La Russia riconoscerà le criptovalute come forma di valuta quest'anno



  • La Banca di Russia ha proposto un divieto di commercio, uso e mining di criptovalute
  • Il governo e la Banca di Russia hanno concordato un futuro regime per la circolazione delle criptovalute
  • Le persone che accettano criptovalute come mezzo di pagamento dovranno pagare una multa

La Russia potrebbe presto unirsi alla schiera di paesi che riconoscono le criptovalute come una forma di valuta. La Banca di Russia e il governo hanno raggiunto un accordo sulla regolamentazione, ha riferito CNBC, citando i media locali.


La Russia ha proposto un divieto sulle criptovalute settimane prima

Lo sviluppo arriva settimane dopo che la Banca di Russia ha proposto un divieto di trading, uso e mining di criptovalute. I cittadini russi e i residenti saranno autorizzati a detenere criptovalute solo se questa legge entrerà in vigore, hanno riferito i media locali.


Su Twitter, il giornale russo Kommersant ha postato quanto segue e ha anche pubblicato un rapporto correlato:


Il governo e la Banca di Russia hanno concordato un futuro regime per la circolazione delle criptovalute in Russia. Entro il 18 febbraio, prepareranno un progetto di legge sulla circolazione delle valute digitali nella Federazione Russa, in cui le criptovalute sono riconosciute come un analogo delle valute, e non attività finanziarie digitali.


Il rapporto informa che le criptovalute non potranno circolare senza una completa identificazione attraverso il sistema bancario o intermediari autorizzati.


La Russia ha legalizzato le criptovalute nel 2020, ma non le ha autorizzate per i pagamenti

Mentre le autorità russe hanno conferito lo status legale alle criptovalute nel 2020, non le hanno mai autorizzate come metodo di pagamento. La Russia ha chiesto una regolamentazione per anni, esprimendo la preoccupazione che le criptovalute possano essere utilizzate per attività illegali, di cui non c'è carenza.


Un rapporto pubblicato dalla Banca di Russia all'epoca affermava:


L'uso delle criptovalute crea minacce significative per il benessere dei cittadini russi e la stabilità del sistema finanziario.


Entro il 18 febbraio, la Banca di Russia e il Ministero delle Finanze devono redigere un disegno di legge separato o emendamenti alla legge sulle attività finanziarie digitali perché le previsioni si avverino. Nella prima metà del 2022, parte del nuovo regolamento sulle valute digitali potrebbe essere applicato. Questo potrebbe essere posticipato al 2023, secondo il rapporto Kommersant.


Il possesso e il commercio di criptovalute è ancora permesso

Le persone sono ancora autorizzate a possedere o scambiare criptovalute nel paese, ma solo attraverso l'organizzatore del sistema di scambio di valuta digitale. Questo è uno scambio p2p con il diritto di operare in Russia o una banca con una licenza universale, il rapporto ha aggiunto.


Le transazioni di criptovalute di 8K o più sono illegali

Il rapporto suggerisce anche che le transazioni cripto per un importo superiore a 600.000 rubli saranno contro la legge. Questo corrisponde a circa 8.000 dollari ai tassi di cambio effettivi. Inoltre, le persone che accettano cripto come mezzo di pagamento dovranno pagare una multa.


Fonte: banklesstimes

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Link e materiale non pertinente sarà eliminato.

Nuova Vecchia