Drenano il mare per analizzare le rovine di Salamina

Scoperto presso le rovine di Salamina, una testa di marmo proveniente da un'antica statua greca.
Scoperto presso le rovine di Salamina, una testa di marmo proveniente da un'antica statua greca.
Il Ministero della Cultura greco ha annunciato una scoperta importante degli archeologi marini al largo dell'isola di Salamina. È stato rivelato che subacquei e ricercatori hanno trovato una struttura o un edificio monumentale. Questo è vicino al sito di una delle più importanti battaglie navali della storia, la Battaglia di Salamina (480 aC).

Gli archeologi marini hanno indagato sulle acque della baia di Ampelakia, al largo dell'isola di Salamina. La ricerca è stata condotta da esperti dell'Istituto di ricerca archeologica marina (IMAR) in collaborazione con l'Ephorate of Underwater Antiquities del Ministero della Cultura e dello Sport "secondo Tornos News.

Un team multidisciplinare di ricercatori provenienti da trenta discipline è stato coinvolto nel progetto, compresi quelli dei settori dell'archeologia marina e delle scienze geofisiche. Erano guidati dal Dr. Angeliki Simosi e dal Prof. Yiannos G. Lolos.



Un edificio sotto il mare

Il 2018 è stato il terzo anno della squadra per indagare sulla zona ed è stata di gran lunga la loro stagione di maggior successo. Il team ha utilizzato nuove tecniche per indagare sulle acque intorno alla storica isola di Salamina durante i mesi estivi. Ciò ha permesso loro di scavare completamente una grande struttura nella parte occidentale della baia di Ampelakia, trovata in acque poco profonde e sepolta nel fango.

Erano consapevoli dell'esistenza della struttura perché la sua sagoma poteva essere tracciata durante la bassa marea. Negli anni precedenti la squadra ha trovato strutture a est ea sud della baia di Ampelakia, che potrebbe essere stata l'area di raccolta per la flotta greca che combatté nella battaglia di Salamina (480 aC).

Il sito dell'edificio scoperto nella baia di Ampelakia a Salamina.
Il sito dell'edificio scoperto nella baia di Ampelakia a Salamina.
I sub hanno ora localizzato una struttura lunga 50 piedi che "è stata organizzata su un asse nord-sud" secondo Newsweek. Sembra che fosse una sezione di un grande edificio pubblico che risale ad almeno 2.200 anni fa. Newsweek riferisce anche che probabilmente era "uno dei principali edifici pubblici della zona, situato nel punto più basso della città antica, al porto".

I ricercatori hanno anche esposto alcune ceramiche, plinti e colonne provenienti dall'edificio. Numerosi frammenti di anfore e manici di vaso sono stati recuperati dal fango. Un'abbondanza di ceramiche dal periodo classico al periodo romano è stata scoperta dagli archeologi.

Tesori sotto la baia

Hanno anche trovato molti frammenti di statue di marmo tra cui una testa di quello che sembra essere una rappresentazione di un giovane atleta. Il capo del giovane può rappresentare il Messaggero degli Dei, Ermes. Basato sullo stile del manufatto, probabilmente proveniva dalla scuola di scultura ispirata al famoso Lisippo.

In una nuova tecnica innovativa, è stata installata una barriera attorno al sito per consentire l'accesso all'area per un corretto esame. Questo, secondo Tornos News "ha permesso l'uso combinato di metodi e mezzi tecnici per gli scavi sottomarini e terrestri nella ricerca dell'antica struttura edilizia". Questa tecnica di scavo ha permesso di esplorare il fondale in modo approfondito. Ha persino permesso agli archeologi di scavare le fondamenta del grande edificio.

Gli archeologi lavorano nel sito delle rovine di Salamina.
Sulla base di un esame preliminare dei risultati, l'edificio era o un tempio o stoa (un passaggio coperto). Probabilmente risale al periodo ellenistico ed era in uso fino al 3 ° secolo dC, quando Salamina faceva parte dell'Impero Romano. Tornos News riporta che parte della struttura "costituisce la base di un solido pilastro, costruito almeno 200 anni fa".

La battaglia di Salamina

La costruzione fu costruita dopo la famosa battaglia di Salamina che si svolse nelle acque al largo dell'isola. Questo fu combattuto nel 480 aC tra i greci e i persiani. Questa battaglia fu una grande vittoria navale greca ed ebbe un ruolo fondamentale nella sconfitta dell'invasione persiana. La Battaglia di Salamina è ampiamente considerata come un salvatore del mondo classico, che fu così influente nello sviluppo della civiltà occidentale.

Battaglia di Salamina - la flotta achemenide, in rosso, entrò da est, a destra, e affrontò la flotta greca, in blu, entro i confini dello stretto.
Battaglia di Salamina - la flotta achemenide, in rosso, entrò da est, a destra, e affrontò la flotta greca, in blu, entro i confini dello stretto.
Si ritiene che l'edificio fosse probabilmente situato vicino all'agora o al principale spazio pubblico di Salamina. Questo era un porto molto importante e in seguito divenne parte dell'impero ateniese, ma non dovrebbe essere confuso con l'antica città di Salamina a Cipro.

Sappiamo dall'antico scrittore di viaggi Pausania che le parti basse della città erano in rovina dalla metà del II secolo d.C. Perché il grande edificio è caduto in mare non è ancora noto, ma potrebbe essere stato a causa dell'innalzamento del livello del mare o di un terremoto.

La scoperta sta aiutando gli storici a capire meglio gli antichi Salamina. I ricercatori stanno anche estraendo sedimenti dal sito per stabilire la geografia della costa quando la città era un porto importante e la battaglia di Salamina è stata combattuta.

Sono in corso lavori di conservazione su alcuni dei manufatti, in particolare la notevole testa che è stata trovata. Questa scoperta è solo l'ultima di molti reperti spettacolari fatti dagli archeologi marini, inclusa la scoperta di un'antica base navale vicino ad Atene.


Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia