Vanessa Martins Figueiredo, 13 anni muore dopo aver ricevuto il vaccino COVID-19 Pfizer, aperta un'indagine

 

Vanessa Martins Figueiredo, 13 anni muore dopo aver ricevuto il vaccino COVID-19 Pfizer, aperta un'indagine

Un'indagine è stata avviata sulla morte di una ragazza di 13 anni di Araranguá, Brasile, che è morta poco dopo la sua prima dose del vaccino COVID-19 della Pfizer, riferisce l'emittente brasiliana Revista Oeste.


Vanessa Martins Figueiredo ha ricevuto la sua prima iniezione il 9 novembre e ha sviluppato la paralisi di Bell cinque giorni dopo.



L'adolescente della città di Araranguá ha sofferto di paralisi facciale e debolezza su un lato del suo viso solo cinque giorni dopo la puntura di Pfizer e le è stata diagnosticata la paralisi di Bell. Si è sottoposta a un trattamento con corticosteroidi (un antinfiammatorio) per la sua condizione.


Tuttavia, la sua salute è peggiorata nel corso delle settimane ed è stata ricoverata in ospedale il 29 dicembre con problemi respiratori. La 13enne è stata poi intubata e trasferita all'ospedale pediatrico Joana de Gusmão di Florianópolis il 2 gennaio.


Vanessa è morta otto giorni dopo, lunedì 10 gennaio.


Sua madre, Alice Romano, ha detto a Revista Oeste:


"Hanno provato di tutto per tutta la notte, ma al mattino le sue condizioni sono peggiorate. Poi mi hanno chiamato nel 'salotto' e mi hanno detto che non si poteva fare più niente, perché l'infezione aveva raggiunto una parte importante del suo cervello.

Alle 10:15 del mattino mia figlia è morta".


Alice ha anche postato la morte di sua figlia su Facebook e ha pubblicato una dichiarazione in cui dice che la sua tredicenne non aveva problemi di salute preesistenti e che è morta a causa del vaccino.

Ha postato questo messaggio il 10 gennaio, il giorno della tragica morte di sua figlia.

La Direzione di Sorveglianza Epidemiologica di Santa Catarina ha informato in una nota che è stata avviata un'indagine per scoprire se c'è una relazione causale tra la sua morte e la somministrazione del vaccino Pfizer.


"La morte della ragazza [Vanessa Martins Figueiredo] è stata notificata dal comune come un possibile 'Evento Avverso Post-Vaccinazione' (AEPV), associato all'applicazione del vaccino Pfizer.


Considerando che la notifica di qualsiasi AEPV deve avvenire entro un periodo massimo di 30 giorni dopo aver ricevuto il vaccino, è necessario valutare attentamente questa informazione, poiché la morte può essere associata ad altre cause e non necessariamente al vaccino".


Tuttavia, Alice rimane convinta che sua figlia sia morta a causa del vaccino Pfizer, come ha notato su Facebook:

"Mia figlia è appena morta a causa del vaccino Pfizer"


Vanessa è stata sepolta questo martedì.


Per aggiornamenti: thecovidworld

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia