Ritrovati teschi di bambini ecuadoriani con elmetti d'ossa

Neonato scoperto a Salango, in Ecuador, con un elmo teschio
Teschio di neonato scoperto a Salango, in Ecuador, con un elmo 
Gli archeologi dell'Ecuador hanno trovato due bambini sepolti che indossavano "caschi" ricavati dai teschi di altri due bambini.

La piattaforma rituale funeraria di Salango sulla costa centrale dell'Ecuador risale al 100 a.C. circa ed è stata utilizzata dalla cultura del Guangala. Tra il 2014 e il 2016, sono stati recuperati i resti di 11 individui che erano stati sepolti con conchiglie e statuette di antenati scolpite e inclusi in questo scavo c'erano due bambini che "indossavano" i teschi di altri bambini attorno ai propri.

Salango sulla costa dell'Ecuador ha una storia nota che risale a 5000 anni fa.
Salango sulla costa dell'Ecuador ha una storia nota che risale a 5000 anni fa.
Non è raro trovare teschi adulti nelle sepolture sudamericane, ma sono generalmente i resti di adulti morti in guerra. La scoperta dei bambini è molto meno comune, il che rende questi due bambini ancora più speciali. I ricercatori principali, Sara Juengst e Abigail Bythell, dell'Università della Carolina del Nord a Charlotte e Richard Lunniss e Juan José Ortiz Aguilu dell'Università Técnica de Manabí in Ecuador hanno pubblicato le loro ricerche sui curiosi bambini nella rivista Latin American Antiquity.

Caschi della morte con teschi umani

Un bambino è morto a 18 mesi, secondo quanto riferito da Juengst e colleghi, è stato scoperto indossando il cranio modificato di un bambino di 4-12 anni come fosse un "elmetto" attorno alla propria testa. Il secondo bambino aveva circa 6-9 mesi alla morte e questo bambino è stato trovato con un elmo a forma di teschio fatto da un altro bambino che era morto tra i 2-12 anni.






Juengst e colleghi suggeriscono che queste insolite sepolture simboliche a Salango potrebbero essere state un tentativo di garantire la protezione di quelle che i ricercatori chiamavano anime "pre-sociali e selvagge". E l'atto di seppellire i loro figli con icone di antenati in pietra scolpita potrebbe essere stato un modo per "potenziare ulteriormente" le loro teste, proteggendo i bambini morti prematuramente.

Raffigurazione di un antenato del Guangala, usata nei rituali di sepoltura.
Raffigurazione di un antenato del Guangala, usata nei rituali di sepoltura.

Caschi con teschi per protezione

Il team di ricercatori spera che le analisi in corso del DNA e degli isotopi confermeranno se i neonati e quei bambini che sono diventati i "caschi del cranio" fossero collegati, ma nel loro articolo affermano che esistono varie possibilità per l'origine dei crani, ma che pensano che le sepolture siano prove di antiche tradizioni legate alle idee sulla "rinascita".

Le sepolture ecuadoriane hanno fatto notizia a livello mondiale il mese scorso dopo che gli archeologi della Far Eastern Federal University (FEFU) hanno trovato tre antiche sepolture nel Cantone di Atahualpa risalenti dai 6.000 ai 10.000 anni fa, appartenenti alla cultura archeologica di Las Vegas dell'età della pietra. E due anni fa, il National Geographic ha annunciato la scoperta del "più grande incidente singolo di sacrificio di massa dei bambini nelle Americhe", e forse nel mondo, a Las Llamas sulla costa settentrionale del Perù.

Più di 140 bambini e 200 lama sono stati sacrificati ritualmente 550 anni fa su una scogliera spazzata dal vento che domina l'Oceano Pacifico, vicino alla capitale dell'Impero Chimú. Il team scientifico che sta indagando sui sacrifici di Las Llamas in Perù sta svelando le storie di vita delle giovani vittime, cercano di capire chi fossero e da dove venissero.

Un numero scioccante di corpi di bambini trovati in Perù. (© 2019 Gabriel Prieto / Plos ONE)
L'analisi preliminare del DNA indica che sia i ragazzi che le ragazze erano vittime e l'analisi isotopica indica che non erano tutti tratti da popolazioni locali ma da diverse regioni dell'Impero Chimú. Inoltre, sono state scoperte prove di modifiche craniche a sostegno dell'idea che questi bambini fossero stati portati sulla costa da zone più distanti dell'influenza Chimú.

Dettagliare i bambini sacrificati del Sud America

Ritornando dai bambini trovati in Ecuador che indossavano il cranio di altri bambini per conto proprio; questa pratica sembra essere unicamente ecuadoriana e non è stata trovata altrove nelle antiche pratiche funerarie andine. Secondo Lonely Planet, Salango, dove sono stati scoperti i bambini, prende vita con il Festival de la Balsa Manteña che si svolge ogni anno il 12 ottobre, quando i locali navigano lungo le coste tradizionali su barche di bambù che nell'antichità sarebbero state usate per commerciare merci fino al Messico.

Salango, il luogo della scoperta dei caschi del cranio utilizzati nelle sepolture infantili celebra molti rituali come il Festival de la Balsa Manteña.
Salango, il luogo della scoperta dei caschi del cranio utilizzati nelle sepolture infantili celebra molti rituali come il Festival de la Balsa Manteña.
Il Museo Archeologico di Salango, sul bordo settentrionale di Salango, situato a solo un isolato dalla spiaggia, offre più di 245 pezzi di ceramica risalenti tra il 3000 a.C. ed il 1500 d.C. dagli insediamenti dei popoli Valdivia, Machalilla, Chorrera Engoroy, Bahia e Guangala. Gli archeologi hanno un laboratorio per la ricerca sul posto e il museo offre anche 11 cabine sulla spiaggia a soli $ 15 a persona per quegli esploratori che desiderano rimboccarsi le maniche e farsi coinvolgere in progetti di archeologia.

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia