EMA: Vaxzevria/AstraZeneca efficacia al 60%, come il lancio fortunato di una moneta

 

EMA: Vaxzevria/AstraZeneca efficacia al 60%, come il lancio fortunato di una moneta


EMA: Vaxzevria/AstraZeneca efficacia al 60%, come il lancio fortunato di una moneta

Traduzione: 

"Vaxzevria offre un buon livello di protezione contro COVID-19, che è una necessità critica nell'attuale pandemia. Le prove principali hanno mostrato che il vaccino ha circa il 60% di efficacia. La maggior parte degli effetti collaterali sono di gravità da lieve a moderata e spariscono in pochi giorni.

L'Agenzia Europea dei Medicinali ha deciso che i benefici di Vaxzevria sono maggiori dei suoi rischi e può essere autorizzato per l'uso nell'UE.

A Vaxzevria è stata data una "autorizzazione condizionata". Questo significa che ci sono più prove da venire sul vaccino (vedi sotto), che l'azienda è tenuta a fornire. L'Agenzia esaminerà tutte le nuove informazioni che si renderanno disponibili e questa panoramica sarà aggiornata come necessario."(Fonte EMA - ema.europa.eu)


Se lancerete una moneta avrete il 50% di ottenere la vostra scelta tra testa o croce, questa è una media statistica. Significa che facendo 10 lanci hai il 50% di probabilità che esca testa; bene, io ho fatto questi lanci ed ho ottenuto testa ben 7 volte. Questo evento non alza la media statistica di ottenere testa o croce dal lancio di una monetina al 70%, chiamiamo il caso Fortuna.

Ora proseguendo in questo banale ragionamento, mi viene dato un talismano, porta fortuna e ripeto il lancio; questa volta su 10 lanci è uscito testa per 4 volte, chiamiamo il caso Sfortuna. Ma se nei primi 10 lanci che ho fatto avessi tenuto in mano il talismano saremmo tutti propensi a pensare che la Fortuna sia opera sua.

Ovviamente ripetendo ripetendo l'esperimento con il talismano anche il più accanito credulone cederebbe alla casualità, ma se tenere in mano il talismano avesse degli effetti collaterali di gravità "da lieve a moderata" come la vaccinazione ALLORA quanti lanci servirebbero al credulone per capire?


Per fortuna delle case farmaceutiche basta che funzioni una volta, o meglio, basta che si comunichi la volta in cui ha funzionato (questi studi sono fatti dalle stesse case farmaceutiche o da enti controllati dalle stesse, non da enti terzi ed indipendenti) e con questo arriviamo a come è stata stabilita la percentuale di efficacia al 60% 'circa'.


EMA: Vaxzevria/AstraZeneca efficacia al 60%, come il lancio fortunato di una moneta

Traduzione: 

"Questi hanno mostrato una riduzione del 59,5% del numero di casi sintomatici di COVID-19 nelle persone a cui è stato somministrato il vaccino (64 su 5.258 hanno avuto COVID-19 con sintomi) rispetto alle persone a cui sono state fatte iniezioni di controllo (154 su 5.210 hanno avuto COVID-19 con sintomi). Questo significa che il vaccino ha dimostrato circa il 60% di efficacia negli studi clinici.

La maggior parte dei partecipanti a questi studi erano tra i 18 e i 55 anni. Non ci sono stati abbastanza risultati nei partecipanti più anziani (oltre i 55 anni) per fornire una cifra su quanto bene il vaccino funzionerà in questo gruppo."(Fonte EMA - ema.europa.eu)

 

Avrete sicuramente capito meglio quanto scritto da EMA sull'efficacia di questo vaccino, ma il discorso vale anche per gli altri, altri quali ti chiederai, ovviamente tutti. Qui puoi leggere un'approfondita analisi della storia da cui, come persone, dovremmo imparare ma non lo facciamo mai : Storia di un inganno - Le Vaccinazioni , leggendo questo articolo vedrai come le vaccinazioni sono sempre state introdotte molti anni dopo (com'è ovvio che sia) le avvenute 'pandemie', quando ormai tale malattia non costituiva un reale pericolo, giusto per dire che il vaccino aveva una 'efficacia notevole' ed ovviamente il vaccinato, avendo qualcosa in più, si sentiva protetto e privilegiato, tranne quando scoppiavano dei focolai tra i vaccinati di quella stessa malattia, ma questa è solo storia e non "scienza".


Quindi tornando ai dati sullo studio di efficacia del vaccino Vaxzevria basato su circa 10.500 persone di età compresa tra 18 e 55 anni, una fascia di età che qui in Italia nel 2020 ha registrato, secondo i dati pubblicati dall'Istituto Superiore di Sanità, circa l' 1% dei morti con Covid-19 (meglio descritto in questo articolo  Pfizer - Una Storia di Crimini contro l'Umanità ).

Capiamo meglio la scelta dell'età in questo studio, 10.500 persone di età compresa tra 18 e 55 anni divisi in due gruppi di poco più di 5000 persone ciascuno, teniamo conto che questa fascia di è pressochè disinteressata della problematica COVID-19 e che l'EMA non riporta l'età media dei due gruppi, basterebbe che nel gruppo di controllo l'età media fosse anche lievemente superiore al gruppo vaccinano per falsare totalmente il risultato, se risultato si può chiamare; allora basta che 90 persone in più nel gruppo di controllo (quelli a cui non è stata fatta l'iniezione del vaccino) sviluppino sintomi influenzali, anche lievi per definire l'efficacia di un vaccino. Vorrei ricordare che la medicina non è una scienza pur basandosi su essa come pratica.

Ora si potrebbe associare


"Non ci sono stati abbastanza risultati nei partecipanti più anziani (oltre i 55 anni) per fornire una cifra su quanto bene il vaccino funzionerà in questo gruppo."(Fonte EMA - ema.europa.eu)

Allora se questo vaccino ha un'"efficacia" dimostrabile nemmeno dalla casualità sugli over 55, ma qualcuno di malizioso potrebbe dire che vista la volontà di AstraZeneca di occultare i dati allora il vaccino negli over 55 aumenta il rischio di contagio, ma no non avrebbe senso che un farmaco il cui scopo è insegnare al'organismo a difendersi da un virus infettandolo possa causare problemi in soggetti più deboli o più avanti con l'età. <= c'è dell'ironia sostenuta dalla realtà


Perchè gli anziani fanno le file, contagiandosi per poi vaccinarsi con qualcosa che è stato dichiarato apertamente che non è dimostrabile la sua efficacia per 'loro'?


E allora Buona Fortuna Pecoroni


Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia