella lunghezza del ciclo.


Il cambiamento è stato fissato a meno di un giorno; non è stato rilevato alcun cambiamento nella lunghezza delle mestruazioni.


I ricercatori hanno detto che i vaccini che utilizzano la tecnologia dell'RNA messaggero - sia quelli di Pfizer che quelli di Moderna - innescano una risposta immunitaria, che potrebbe temporaneamente influenzare la funzione dell'asse ipotalamo-ipofisi-ovaio, e i risultati dello studio supportano l'ipotesi.


"I nostri risultati sono rassicuranti; non troviamo alcun cambiamento clinicamente significativo a livello di popolazione nella lunghezza del ciclo mestruale associato alla vaccinazione COVID19. I nostri risultati supportano e aiutano a spiegare gli auto-rapporti di cambiamenti nella lunghezza del ciclo. Gli individui che ricevono due dosi di vaccino COVID-19 in un singolo ciclo sembrano sperimentare un cambiamento più lungo ma temporaneo della lunghezza del ciclo", hanno scritto i ricercatori.


Mentre lo studio non ha trovato la vaccinazione associata a cambiamenti nella lunghezza delle mestruazioni, "rimangono domande su altri possibili cambiamenti nei cicli mestruali, come i sintomi mestruali, sanguinamento non programmato e cambiamenti nella qualità e quantità di sanguinamento mestruale," hanno aggiunto.


Le limitazioni includono forse non essere generalizzabile alla popolazione degli Stati Uniti, dato che le donne che usano Natural Cycles, da cui provengono i dati, hanno più probabilità di essere bianche, istruite al college e hanno indici di massa corporea più bassi rispetto alla donna media.


Lo studio è stato pubblicato da Obstetrics & Gynecology ed è stato finanziato dal National Institutes of Health, che l'anno scorso ha assegnato 1,6 milioni di dollari in sovvenzioni per sondare i potenziali legami tra vaccinazione e cambiamenti mestruali.


"E' rassicurante che lo studio abbia trovato solo un piccolo e temporaneo cambiamento mestruale nelle donne", ha detto la dottoressa Diana Bianchi, direttore dell'Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health and Human Development dell'agenzia.


"Questi risultati forniscono, per la prima volta, un'opportunità per consigliare le donne su cosa aspettarsi dalla vaccinazione COVID-19 in modo che possano pianificare di conseguenza", ha aggiunto.


Poche ricerche sono state condotte in passato su come i vaccini, sia per COVID-19 che per la nota, potrebbero influenzare il ciclo mestruale, secondo i funzionari.


Una ricerca condotta in Norvegia dall'Istituto di Salute Pubblica del paese e pubblicata il mese scorso ha mostrato che molte donne hanno riportato periodi più pesanti del normale dopo aver ricevuto un vaccino COVID-19, ma ha anche trovato che la maggior parte dei cambiamenti è andata via dopo un periodo di tempo.


"La maggior parte dei cambiamenti mestruali dopo la prima dose erano transitori. In media, sono tornati ai loro livelli normali al momento della vaccinazione con la seconda dose, circa due o tre mesi dopo la prima dose", ha detto il dottor Lill Trogstad, leader del progetto presso l'istituto, in un comunicato.


Le autorità norvegesi hanno raccomandato alle donne che sperimentano un'emorragia pesante e persistente dopo la vaccinazione di rimandare qualsiasi ulteriore dose fino a quando la causa viene indagata o i sintomi passano.


Per saperne di più: theepochtimes.com

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia