L'Austria ora considera quasi 4 milioni di vaccinati con doppia dose come NON vaccinati, un mese per mettersi in regola poi le sanzioni

 

L'Austria ora considera quasi 4 milioni di vaccinati con doppia dose come NON vaccinati, un mese per mettersi in regola poi le sanzioni


Il governo austriaco ha annunciato oggi che la validità del "passaporto verde" è stata ridotta a sei mesi. Questo significa anche che tutte le persone che hanno avuto la "vaccinazione completa" negli ultimi sei mesi saranno relegate a uno stato civile inferiore e diventeranno "non vaccinati".


Anche gli obbedienti sono diventati persone di seconda classe, esclusi dalla vita sociale grazie alla "serrata per i non vaccinati" del paese. Gli austriaci che vivono in questo incubo distopico senza fatti, sono attualmente di fronte a due opzioni: Costringere il governo ad andarsene o prendere il terzo, quarto, quinto, sesto e forse eterno colpo.


Sei mesi fa circa 3,8 milioni di austriaci erano considerati "completamente vaccinati". Si fidavano dell'ex cancelliere Sebastian Kurz e dei Verdi che avevano promesso che la doppia iniezione li avrebbe "liberati". Il loro "dovere civico" e la loro "solidarietà" avrebbero vinto la malattia, gli era stato detto ripetutamente, e presto tutto sarebbe tornato alla normalità. Oppure no? Il cancelliere Nehammer sta tirando giù il martello, anche sui suoi seguaci.


Chiunque non accetti l'iniezione di richiamo con lo stesso vaccino, che ha dimostrato di avere poco o nessun effetto contro le "varianti", è ora escluso dalla vita sociale ed è considerato un miserabile perché i "non vaccinati" sono persone cattive, stupide secondo la narrativa ufficiale, che mettono in pericolo gli altri, sono probabilmente anche "estremisti di destra" o peggio... "terroristi". Essere declassati ad asociali, stupidi, radicali di destra per decreto, sarà una pillola difficile da ingoiare per molti.


Non è chiaro quante persone perderanno effettivamente il loro status di "verde", perché di quelli che erano stati doppiamente colpiti entro luglio 2021, alcuni hanno già avuto il richiamo. Potrebbe essere che circa 1,9 milioni di austriaci - oltre ai già non vaccinati - si rifiutino di obbedire.


Fonte: freewestmedia

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia