DDT causa aumento del rischio di cancro al seno generazioni dopo l'esposizione

DDT causa aumento del rischio di cancro al seno generazioni dopo l'esposizione

Secondo un nuovo studio l'esposizione di una donna al pesticida DDT durante la gravidanza può aumentare il rischio di cancro al seno di sua nipote decenni dopo.


Pubblicato mercoledì in Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention, lo studio ha trovato una significativa associazione tra DDT nel sangue delle nonne durante la gravidanza, l'obesità e primi periodi mestruali nelle loro nipoti - fattori noti per aumentare il rischio di cancro al seno, pressione alta, diabete e malattie cardiache.


Barbara Cohn, un autore dello studio e direttore e senior research scientist presso l'Istituto di salute pubblica Child Health and Development Studies (CHDS) dice:

"Questo è il primo studio di tre generazioni dove risulta plausibile che una sostanza chimica ambientale in una nonna può influenzare l'obesità e tempi di menarca nella nipote".


Impatti transgenerazionali del DDT 

I ricercatori hanno stabilito gli effetti sulla salute dall'esposizione transgenerazionale alle sostanze chimiche negli animali da laboratorio, ma mai prima negli esseri umani. L'esposizione dei nipoti può avvenire quando le loro madri sono in utero e le cellule uovo della madre sono in sviluppo.


I composti del DDT sono noti come sostanze chimiche che alterano il sistema endocrino e possono alterare e interferire con gli ormoni naturali che sono essenziali per lo sviluppo. L'esposizione al DDT è stata collegata al cancro al seno, a difetti di nascita, a una ridotta fertilità e a un aumentato rischio di diabete. È stato vietato negli Stati Uniti nel 1972, ma è ancora usato in altri paesi per uccidere le zanzare che portano la malaria.


Condotto da ricercatori del CHDS e dell'Università della California a Davis, lo studio si è basato su campioni di sangue raccolti da donne incinte tra il 1959 e il 1967 come parte dello studio CHDS che ha seguito 20.000 donne incinte nella Bay Area della California, e le loro famiglie, per più di 60 anni. Il CHDS studia come la salute e le malattie si trasmettono tra le generazioni. La coorte originale di donne, le nonne, ha dato campioni di sangue ad ogni trimestre durante la gravidanza e un campione poco dopo il parto.


Lo studio attuale si basa su un sottoinsieme di 365 nipoti adulte. Il rischio di obesità (Indice di massa corporea superiore a 30 kg/m2) in giovani nipoti adulti è stato trovato per essere 2 a 3 volte maggiore quando le loro nonne avevano livelli più elevati di o,p'-DDT, un composto minore di DDT, nel loro sangue durante o subito dopo la gravidanza. Allo stesso modo, le nipoti erano due volte più probabilità di avere primi periodi mestruali (prima dell'età 11) quando le loro nonne avevano più alti livelli di o,p'-DDT sangue.


Precedenti studi CHDS hanno dimostrato che l'esposizione delle madri DDT durante la gravidanza o subito dopo la nascita correla con un aumento del rischio di cancro al seno e la prevalenza di fattori di rischio di cancro al seno, tra cui l'obesità, nelle loro figlie adulte. Mentre le nipoti erano troppo giovani (età media di 26) per misurare il rischio di cancro al seno, i ricercatori affermano che "l'impatto non può essere escluso".


Fonte: Environmental Health News


Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia