Anche i vaccini Pfizer e Moderna causano coaguli di sangue

Anche i vaccini Pfizer e Moderna causano coaguli di sangue


Uno studio pubblicato oggi dall'Università di Oxford ha trovato che il numero di persone che hanno sviluppato coaguli di sangue CVST dopo i vaccini COVID era circa lo stesso per Pfizer, Moderna e AstraZeneca, ha riportato MarketWatch. (J&J non è approvato per l'uso nell'UE, dove lo studio ha avuto origine).


Qui puoi trovre gli ultimi dati disponibiliUSA: Aggiornamento sulle reazioni avverse ai vaccini Covid19 - fino 8 aprile


Secondo lo studio, 4 su 1 milione di persone hanno sperimentato CVST durante le due settimane successive alla vaccinazione con il vaccino Pfizer o Moderna, contro 5 su 1 milione di persone per il vaccino AstraZeneca.


Anche se i ricercatori hanno trovato un'incidenza significativamente più alta di coaguli di sangue nelle persone che sono state infettate con COVID, l'incidenza di coaguli di sangue dopo i vaccini era ancora molto più alta dell'incidenza di fondo di 0,41, un forte segnale che i vaccini pongono questo rischio specifico.


"Questi risultati sono coerenti con ciò che sappiamo su come le proteine spike indotte dai vaccini possono da sole causare la segnalazione cellulare attraverso le interazioni con i recettori ACE-2", ha detto Lyn Redwood, RN, MSN, presidente emerita di Children's Health Defense. "Quando questo accade, può provocare infiammazione e una serie di altri eventi potenzialmente patologici nel rivestimento epiteliale dei vasi sanguigni che possono poi innescare citochine pro-infiammatorie in grado di attivare i sistemi di coagulazione e down-regolare le vie anticoagulanti con conseguente formazione di coaguli".


Uno studio pubblicato a febbraio nel Journal of Hematology ha esaminato la trombocitopenia dopo la vaccinazione Pfizer e Moderna in risposta alla morte di un medico della Florida di 56 anni - il primo paziente identificato che è morto per un'emorragia cerebrale dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer.


I ricercatori hanno esaminato 20 rapporti di casi di pazienti con trombocitopenia immune (ITP) dopo la vaccinazione, tra cui 17 senza trombocitopenia preesistente utilizzando i dati del CDC, FDA, U.S. Department of Health and Human Services, Vaccine Adverse Events Reporting System (VAERS), rapporti pubblicati e comunicazioni con i pazienti e fornitori di trattamento.


Dopo aver analizzato i dati, i ricercatori non hanno potuto escludere la possibilità che i vaccini Pfizer e Moderna avessero il potenziale di scatenare ITP e hanno raccomandato un'ulteriore sorveglianza per determinare l'incidenza della trombocitopenia dopo la vaccinazione.


"Mentre la principale preoccupazione associata all'ITP è il sanguinamento, può sorprendere che l'ITP sia anche associata a un rischio aumentato del 20% di coaguli di sangue", ha detto Redwood, indicando un articolo dell'8 marzo del dottor Robert Bird, direttore di ematologia al Princess Alexandra Hospital di Brisbane, Australia.

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia