Scioccante verità dietro la morte della mummia egizia d'Irlanda

I resti della mummia egiziana di Takabuti, una donna assassinata 2.600 anni fa nell'antico Egitto. Fonte: Ulster Museum, Belfast


I ricercatori hanno stabilito che la mummia egizia più famosa dell'Irlanda del Nord è stata assassinata. La mummia, che è il cadavere di una donna chiamata Takabuti vissuta 2.600 anni fa, è ora nota per essere stata pugnalata alla schiena con un'ascia. Un team di esperti ha anche fatto una serie di altre scoperte sulla donna, che sta fornendo nuove intuizioni sull'antico Egitto durante la 25a dinastia.


Si ritiene che Takabuti abbia vissuto a Tebe, vicino alla moderna Luxor. Sembra che fosse la moglie o l'amante di un nobile. Era figlia di un sacerdote egiziano e morì a vent'anni. Durante il 19 ° secolo, "la sua mummia è stato catturato nel commercio di mummie che ha seguito le guerre napoleoniche", secondo Live Science . Fu acquistata in Egitto da Thomas Greg, un ricco mercante, che portò il cadavere con sé a Belfast, nel 1834.


La prima mummia egizia in Irlanda

La mummia fu la prima conosciuta ad essere portata in Irlanda e il suo arrivo fece scalpore. Fu scartata a Belfast nel 1835, e i geroglifici sulla bara dipinta furono decifrati da Sir Thomas Hincks. Il dottor Greer Ramsey, un curatore di archeologia presso i Musei Nazionali (NI), ha detto all'Università di Manchester che "c'è una ricca storia di analisi di Takabuti da quando fu scartata per la prima volta a Belfast nel 1835". Gli studi precedenti hanno dimostrato che Takabuti era una giovane donna minuta con capelli ramati acconciati, che non si radeva la testa, come si usava fare.

L'antica cassa di sepoltura della mummia egizia irlandese Takabuti. ( Ulster Museum, Belfast )
L'antica cassa di sepoltura della mummia egizia irlandese Takabuti. ( Ulster Museum, Belfast )

Tuttavia le nuove tecnologie hanno permesso ai ricercatori di indagare la mummia in un modo nuovo e senza precedenti. Un team multidisciplinare di esperti provenienti da istituzioni accademiche e musei dell'Irlanda del Nord e dell'Inghilterra e dall'ospedale privato di Kingsbridge (Londra) ha utilizzato per le loro indagini la cat-scansione, la datazione al carbonio e l'analisi del DNA. Uno scanner CT portatile è stato usato per esaminare la mummia, e ciò che è stato trovato è stato sorprendente.


La mummia egizia irlandese uccisa a sangue freddo

Live Science cita il dottor Robert Loynes, un chirurgo in pensione, che afferma che "Takabuti ha subito una grave ferita alla parte posteriore della sua parete toracica superiore sinistra". Sulla base delle ferite sembra che sia stata pugnalata nella schiena, vicino alla spalla e "questa è stata quasi certamente la causa della sua rapida morte". La dottoressa Eileen Murphy, archeologa della Queen's University di Belfast, ha detto a Live Science che "è morta per mano di un altro". La TAC ha trovato alcune caratteristiche atipiche della sua imbalsamazione e questo potrebbe essere legato alla natura violenta della sua morte.

Radiografia che mostra la ferita da taglio della mummia egizia irlandese Takabuti. (R.D. Loynes / Università di Manchester)
Radiografia che mostra la ferita da taglio della mummia egizia irlandese Takabuti. (R.D. Loynes / Università di Manchester)

L'anno scorso si credeva che Takabuti fosse morta per essere stata pugnalata con un coltello, ma una nuova analisi dei suoi resti indica che il suo assalitore l'ha probabilmente uccisa con un'ascia. La nuova ricerca suggerisce anche che l'arma era un'ascia comune sia per i soldati egiziani che per quelli assiri. Questo significa che "potrebbe essere caduta vittima di uno del suo stesso popolo", secondo i ricercatori. Hanno detto che la sua morte è stata probabilmente istantanea.


Il team ha anche identificato che il cadavere imbalsamato della giovane donna conteneva ancora il suo cuore. Questo perché il cuore era importante nella religione egiziana per quanto riguarda il viaggio del defunto nell'aldilà, in quanto era legato alla salvezza dell'individuo. In precedenza si credeva che il cuore fosse stato rimosso. L'organo è stato trovato intatto ed era in buone condizioni.


Risultati sorprendenti del DNA

Un campione del DNA di Takabuti è stato anche preso dai membri del team e analizzato. È stato stabilito che il suo DNA era più simile agli europei moderni che alla popolazione moderna dell'Egitto. La sua impronta genetica è piuttosto rara e quasi sconosciuta tra gli egiziani antichi o moderni.


L'egittologa Rosalie David ha detto all'Università di Manchester che "la sorprendente e importante scoperta del suo patrimonio europeo getta una luce affascinante su una svolta significativa nella storia dell'Egitto". Queste scoperte si aggiungono al corpo di ricerche che indicano che l'antica popolazione egiziana era geneticamente più vicina agli europei contemporanei che agli arabi.

Ricercatori che prelevano campioni per i test dalla mummia egizia irlandese Takabuti. ( Ulster Museum, Belfast )
Ricercatori che prelevano campioni per i test dalla mummia egizia irlandese Takabuti. ( Ulster Museum, Belfast )

Ulteriori analisi del corpo mummificato hanno anche rivelato informazioni più straordinarie sulla donna che fu uccisa circa 2.600 anni fa. Si è scoperto che aveva 33 denti e non 32 e che aveva una vertebra in più. Queste sono caratteristiche molto rare e si verificano solo in una piccola percentuale della popolazione.


Riportare in vita Takabuti

La ricerca utilizzando tecnologie all'avanguardia sta aiutando a riportare Takabuti in vita dopo oltre due millenni. Inoltre, stanno offrendo nuove intuizioni sulla vita di una donna egiziana d'élite. Probabilmente non si saprà mai perché la giovane donna è stata uccisa, né l'identità del suo assassino. Ma i ricercatori hanno pubblicato un libro sulla vita di Takabuti e sui tempi in cui ha vissuto. Si chiama "La vita e i tempi di Takabuti nell'antico Egitto: indagare sulla mummia di Belfast".



Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia