La neutralità della rete verso la fine

La neutralità della rete verso la fine

Un rapporto pubblicato giovedì dall'ufficio del procuratore generale di New York ha detto che le più grandi aziende a banda larga della nazione hanno finanziato una campagna segreta per generare milioni di commenti alla FCC (Commissione federale per le comunicazioni) , fornendo "copertura" per l'abrogazione della neutralità della rete da parte della FCC.


L'ufficio del procuratore generale di New York ha rilasciato un rapporto giovedì che mostra che le principali aziende di telecomunicazioni degli Stati Uniti hanno pompato milioni di dollari in una "campagna segreta" che ha inondato la Federal Communications Commission (FCC) con milioni di commenti falsi nel tentativo di influenzare l'abrogazione del 2017 dell'agenzia delle protezioni della neutralità della rete.


Il prodotto di un'indagine pluriennale, il nuovo rapporto dettaglia uno sforzo sostenuto dall'industria per creare l'apparenza di un "diffuso sostegno popolare" per l'abrogazione ampiamente impopolare delle regole di neutralità della rete da parte dell'allora presidente della FCC Ajit Pai.


"Nel 2017, le più grandi aziende a banda larga della nazione hanno finanziato una campagna segreta per generare milioni di commenti alla FCC. Molti di questi commenti hanno fornito la 'copertura' per l'abrogazione delle regole di neutralità della rete da parte della FCC", ha scoperto l'indagine. "Per aiutare a generare questi commenti, l'industria della banda larga ha ingaggiato generatori di lead commerciali che hanno usato premi - come carte regalo e partecipazioni a lotterie - per attirare i consumatori sui loro siti web e unirsi alla campagna".


"Tuttavia, quasi ogni generatore di lead che è stato assunto per iscrivere i consumatori alla campagna, invece, ha semplicemente fabbricato le risposte dei consumatori", afferma il rapporto, notando che 8,5 milioni di commenti falsi a favore dell'abrogazione della neutralità della rete sono stati generati dallo sforzo.


Il rapporto rifiuta di nominare direttamente le aziende che hanno finanziato il progetto, ma rivela che la campagna di 4,2 milioni di dollari è stata gestita attraverso Broadband for America (BFA), un'organizzazione non profit i cui membri includono AT&T, CenturyLink, Charter e Comcast.


"L'ufficio del procuratore generale di New York ha esposto una massiccia frode finanziata dalle più grandi compagnie telefoniche e via cavo della nazione per soffocare l'autentico sostegno pubblico alla neutralità della rete", ha detto Craig Aaron, co-CEO del gruppo di difesa Free Press. "Questa indagine mostra quanto in basso si abbasserà l'industria per minare anche le salvaguardie più basilari e benigne".


"La FCC di Biden ha l'opportunità e la responsabilità di ripristinare la neutralità della rete e l'autorità di cui l'agenzia ha bisogno per regolare le più grandi compagnie telefoniche e via cavo della nazione", ha aggiunto Aaron.


Mentre l'indagine non ha scoperto prove che BFA avesse conoscenza diretta della vera e propria fabbricazione di commenti da parte dei lead generators, il rapporto afferma che "diverse bandiere rosse significative sono apparse poco dopo l'inizio della campagna, e sono continuate per mesi, ma sono rimaste inascoltate".


"Poco dopo che la BFA ha iniziato a presentare commenti alla FCC, all'inizio di maggio 2017, i rapporti hanno cominciato ad apparire sulla stampa di persone che hanno dichiarato in via ufficiale che i commenti con i loro nomi e indirizzi erano stati presentati senza il loro consenso", nota il rapporto. "BFA e la sua società di lobbying erano a conoscenza di questi account, discutendo e collegandosi ad essi nelle e-mail".


In una dichiarazione, il procuratore generale di New York Letitia James ha detto che "invece di cercare effettivamente risposte reali dal popolo americano, le aziende di marketing stanno attirando individui vulnerabili ai loro siti web con omaggi, cooptando le loro identità e fabbricando risposte che le società giganti stanno poi utilizzando per influenzare le politiche e le leggi che governano le nostre vite."


"Oggi, stiamo agendo per sradicare questa frode e l'impersonificazione che ha corrotto il processo per troppo tempo", ha continuato James. "Dalle regole sulla neutralità della rete alle leggi che riguardano la riforma della giustizia penale, l'assistenza sanitaria e altro ancora, questi falsi commenti sono stati semplicemente generati per influenzare troppe politiche governative, ed è per questo che stiamo dando un giro di vite a questo comportamento illegale e ingannevole."


Traduzione: 

Dopo un'indagine pluriennale, abbiamo scoperto che le più grandi aziende a banda larga della nazione hanno finanziato una campagna segreta per influenzare l'abrogazione delle regole di neutralità della rete da parte della FCC - con il risultato di milioni di falsi commenti pubblici che impersonano gli americani.

Questi schemi illegali sono inaccettabili.


James ha annunciato che il suo ufficio ha raggiunto accordi con tre generatori di piombo - Fluent, Inc, Opt-Intelligence, Inc. e React2Media, Inc. - che hanno prodotto milioni di commenti falsi come parte della campagna finanziata da telecom. Le aziende pagheranno più di 4,4 milioni di dollari in sanzioni e sboccatura e saranno tenute a implementare "riforme complete nelle future campagne di advocacy".


Durante il processo di regolamentazione che circonda lo sforzo di abrogazione della neutralità della rete del 2017, gli attivisti hanno ripetutamente sollevato preoccupazioni su un possibile sforzo guidato dalle telecomunicazioni per inondare la FCC di commenti a sostegno del rollback, che è entrato in vigore nel 2018.


Uno di questi attivisti, Evan Greer del gruppo per i diritti digitali Fight for the Future, ha caratterizzato il rapporto dell'AG di New York come una rivendicazione dei suoi precedenti sospetti.


"Naturalmente, questo non è una sorpresa per nessuno", ha twittato Greer giovedì. "Gli attivisti della neutralità della rete hanno detto per anni che questi commenti falsi erano probabilmente finanziati da aziende come Comcast e Verizon".


Originariamente pubblicato su commondreams.org

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia