Pfizer Uccide più di Astrazeneca

Pfizer Uccide più di Astrazeneca


Articolo di sputniknews.com

Il tasso di mortalità dopo l'uso del vaccino contro il coronavirus di Pfizer in sei paesi europei è significativamente più alto di quello del vaccino di AstraZeneca, ha mostrato il rapporto dell'azienda, ottenuto da Sputnik mercoledì.


L'ufficio di Mosca del produttore del vaccino ha confermato a Sputnik l'autenticità del documento.


"AstraZeneca conferma di essere l'autore del documento. Queste informazioni non erano destinate al rilascio pubblico", ha detto il portavoce della società.


Il rapporto di 12 pagine, intitolato "Restoring Confidence in COVID-19 Vaccines and Improved Co-operation Between Regulatory, Healthcare Agencies and Pharmaceutical Companies - A Call for Action" (Ripristinare la fiducia nei vaccini COVID-19 e migliorare la cooperazione tra le autorità di regolamentazione, le agenzie sanitarie e le aziende farmaceutiche - Una richiesta di azione), fornisce dati statistici che mostrano che il numero totale di casi mortali per milione di dosi somministrate del vaccino in Francia, Germania, Regno Unito, Norvegia, Austria e Italia, è quasi tre volte superiore per Pfizer rispetto ad AstraZeneca.

Secondo le statistiche presentate dai governi e dalle relative agenzie mediche, la Francia ha registrato 45,3 casi mortali per milione di dosi per Pfizer contro 17,9 per AstraZeneca. Per la Germania, i numeri sono 29,9 contro 6,5, rispettivamente, per il Regno Unito - 20,7 e 24,2, Norvegia - 164,3 e 44,6, Austria - 47,5 e 7,5, e Italia - 10,9 e 7,3.


Allo stesso tempo, il Regno Unito dà la priorità all'uso di AstraZeneca per la sua campagna di vaccinazione di massa, e il farmaco è il principale per diverse categorie di persone. Al 26 maggio, il 72,9% della popolazione adulta del paese è stata vaccinata con una dose del vaccino, il 44,8% con entrambe.


Contrariamente alle dichiarazioni fatte dai paesi europei sui rischi del vaccino di AstraZeneca e il rifiuto di usare il farmaco, le statistiche dell'azienda indicano che il rischio per quelli vaccinati con Pfizer è maggiore.

L'azienda ha sottolineato che non è l'unica a soffrire di cattiva pubblicità. Le accuse contro il suo vaccino hanno un impatto sulla credibilità dei vaccini di altri produttori e, di conseguenza, smorzano la volontà della gente di farsi vaccinare.


"Una decisione presa contro un vaccino può potenzialmente erodere ulteriormente la fiducia del pubblico contro tutti i vaccini, da una prospettiva di salute pubblica globale. La mancanza di una vaccinazione diffusa prolungherà inutilmente la pandemia", ha detto il rapporto.

 

AstraZeneca ha notato che il regolatore dei farmaci del Regno Unito e gli scienziati hanno ripetutamente dichiarato che il rischio di contrarre il coronavirus supera di gran lunga il rischio di gravi effetti collaterali dalle vaccinazioni. L'azienda ha inoltre riaffermato la sua disponibilità a collaborare con qualsiasi organismo scientifico al fine di garantire la sicurezza della vaccinazione sulla base dei principi di piena trasparenza.


"AstraZeneca si impegna a collaborare con i NITAG [gruppo consultivo tecnico di immunizzazione nazionale] e gli enti normativi per ripristinare la fiducia nei vaccini COVID-19 e nella vaccinazione", ha dichiarato l'azienda nel rapporto, affermando che è necessario unire gli sforzi per raccogliere e valutare i dati rilevanti in modo che "le agenzie sanitarie possano fornire linee guida chiare e coerenti sull'uso".


"La vaccinazione è essenziale per ridurre l'impatto della pandemia di COVID-19 e ha già dimostrato grandi riduzioni significative dei ricoveri in terapia intensiva, dell'ospedalizzazione e della morte nei paesi con programmi di vaccinazione diffusi", ha concluso AstraZeneca.

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia