USA: FBI a capo del complotto contro i sostenitori di Trump

USA: FBI a capo del complotto contro i sostenitori di Trump


Il Federal Bureau of Investigation (FBI) sta setacciando i dati degli americani raccolti illegalmente dalla National Security Agency (NSA) per costruire casi contro i sostenitori di Trump e altri cosiddetti estremisti di destra.


Un rapporto segreto pesantemente censurato è stato declassificato dal tribunale del Foreign Intelligence Surveillance Act (FISA) che mostra che l'FBI ha ricevuto informazioni private su individui di destra nel settembre 2019. Questo è avvenuto mentre l'FBI stava ignorando le pressanti minacce terroristiche ANTIFA e Black Lives Matter mentre l'ex presidente Donald Trump era ancora alla Casa Bianca.


Un portavoce dell'FBI ha rilasciato una dichiarazione per giustificare le violazioni illecite della privacy contro i diritti del quarto emendamento dei cittadini, dicendo che gli "incidenti di query a cui si fa riferimento in questo rapporto si sono verificati prima dell'attuazione dei cambiamenti di sistema e della formazione dell'FBI."


"L'FBI è dedicata alla piena aderenza con i requisiti della FISA e a mantenere il popolo americano al sicuro dalle minacce alla sicurezza nazionale", ha detto un alto funzionario dell'FBI.


L'FBI sta prendendo queste informazioni senza un mandato, e la protesta per lo più pacifica al Campidoglio degli Stati Uniti il 6 gennaio - falsamente chiamata un'insurrezione o un colpo di stato dai media di notizie false - ha dato loro la scusa perfetta per giustificare questa presa di potere inconcepibile.


"Dalla protesta del 6 gennaio, per lo più pacifica, al Campidoglio degli Stati Uniti, molti cosiddetti conservatori hanno dimostrato il loro odio per Trump e hanno dimostrato che stavano lavorando per sovvertire la sua agenda "America First" da sempre.

Probabilmente i peggiori esempi di questa tendenza dell'establishment provengono dal Washington Examiner, un media che è finanziato da un miliardario globalista avverso a Trump. Lo sbocco apparentemente conservatore ha fatto eco ai punti di discussione democratici dal 6 gennaio, incolpando il presidente Trump per la presunta istigazione alla violenza e promuovendo l'impeachment come un'opzione legale e fattibile.

In un recente articolo, la pubblicazione ha fatto un passo avanti sostenendo l'abolizione della Costituzione degli Stati Uniti per l'amministrazione Biden per condurre la guerra al terrorismo in patria contro i sostenitori di Trump.

L'articolo intitolato "Come risolvere il nostro problema del terrorismo interno" è scritto da Kevin Carroll, un ex agente della CIA e burocrate di lunga data della sicurezza interna. Ha paragonato i sostenitori del presidente Trump ad Al Qaeda e ha proposto di revocare i loro diritti del secondo emendamento in quello che sarebbe forse il più orribile abuso delle libertà civili nella storia degli Stati Uniti.

 

"Abbiamo visto cinque morti nel tentativo di colpo di stato del 6 gennaio. Abbiamo visto possibili complotti assassini contro l'ex vicepresidente Mike Pence e la presidente della Camera Nancy Pelosi. Abbiamo visto la coercizione progettata per impedire la certificazione della vittoria del Collegio Elettorale del presidente Biden", ha scritto Carroll, tessendo insieme una narrazione di distorsioni e mezze verità per costruire il suo caso.

Ha esortato i leader democratici ad adottare un piano di atti intollerabili che renderebbero l'America meno libera di molte nazioni del terzo mondo.

Carroll ha chiesto al procuratore generale designato Merrick Garland e al leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer di istituire sanzioni draconiane contro i manifestanti del Campidoglio, costringere le autorità locali e statali a giurare fedeltà al governo federale, inscenare falsi complotti per intrappolare ignari uomini di destra in falsi complotti terroristici, espandere drammaticamente l'autorità del governo federale per perseguire i cosiddetti estremisti interni, e forse più scioccante, distruggere il secondo emendamento vietando la milizia cittadina".


È chiaro che l'America è stata trasformata dalla terra dei liberi in un'infernale distopia tecnocratica. Lo stato profondo è stato strumentale in questa trasformazione, e questi attori criminali nel governo federale devono essere portati alla giustizia per la sopravvivenza della loro civiltà.


Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia