Navalny sostenuto dalla NATO per destabilizzare la Russia

 

Navalny sostenuto dalla NATO per destabilizzare la Russia



Mentre Navalny viene lodato come un eroe liberale e il volto dell'opposizione contro Putin dai media occidentali che si vantano di essere progressisti, la persona che stanno difendendo e riverendo ha una visione del mondo dominata dall'ideologia di destra. Alla fine degli anni 2000 Navalny si è dichiarato nazionalista e ha partecipato a raduni di estrema destra contro l'immigrazione e ha chiesto alla Russia di smettere di sostenere le regioni molto più povere del Caucaso del paese come parte di una campagna da lui fondata chiamata "Stop Feeding the Caucasus".


Nel 2008 Navalny ha scritto sulla sua pagina Live Journal di asiatici centrali che "battono con mazze su alcuni pezzi di ferro con un ruggito infernale". Poi conclude: "E poi ci chiediamo dove si trovano i tagiki con i crani rotti sotto i cespugli. ... un altro attacco degli skinheads". Navalny sta qui davvero fornendo una giustificazione per la violenza contro i centro asiatici, affermando che a causa del comportamento di alcuni non c'è da meravigliarsi che gli skinheads li uccidano. Questo tipo di violenza è stato un fenomeno reale in Russia. Prendiamo, per esempio, una storia del 2007 in cui è stato pubblicato un video che mostrava "l'esecuzione di un tagiko e un daghestano" da parte dei membri del gruppo skinhead, Format 18.


Nel 2007, Navalny ha cofondato il partito politico nazionalista PEOPLE. Nel manifesto del partito si legge: "Il compito principale dello stato russo è quello di fermare il processo di degradazione della civiltà russa e creare le condizioni per la conservazione e lo sviluppo del popolo russo, la sua cultura, la lingua, il territorio storico." Questo si riferisce all'immigrazione e alla conservazione del popolo russo come razza "pura". Questa è una retorica comune per i populisti razzisti. Ora, non c'è niente di sbagliato nel voler preservare la cultura, ma ciò con cui dobbiamo fare i conti è la realtà che coloro che hanno un'agenda etno-centrica e razzista useranno questo tipo di retorica per ottenere un vantaggio per se stessi. Non possiamo guardare la dichiarazione di Navalny qui e semplicemente isolarla, ma piuttosto dobbiamo vederla alla luce del suo paradigma generale e delle sue azioni.


Alla fine degli anni 2000 Navalny ha partecipato alla "Marcia Russa", un raduno annuale in cui nazisti e nazisti di estrema destra si riuniscono a Mosca. In risposta, il partito liberale Yabloko - di cui Navalny era membro - lo espulse. Ma nel 2007, sotto la bandiera del Movimento di Liberazione Nazionale Russo, Navalny si è descritto come un "nazionalista certificato".  Infatti, sei anni dopo Navalny ha ammesso di aver partecipato ad ogni marcia russa dal 2007. Ha scritto sul suo blog nel 2013: "Ho partecipato ad ognuna dal 2007, non sono stato all'ultima - ero sdraiato con la febbre".  Lo scrittore e blogger Eduard Bagirov, che conosce Navalny dal 2001, parla di lui come un uomo "con i modi del Fuhrer, che è pronto a saltare sopra la testa". Begirov continua a descrivere Navalny come "il fascista più naturale. ...Andava alle "marce russe"... Allora erano veri e propri raduni nazisti, dove si faceva zig zag, si portava una svastica addosso e si cantavano gli slogan appropriati. Per esempio, "Smettete di nutrire il Caucaso!" - questo era il suo (di Navalny) programma. Questa affermazione non è un'esagerazione". Abbiamo guardato due video che mostrano ciascuno due eventi separati della Marcia russa, uno del 2012 e l'altro del 2013: entrambi avevano molte bandiere sventolanti con l'immagine della svastica slava (il kolovrat):

Navalny sostenuto dalla NATO per destabilizzare la Russia

Navalny sostenuto dalla NATO per destabilizzare la Russia


All'evento del 2012 - svastiche e tutto il resto - ha partecipato Navalny, il presunto martire che i media occidentali stanno lodando.  E non è interessante che, a prescindere dalla storia neonazista di Navalny, sia stato finanziato da un ricco uomo d'affari ebreo durante il suo più recente esilio in Germania? Come si legge su Reuters:


Boris Zimin, il figlio di un ex magnate russo delle telecomunicazioni, ha confermato a Reuters di aver pagato l'evacuazione medica di Navalny in Germania, un costo di 72.000 euro. Navalny ha detto in precedenza che Zimin, che vive in Israele, gli paga uno stipendio annuale per il lavoro legale. Questo costituisce la maggior parte del reddito annuale di Navalny di 5.440.000 rubli (60.500 euro), ha detto Navalny.


"È importante che Alexei abbia un reddito legale e chiaro", ha detto Zimin dell'accordo, paragonandolo a un cittadino che paga le tasse. "La società dà ai politici fondi per permettere loro di lavorare. Non ho rapporti stretti con lui. Non siamo amici intimi. Lui non mi deve nulla."


Si può sostenere che Zimin non sa del coinvolgimento di Navalny nei raduni di estrema destra, ma secondo la Reuters "Zimin ha incontrato Navalny per la prima volta più di un decennio prima". Un decennio fa Navalny partecipava ai raduni della Marcia Russa. Che un ebreo finanzi un nazionalista di estrema destra non ci sorprende.


In un video di Youtube Navlany paragona gli immigrati illegali a delle carie che devono essere "sanificate" fuori dal paese: "Raccomando una sanificazione completa ... Tutto ciò che è sulla nostra strada dovrebbe essere attentamente ma decisamente rimosso attraverso la deportazione".  Navalny ha sicuramente moderato la sua retorica, ma l'ideologia di fondo per quanto riguarda l'immigrazione è certamente nel suo paradigma. "La base del mio approccio è che bisogna comunicare con i nazionalisti ed educarli", ha detto Navalny, questo ricorda molto le dichiarazioni di esponenti del partito democratico negli USA su come si dovrebbe educare i figli dei repubblicani. "Penso che sia molto importante spiegare loro che il problema dell'immigrazione illegale non si risolve picchiando i migranti, ma con altri mezzi democratici: un ritorno alle elezioni competitive che ci aiuterebbe a sbarazzarci dei truffatori e dei ladri che si arricchiscono con l'immigrazione illegale": "Io aderisco alle stesse opinioni che avevo all'inizio della mia carriera politica ... Non vedo alcuna contraddizione tra la promozione dei sindacati e la richiesta di un regime di visti per i migranti provenienti dall'Asia centrale".

Navalny sostenuto dalla NATO per destabilizzare la Russia


Dietro il suo discorso diplomatico si può leggere tra le righe: Navalny non è cambiato; è la stessa persona che era quando ha iniziato il suo radicalismo di destra. Inoltre, la sua promozione dei sindacati insieme al suo nazionalismo non è scioccante, dato che il sindacalismo fascista di Mussolini era incentrato sull'idea dei sindacati. L'ideologia politica di Navanly non è nuova; la fusione tra sindacalismo e nazionalismo è parte integrante del fascismo. Eppure l'apparato mediatico occidentale, il governo degli Stati Uniti e l'UE hanno costantemente invocato la simpatia per Navalny senza alcun tipo di avvertimento sulla sua storia. I media hanno analizzato senza sosta il nazionalismo di Trump e il suo parallelismo con il fascismo del passato, ma nessuna analisi simile è stata fatta su Navalny con la stessa energia e lo stesso esame. Qual è l'agenda degli USA e dell'UE nel sostenere questo ribelle? Si tratta di scatenare una rivoluzione in Russia che destabilizzerebbe il paese. È ovvio che i seguaci di Navalny vogliono rovesciare il regime di Putin. Ecco perché (nel febbraio del 2020) migliaia di sostenitori di Navalny sono scesi nelle strade di Mosca e hanno gridato "Russia senza Putin! Ciò che è interessante è che dopo che Navalny è stato (presumibilmente) avvelenato, è stato portato in Germania dove un uomo d'affari ebreo israeliano (Boris Zimin) lo ha finanziato. Il governo tedesco ha fornito la propaganda per aumentare ulteriormente l'immagine di Navalny come martire. Poi torna in Russia dove sono scoppiati dei disordini a suo sostegno. Non furono forse i tedeschi a sostenere Vladimir Lenin per farlo tornare in Russia dove finanziarono la sua rivoluzione bolscevica? Non furono forse numerosi gli ebrei che sostennero e fecero la rivoluzione bolscevica? Non sono forse i tedeschi di oggi che stanno e hanno sostenuto Navalny? E non è forse un finanziatore ebreo che ha finanziato Navalny?  La storia non si ripete esattamente, ma sicuramente fa rima. I ribelli, siano essi bolscevichi o populisti o nazionalisti, useranno sempre la verità per sostenere e giustificare la loro esistenza. Numerosi progetti di Navalny nel corso degli anni sono apparsi nobili e per il popolo. La fama di Navalny è iniziata circa un decennio fa, quando ha aperto un blog e ha scritto un articolo su come 4 miliardi di dollari sono stati rubati durante la costruzione di un oleodotto in Cina. Il blog esplose in popolarità e raggiunse il primo posto tra i migliori blog di Yandex (il principale motore di ricerca russo). Nel 2011 il sito di Navalny è diventato il blog numero uno tra i blog gestiti da politici e personaggi pubblici.   


È diventato un volto importante per una forma di attivismo popolare in cui sarebbe un whistleblower contro la corruzione sia a livello statale che aziendale. La sua strategia era l'attivismo degli azionisti in cui Navalny acquistava una piccola quantità di azioni al fine di accedere a informazioni private su una società. Ha poi iniziato a denunciare le società e le loro connessioni con il governo e ha coltivato un pubblico molto popolare.  Navalny ha poi spostato la sua posizione verso un aspetto più a sinistra, dichiarando addirittura nel 2020 di essere a favore di Bernie Sanders. Ha fondato la Fondazione Anti-Corruzione ed è il volto della ribellione contro il regime di Putin.

Navalny ha fatto numerose cose per guadagnare la fiducia della gente. Per esempio nel 2018 Navalny e il suo team hanno iniziato l'avvio di un sito web chiamato pensiya.org. Su questo sito ogni russo che non è d'accordo con l'innalzamento dell'età pensionabile può presentare una domanda e in cambio riceverà una lista di tutti i politici che sostengono l'innalzamento dell'età pensionabile. Un altro dei progetti di Navalny è "Smart Voting" con cui gli elettori che non amano il partito di Putin, Russia Unita, vengono indirizzati ai partiti di opposizione per cui votare. Nel dicembre del 2018 il sito web per Smart Voting è stato bloccato da Roskomnadzor (Servizio federale di supervisione delle comunicazioni, delle tecnologie dell'informazione e dei mass media) perché aveva trattato i dati personali degli utenti senza il loro consenso. Ma Smart Voting ha già fatto effetto quando numerosi partiti di opposizione hanno vinto i seggi per le elezioni del 2019 per la Duma (parlamento) della città di Mosca. 


Sempre nel 2019 è stato lanciato il progetto "Navalny's Trade Union". Il sito web di questo progetto permette agli elettori di vedere gli stipendi dei dipendenti statali. Se si nota sul sito che lo stipendio di un funzionario è più alto di quanto dichiarato, si può fare una domanda attraverso il sito per presentare un reclamo al governo. Questo progetto è stato effettivamente sostenuto dall'addetto stampa del presidente della Federazione Russa.

Navalny sostenuto dalla NATO per destabilizzare la Russia


Ma dobbiamo essere perspicaci. Perché prima che Navalny diventasse una pop star dell'attivismo politico, stava usando la sua posizione per coordinare e fare rete con i nazionalisti radicali. Nel 2009 Navalny ha ottenuto un posto come consigliere del governatore della regione di Kirov, Nikita Belykh. Il suo compito era quello di creare collegamenti con il partito locale e le figure pubbliche. Ma invece si coordinava con i radicali di destra. Sergei Karnaukhov, ex deputato di Kirov, ha raccontato:


"Nel 2009, ho ricevuto una chiamata dal centro per il contrasto all'estremismo nella regione di Kirov. È venuto fuori che Alexei Navalny, invece di iniziare a stabilire relazioni con le grandi strutture di partito, ha preso i radicali, compresi i nazionalisti locali ... Ha avuto un incontro con loro, ha offerto di unire gli sforzi, di unirsi. ...Poi il Centro per la lotta all'estremismo ha espresso preoccupazione per questo. Il contatto stesso con questi radicali potrebbe screditare l'intera squadra del governatore ... Ma Belykh non ha prestato attenzione a questo fatto, ha detto che Navalny stava lavorando su base volontaria, il che significava che non poteva essergli vietato nulla."


Nei primi anni 2000 Navalny ha lavorato come vice direttore per una società di pubblicità chiamata Allekt LLC (Аллект). Gli affari andavano male, fino al 2007 quando l'Unione delle forze di destra, un partito nazionalista di estrema destra, ha assunto Allekt per i servizi pubblicitari per la sua campagna elettorale alla Duma (parlamento). Allekt è stato pagato 99.000.000 di rubli per i suoi servizi, da cui Navalny ha ricevuto una commissione di 5.000.000 di rubli (55600€).


Valeriya Novodvorskaya, un politico che una volta era un attivista anti-sovietico, ha messo in guardia sul populismo di Navalny. Ha fatto l'osservazione che l'appello di Navalny a proteggere i russi dalle minoranze non ha senso perché la Russia è un paese a maggioranza russa, e quindi tale retorica ha un motivo insidioso. Se, ha avvertito, i russi seguono Navalny, anche il fascismo diventerà popolare:


"Se in Russia, dove i russi sono almeno l'80%, i russi hanno bisogno di essere protetti, allora, a quanto pare, questi russi non dovrebbero nemmeno vivere sulla terra se hanno bisogno di essere protetti nel loro paese, con una maggioranza così schiacciante. Chiunque parli della protezione dei russi in Russia è paragonato a coloro che parlavano della protezione dei tedeschi in Germania. Questo è un tabù assoluto per un politico decente, e in generale, per una persona decente.

Questo è nazismo e nient'altro. Protezione dei russi, sul territorio della Russia, da minoranze nazionali arroganti, che o vengono in gran numero qui, o non hanno il diritto di stabilirsi qui. Ce ne sarà abbastanza per sfamare il Caucaso. Se le folle seguono Navalny, il paese in futuro dovrà affrontare il fascismo. E io ho molta paura di questa ondata, che ora sta salendo. Perché non si solleva solo contro Putin. Si alza per il futuro antidemocratico della Russia. Sorge per il comunismo passato o per il futuro fascismo. E Navalny è uno dei potenziali leader di questa nuova distruzione".


C'è uno spirito oscuro che persiste nell'attuale atmosfera politica mondiale. La ribellione è diventata mainstream; l'intero apparato mediatico sostiene un fascista e condanna un paese per aver soppresso un sovversivo nella propria società. La rivolta porta al caos, e se il caos viene innalzato, allora il caos diventerà il dio di questo mondo e regnerà supremo. 

 

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia