Tesla ha esposto la Cabala nel suo lavoro - The Marshall Report

Tesla ha esposto la Cabala nel suo lavoro - The Marshall Report


In un momento in cui il mondo avrebbe potuto essere illuminato gratuitamente dai progressi di Nikola Tesla, i Grandi Mercanti della terra videro la meraviglia e la nascosero per i loro interessi. Oggi tutta la tecnologia deriva dalla conoscenza che Dio ha instillato in Tesla, e che lui ha febbrilmente disposto per il mondo... solo per essere rubato dalla Congrega e usato diabolicamente per i suoi propri dispositivi malvagi.


E chi sapeva come interpretare i suoi geniali brevetti e i suoi strani disegni? Non era forse John Trump, lo zio di Donald Trump? Non ce l'ha forse detto Trump quando era in corsa per la presidenza durante la campagna elettorale? Ha detto alla Cabala e a tutti i nomi che non conosciamo che dirigono la Cabala che suo zio gli ha detto tutto sulle opere di TESLA!


Quello che state per leggere è come Tesla capì anche il complesso sistema di creazione di Dio e la creazione dell'energia dell'uomo e la relazione con Dio. La Cabala lo sapeva e l'ha nascosto... fino a questa ultima generazione che ora è stata rivelata insieme ad altre conoscenze che sono state sepolte in segreto lontano dalla vista pubblica. CENSURATO!


Tesla vedeva l'umanità come un Sistema.  Simile alle affermazioni di tipo Dio che sono basate sui testi biblici.


Di seguito sono riportati alcuni estratti dal lavoro di Nikola Tesla - dal Century Magazine, giugno 1900, intitolato:


IL PROBLEMA DELL'AUMENTO DELL'ENERGIA UMANA CON SPECIALI RIFERIMENTI ALLO SFRUTTAMENTO DELL'ENERGIA DEL SOLE.


DI NIKOLA TESLA, IL MOVIMENTO IN AVANTI DELL'UOMO - L'ENERGIA DEL MOVIMENTO - I TRE MODI DI AUMENTARE L'ENERGIA UMANA.


Di tutta l'infinita varietà di fenomeni che la natura presenta ai nostri sensi, non c'è nessuno che riempia le nostre menti di maggiore meraviglia di quel movimento inconcepibilmente complesso che, nella sua interezza, designiamo come vita umana; la sua misteriosa origine è velata nella nebbia sempre impenetrabile del passato, il suo carattere è reso incomprensibile dalla sua infinita complessità, e la sua destinazione è nascosta nelle insondabili profondità del futuro.

Tesla ha esposto la Cabala nel suo lavoro - The Marshall Report


Da dove viene? Che cos'è? Dove tende? sono le grandi domande a cui i saggi di tutti i tempi si sono sforzati di rispondere. La scienza moderna dice: Il sole è il passato, la terra è il presente, la luna è il futuro. Da una massa incandescente abbiamo avuto origine, e in una massa congelata ci trasformeremo. Spietata è la legge della natura, e rapidamente e irresistibilmente siamo trascinati verso il nostro destino. Lord Kelvin, nelle sue profonde meditazioni, ci concede solo un breve periodo di vita, qualcosa come sei milioni di anni, dopo di che la luce brillante del sole avrà cessato di brillare, e il suo calore che dà vita sarà svanito, e la nostra terra sarà un blocco di ghiaccio, che si affretta nella notte eterna. Ma non dobbiamo disperare. Ci sarà ancora una scintilla di vita, e ci sarà la possibilità di accendere un nuovo fuoco su qualche stella lontana. Questa meravigliosa possibilità sembra effettivamente esistere, a giudicare dai bellissimi esperimenti del professor Dewar con l'aria liquida, che dimostrano che i germi della vita organica non vengono distrutti dal freddo, per quanto intenso; di conseguenza possono essere trasmessi attraverso lo spazio interstellare. Nel frattempo le luci rallegranti della scienza e dell'arte, sempre più intense, illuminano il nostro cammino, e le meraviglie che rivelano, e i divertimenti che offrono, ci fanno dimenticare misuratamente il tetro futuro.

Anche se non saremo mai in grado di comprendere la vita umana, sappiamo certamente che è un movimento, di qualsiasi natura esso sia. L'esistenza del movimento implica inevitabilmente un corpo che si muove e una forza che lo muove.


Quindi, ovunque ci sia vita, c'è una massa mossa da una forza. Ogni massa possiede l'inerzia, ogni forza tende a persistere. A causa di questa proprietà e condizione universale, un corpo, sia esso in riposo o in movimento, tende a rimanere nello stesso stato, e una forza, manifestandosi ovunque e per qualsiasi causa, produce una forza opposta equivalente, e come necessità assoluta di questo ne consegue che ogni movimento in natura deve essere ritmico.


 Molto tempo fa questa semplice verità fu chiaramente indicata da Herbert Spencer, che ci arrivò attraverso un processo di ragionamento un po' diverso. È confermata in tutto ciò che percepiamo: nel movimento di un pianeta, nell'aumento e nella diminuzione della marea, nei riverberi dell'aria, nell'oscillazione di un pendolo, nelle oscillazioni di una corrente elettrica e nei fenomeni infinitamente vari della vita organica. Non lo attesta forse tutta la vita umana? La nascita, la crescita, la vecchiaia e la morte di un individuo, di una famiglia, di una razza o di una nazione, cos'è tutto ciò se non un ritmo? Tutta la vita-manifestazione, quindi, anche nella sua forma più intricata, come esemplificata nell'uomo, per quanto coinvolta e imperscrutabile, è solo un movimento, al quale devono essere applicabili le stesse leggi generali del movimento che governano tutto l'universo fisico.


Quando parliamo dell'uomo, abbiamo una concezione dell'umanità nel suo insieme, e prima di applicare metodi scientifici all'indagine del suo movimento, dobbiamo accettarlo come un fatto fisico. Ma qualcuno può oggi dubitare che tutti i milioni di individui e tutti gli innumerevoli tipi e caratteri costituiscono un'entità, un'unità? Pur essendo liberi di pensare e di agire, siamo tenuti insieme, come le stelle del firmamento, da legami inseparabili. Questi legami non si vedono, ma li sentiamo. Mi taglio un dito, e mi fa male: questo dito fa parte del mio. Vedo un amico ferito, e anche questo mi fa male: io e il mio amico siamo una cosa sola. E ora vedo abbattuto un nemico, un grumo di materia che, di tutti i grumi di materia dell'universo, mi interessa di meno, e mi addolora ancora.


Questo non prova forse che ognuno di noi è solo una parte di un tutto? Per secoli questa idea è stata proclamata nei saggi insegnamenti della religione, probabilmente non solo come un mezzo per assicurare la pace e l'armonia tra gli uomini, ma come una verità profondamente fondata.


Ancora di più: questo unico essere umano vive e continua a vivere. L'individuo è effimero, le razze e le nazioni vengono e passano, ma l'uomo rimane. Qui sta la profonda differenza tra l'individuo e il tutto. Qui si trova anche la spiegazione parziale di molti di quei meravigliosi fenomeni di ereditarietà che sono il risultato di innumerevoli secoli di influenza debole ma persistente. Concepite dunque l'uomo come una massa spinta da una forza. Sebbene questo movimento non sia di carattere traslatorio, implicando un cambiamento di luogo, tuttavia le leggi generali del movimento meccanico sono applicabili ad esso, e l'energia associata a questa massa può essere misurata, secondo principi ben noti, dalla metà del prodotto della massa con il quadrato di una certa velocità.


Così, per esempio, una palla di cannone che è a riposo possiede una certa quantità di energia sotto forma di calore, che misuriamo in modo simile. Immaginiamo che la palla sia composta da innumerevoli particelle minuscole, chiamate atomi o molecole, che vibrano o turbinano l'una intorno all'altra. Determiniamo le loro masse e velocità, e da queste l'energia di ciascuno di questi sistemi minuti, e sommandole tutte insieme, otteniamo un'idea dell'energia termica totale contenuta nella palla, che è solo apparentemente a riposo. In questa stima puramente teorica, questa energia può essere calcolata moltiplicando la metà della massa totale - cioè la metà della somma di tutte le piccole masse - con il quadrato di una velocità che è determinata dalle velocità delle particelle separate. Allo stesso modo possiamo concepire che l'energia umana sia misurata dalla metà della massa umana moltiplicata per il quadrato della velocità che non siamo ancora in grado di calcolare.


Ma la nostra carenza in questa conoscenza non inficia la verità delle deduzioni che trarrò, che poggiano sulla solida base che le stesse leggi della massa e della forza governano tutta la natura.

 


L'uomo, tuttavia, non è una massa ordinaria, costituita da atomi e molecole rotanti e contenente solo energia termica. È una massa che possiede alcune qualità superiori a causa del principio creativo della vita di cui è dotato.

La sua massa, come l'acqua in un'onda dell'oceano, viene continuamente scambiata, il nuovo prende il posto del vecchio. Non solo, ma cresce, si propaga e muore, alterando così la sua massa in modo indipendente, sia nella massa che nella densità. Ciò che è più meraviglioso di tutto, è capace di aumentare o diminuire la sua velocità di movimento grazie al misterioso potere che possiede appropriandosi di più o meno energia da altre sostanze, e trasformandola in energia motrice.

Tesla notò che per aumentare l'energia umana c'erano solo tre modi possibili per ottenere il risultato, che egli illustrò in diagrammi meccanici. Il primo modo era quello di aumentare la massa, lasciando le due forze opposte uguali. Il secondo modo è quello di ridurre la forza ritardante R ad un valore più piccolo r, lasciando la massa e la forza motrice uguali, come ha anche mostrato diagrammaticamente nel suo lavoro. Il terzo modo, anch'esso illustrato, è quello di aumentare la forza motrice f ad un valore più alto F, mentre la massa e la forza ritardante R rimangono inalterate.

Il suo lavoro mostrava come le forze aumentate o diminuite avrebbero influenzato il benessere dell'umanità e previsto l'ambiente in cui l'umanità avrebbe prosperato in una Forza di Dio positiva o sarebbe diminuita in una tragica perdita di luce nelle tenebre. Ora immaginate come queste informazioni erano come oro nelle mani della Cabala... e perché hanno dato ad Einstein. Edison e la NASA tutto il credito per il lavoro di Tesla! Censurando Tesla che ha condiviso i segreti della creazione di Dio. Dandoci intuizioni su ciò che ci aspetta al bivio di cui si parla in Ezechiele. L'uomo deve scegliere se andare a sinistra o a destra. Una porterà l'umanità alla luce di Dio, l'altra alla totale oscurità. Il libero arbitrio è la chiave. Ognuno deve scegliere e scegliere saggiamente.

Nel suo lavoro, Tesla trovò che c'erano limiti fissi che esistevano per quanto riguarda l'aumento della massa e la riduzione di una forza ritardante, ma la forza motrice (Dio) può essere aumentata indefinitamente. Ognuna delle sue tre possibili soluzioni presentava un aspetto diverso del problema principale dell'aumento dell'energia umana, che fu diviso in tre problemi distinti, da considerare successivamente. Questi tre problemi erano:



IL PRIMO PROBLEMA: COME AUMENTARE LA MASSA UMANA - LA COMBUSTIONE DELL'AZOTO ATMOSFERICO.


Visto in generale, ci sono ovviamente due modi di aumentare la massa del genere umano: primo, aiutando e mantenendo quelle forze e condizioni che tendono ad aumentarla; e, secondo, opponendosi e riducendo quelle che tendono a diminuirla.

La massa sarà aumentata da un'attenta attenzione alla salute, da un'alimentazione sostanziosa, dalla moderazione, dalla regolarità delle abitudini, dalla promozione del matrimonio, dalla coscienziosa attenzione ai bambini, e, in generale, dall'osservanza di tutti i numerosi precetti e leggi della religione e dell'igiene.

Ma nell'aggiungere nuova massa alla vecchia, si presentano di nuovo tre casi. O la massa aggiunta è della stessa velocità della vecchia, o è di una velocità minore o maggiore.

Per avere un'idea dell'importanza relativa di questi casi, immaginate un treno composto, diciamo, da cento locomotive che corrono su un binario, e supponete che, per aumentare l'energia della massa in movimento, vengano aggiunte al treno altre quattro locomotive. Se queste quattro si muovono alla stessa velocità a cui va il treno, l'energia totale sarà aumentata del quattro per cento; se si muovono solo alla metà di quella velocità, l'aumento sarà solo dell'uno per cento; se si muovono al doppio di quella velocità, l'aumento di energia sarà del sedici per cento.

Questa semplice illustrazione mostra che è della massima importanza aggiungere una massa con una velocità maggiore. Più precisamente, se, per esempio, i bambini hanno lo stesso grado di illuminazione dei genitori, cioè una massa della "stessa velocità", l'energia aumenterà semplicemente in proporzione al numero aggiunto. Se sono meno intelligenti o avanzati, o massa di "minore velocità", ci sarà un leggerissimo guadagno di energia; ma se sono più avanzati, o massa di "maggiore velocità", allora la nuova generazione aggiungerà molto considerevolmente alla somma totale dell'energia umana; qualsiasi aggiunta di massa di "minore velocità", oltre quella quantità indispensabile richiesta dalla legge espressa nel proverbio, "Mens sana in corpore sano", (tradotto come "una mente sana in un corpo sano") dovrebbe essere contrastata con forza. Per esempio, il mero sviluppo dei muscoli, come si mira in alcuni dei nostri collegi, considero equivalente all'aggiunta di massa di "minore velocità", e non lo raccomanderei, anche se le mie opinioni erano diverse quando io stesso ero uno studente. Un esercizio moderato, che assicuri il giusto equilibrio tra mente e corpo, e la massima efficienza nelle prestazioni, è, naturalmente, un requisito primario".

Quello che vediamo nella genialità di Tesla, è la tabella di marcia nascosta al pubblico che la Cabala ha preso e ideato per fare tutti gli opposti per distruggere la massa di Dio. Le frecce mirano a distruggere l'unità familiare, a distruggere le menti dei giovani attraverso un'educazione che serve un abbassamento dell'intelletto, un movimento di massa di memorizzazione di ciò che è e la rimozione del pensiero creativo e dell'intelligenza al di fuori della scatola in cui hanno messo tutte le masse. Aprirlo sarebbe davvero la caduta di Pandora. Perché aprirlo esporrebbe tutte le bugie, gli inganni, i furti e le manovre malvagie per schiavizzare l'umanità nei modi più vili e malvagi mai immaginati. Quindi cosa si può fare?

 APRIRLO - APRIRLO COMPLETAMENTE ED ESPORRE L'INGANNO CHE CONTIENE. SEGUIRE I SOLDI ALLA CABALA MALVAGIA E I DESIDERI DELLA LORO UTOPIA CHE ESISTE SOLO SE LA SCATOLA È TENUTA BEN CHIUSA.


Molti stanno dicendo agli altri falsità - come se la verità fosse qualcosa che non possono gestire. Il presidente Trump ha mai detto questo a qualcuno di noi? NO! Trump non ha mai detto quello che alcuni stanno dicendo; cose come loro saranno lì per prenderti e coccolarti quando i tuoi occhi saranno aperti.  Trump ha detto: guardate cosa stanno facendo!!! Ha detto: guardate che casino! Tutto quanto! I burattini della disinformazione dicono di nuovo il vostro garbuglio più forte, questa volta in modo che la gente sia consapevole delle vostre bugie e disinformazione in modo che possano vedere se è uguale a quella di coloro che hanno costruito la scatola per schiavizzare la vostra volontà, la vostra stessa anima dentro!  Chiamateli tutti fuori, gente... e uscite da lei, perché i suoi peccati hanno raggiunto il cielo e in numeri grandi, la massa vibrerà e risuonerà così forte che il vaso di Pandora e tutti i suoi sciocchi ciechi e ignoranti che cercano monete per il lavoro si scioglieranno davanti ai vostri occhi così velocemente come la strega nel Mago di Oz quando il secchio d'acqua le viene gettato addosso!  Quindi riempite i vostri secchi e gettate l'acqua viva alla Congrega... riempite i vostri otri di vino nuovo e lasciate il veleno agli avvelenatori!

...il risultato più importante da raggiungere è l'educazione, o l'aumento della "velocità", della massa appena aggiunta. Al contrario, non c'è bisogno di dire che tutto ciò che è contro gli insegnamenti della religione e le leggi dell'igiene tende a diminuire la massa. Il whisky, il vino, il tè, il caffè, il tabacco e altri stimolanti di questo tipo sono responsabili dell'accorciamento della vita di molti e dovrebbero essere usati con moderazione. Ma non credo che misure rigorose di soppressione di abitudini seguite per molte generazioni siano lodevoli. È più saggio predicare la moderazione che l'astinenza. Ci siamo abituati a questi stimolanti, e se tali riforme devono essere effettuate, devono essere lente e graduali. Coloro che stanno dedicando le loro energie a tali fini potrebbero rendersi molto più utili rivolgendo i loro sforzi in altre direzioni, come, per esempio, per fornire acqua pura.

Per ogni persona che perisce per gli effetti di uno stimolante, almeno mille muoiono per le conseguenze del bere acqua impura. Questo prezioso fluido, che quotidianamente infonde nuova vita in noi, è anche il principale veicolo attraverso il quale la malattia e la morte entrano nei nostri corpi. I germi di distruzione che trasporta sono nemici tanto più terribili quanto più svolgono la loro opera fatale senza essere percepiti. Sigillano il nostro destino mentre viviamo e godiamo.

La maggior parte della gente è così ignorante o negligente nel bere l'acqua, e le conseguenze di ciò sono così disastrose, che un filantropo non può usare meglio i suoi sforzi che sforzandosi di illuminare coloro che si stanno così danneggiando. Con la purificazione e la sterilizzazione sistematica dell'acqua potabile, la massa umana sarebbe notevolmente aumentata. Dovrebbe essere fatta una regola rigida - che potrebbe essere applicata per legge - per bollire o sterilizzare altrimenti l'acqua potabile in ogni casa e luogo pubblico.

Il semplice filtraggio non offre sufficiente sicurezza contro le infezioni. Tutto il ghiaccio per usi interni dovrebbe essere preparato artificialmente da acqua accuratamente sterilizzata. L'importanza di eliminare i germi della malattia dall'acqua della città è generalmente riconosciuta, ma poco è stato fatto per migliorare le condizioni esistenti, poiché nessun metodo soddisfacente per sterilizzare grandi quantità di acqua è stato ancora portato avanti. Grazie a migliori apparecchi elettrici, siamo ora in grado di produrre ozono a basso costo e in grandi quantità, e questo disinfettante ideale sembra offrire una felice soluzione dell'importante questione.

Il gioco d'azzardo, la corsa agli affari e l'eccitazione, in particolare nelle borse, sono cause di molta riduzione di massa, tanto più che gli individui interessati rappresentano unità di valore superiore. L'incapacità di osservare i primi sintomi di una malattia e la trascuratezza degli stessi sono importanti fattori di mortalità. Notando attentamente ogni nuovo segno di pericolo che si avvicina, e facendo coscienziosamente ogni sforzo possibile per evitarlo, non solo stiamo seguendo le sagge leggi dell'igiene nell'interesse del nostro benessere e del successo delle nostre attività, ma stiamo anche rispettando un più alto dovere morale.

Ognuno dovrebbe considerare il suo corpo come un dono inestimabile di colui che ama sopra ogni cosa, come una meravigliosa opera d'arte, di indescrivibile bellezza e maestria al di là della concezione umana, e così delicato e fragile che una parola, un respiro, uno sguardo, no, un pensiero, può ferirlo.

L'incuria, che genera malattia e morte, non è solo un'abitudine autodistruttiva ma altamente immorale. Mantenendo il nostro corpo libero da infezioni, sano e puro, esprimiamo la nostra riverenza per l'alto principio di cui è dotato. Colui che segue i precetti dell'igiene con questo spirito si dimostra, finora, veramente religioso. Il lassismo morale è un male terribile, che avvelena sia la mente che il corpo, e che è responsabile di una grande riduzione della massa umana in alcuni paesi. Molti dei costumi e delle tendenze attuali producono simili risultati dannosi. Per esempio, la vita di società, l'educazione moderna e le attività delle donne, che tendono ad allontanarle dai loro doveri domestici e a farne degli uomini, devono necessariamente sminuire l'ideale elevato che esse rappresentano, diminuire il potere creativo artistico e causare la sterilità e un indebolimento generale della razza.

Mille altri mali potrebbero essere menzionati, ma tutti messi insieme, nel loro rapporto con il problema in discussione, non potrebbero eguagliare uno solo, la mancanza di cibo, causata da povertà, indigenza e carestia. Milioni di individui muoiono ogni anno per mancanza di cibo, mantenendo così la massa. Anche nelle nostre comunità illuminate, e nonostante i molti sforzi caritatevoli, questo è ancora, con ogni probabilità, il male principale. Non intendo qui assoluta mancanza di cibo, ma la mancanza di nutrimento sano. Come fornire cibo buono e abbondante è, quindi, una questione molto importante del giorno".

Non hanno forse (la Cabala) preso la nostra fonte di cibo e mescolato i nostri semi con gli OGM, e contaminato le nostre drogherie con additivi nocivi, conservanti e cose che non hanno alcun valore ma sono tossiche nel corpo umano? Il presidente della Nestlé non ha forse affermato che l'acqua di base necessaria per la vita stessa non è un diritto ma qualcosa che ognuno deve pagare? La cabala dei grandi mercanti non ha forse acquistato per sé le falde acquifere naturali del mondo per pochi spiccioli, per rivendere a noi la stessa acqua che dobbiamo bere ogni giorno per vivere? Non hanno forse contaminato le nostre fonti d'acqua di proposito per costringerci a comprare le loro bottiglie contaminate? Poi ci condannano al secondo respiro che le bottiglie di plastica sono tossiche per l'ambiente? La loro malvagità non è forse vista da noi ogni giorno? SMASCHERATELI TUTTI!

Il lavoro di Tesla nella sua interezza qui: NIKOLA TESLA IL PROBLEMA DI AUMENTARE L'ENERGIA UMANA



Non ci hanno detto come deve essere un corpo e i nostri volti? Non ridono di chi non assomiglia a chi o a cosa ci dicono? Non instillano forse un senso di bruttezza allo psichico per spingere le procedure chirurgiche del viso ad assomigliare a ciò che Dio non ha creato? Chiamare brutta la bellezza dell'invecchiamento e deriderla? Tutto ciò mentre si contribuisce ad essa? Tutti gli affamati del mondo di oggi stanno morendo di fame per la stessa mano della cabala che grida di nutrirli?

Vedete cosa hanno fatto e ora vedete perché l'hanno fatto?

IL SECONDO PROBLEMA: COME RIDURRE LA FORZA CHE RITARDA LA MASSA UMANA - L'ARTE DELLA TELAUTOMATICA. (l'arte di controllare i movimenti e le operazioni di automi lontani).


"Come già detto, la forza che ritarda il movimento in avanti dell'uomo è in parte frizionale e in parte negativa. Per illustrare questa distinzione posso nominare, per esempio, l'ignoranza, la stupidità e l'imbecillità come alcune delle forze puramente frizionali, o resistenze prive di qualsiasi tendenza direttiva. D'altra parte, la visionarietà, la pazzia, la tendenza autodistruttiva, il fanatismo religioso e simili, sono tutte forze di carattere negativo, che agiscono in direzioni definite.

"Per ridurre o superare completamente queste forze ritardanti dissimili, si devono impiegare metodi radicalmente diversi. Si sa, per esempio, cosa può fare un fanatico, e si possono prendere misure preventive, si può illuminare, convincere e, possibilmente dirigerlo, trasformare il suo vizio in virtù; ma non si sa, e non si potrà mai sapere, cosa può fare un bruto o un imbecille, e si deve trattare con lui come con una massa, inerte, senza mente, lasciata libera dagli elementi folli.


Una forza negativa implica sempre qualche qualità, non di rado elevata, anche se mal diretta, che è possibile trasformare in un buon vantaggio; ma una forza di attrito senza direzione comporta una perdita inevitabile.

Evidentemente, quindi, la prima e generale risposta alla domanda di cui sopra è: volgere tutta la forza negativa nella giusta direzione e ridurre tutta la forza di attrito.

Non c'è dubbio che, tra tutte le resistenze d'attrito, quella che più ritarda il movimento umano è l'ignoranza.

Non senza ragione disse quell'uomo di saggezza, Buddha: "L'ignoranza è il più grande male del mondo". L'attrito che risulta dall'ignoranza, e che è notevolmente aumentato a causa delle numerose lingue e nazionalità, può essere ridotto solo dalla diffusione della conoscenza e dall'unificazione degli elementi eterogenei dell'umanità. Nessuno sforzo potrebbe essere speso meglio. Ma per quanto l'ignoranza possa aver ritardato il movimento in avanti dell'uomo nei tempi passati, è certo che, al giorno d'oggi, le forze negative sono diventate di maggiore importanza. Tra queste ce n'è una di gran lunga più importante di qualsiasi altra. Si chiama guerra organizzata. Quando consideriamo i milioni di individui, spesso i più abili nella mente e nel corpo, il fiore dell'umanità, che sono costretti a una vita di inattività e improduttività, le immense somme di denaro richieste quotidianamente per il mantenimento degli eserciti e dell'apparato bellico, che rappresentano sempre tanta energia umana, tutto lo sforzo inutilmente speso nella produzione di armi e strumenti di distruzione, la perdita di vite e la promozione di uno spirito barbaro, siamo sconvolti dalla perdita inestimabile per l'umanità che l'esistenza di queste deplorevoli condizioni deve comportare. 

Cosa possiamo fare per combattere al meglio questo grande male? La legge e l'ordine richiedono assolutamente il mantenimento della forza organizzata. Nessuna comunità può esistere e prosperare senza una rigida disciplina. Ogni paese deve essere in grado di difendersi, in caso di necessità. Le condizioni di oggi non sono il risultato di ieri, e un cambiamento radicale non può essere effettuato domani.

Se le nazioni disarmassero subito, è più che probabile che ne seguirebbe uno stato di cose peggiore della guerra stessa. La pace universale è un bel sogno, ma non immediatamente realizzabile. Abbiamo visto recentemente che anche il nobile sforzo dell'uomo investito del più grande potere mondiale è stato praticamente senza effetto. E non c'è da meravigliarsi, perché lo stabilimento della pace universale è, per il momento, un'impossibilità fisica.

La guerra è una forza negativa e non può essere girata in direzione positiva senza passare attraverso le fasi intermedie. È un problema di far girare una ruota, che gira in un senso, nel senso opposto, senza rallentarla, fermarla e riaccelerarla nell'altro senso. Si è sostenuto che la perfezione dei cannoni di grande potenza distruttiva fermerà la guerra. Così ho pensato io stesso per molto tempo, ma ora credo che questo sia un profondo errore. Tali sviluppi la modificheranno notevolmente, ma non la arresteranno. Al contrario, penso che ogni nuova arma che viene inventata, ogni nuova partenza che viene fatta in questa direzione, semplicemente invita nuovi talenti e abilità, impegna nuovi sforzi, offre nuovi incentivi, e così dà solo un nuovo impulso a ulteriori sviluppi.

Pensate alla scoperta della polvere da sparo. Possiamo concepire una partenza più radicale di quella effettuata da questa innovazione? Immaginiamoci di vivere in quel periodo: non avremmo pensato allora che la guerra era alla fine, quando l'armatura del cavaliere divenne un oggetto di scherno, quando la forza corporea e l'abilità, che prima significavano così tanto, divennero di valore relativamente piccolo? Eppure la polvere da sparo non ha fermato la guerra: al contrario, ha agito come un potentissimo incentivo. Né credo che la guerra potrà mai essere arrestata da uno sviluppo scientifico o ideale, finché esisteranno condizioni simili a quelle attuali, perché la guerra è diventata essa stessa una scienza, e perché la guerra coinvolge alcuni dei sentimenti più sacri di cui l'uomo è capace.

Infatti, è dubbio che gli uomini che non sarebbero pronti a combattere per un alto principio siano buoni per qualcosa. Non è la mente che fa l'uomo, né il corpo; è la mente e il corpo. Le nostre virtù e i nostri difetti sono inseparabili, come la forza e la materia. Quando si separano, l'uomo non è più. Un'altra argomentazione, che ha una forza considerevole, viene fatta spesso, cioè che la guerra deve diventare presto impossibile perché i mezzi di difesa superano i mezzi di attacco. Questo è solo in accordo con una legge fondamentale che può essere espressa dall'affermazione che è più facile distruggere che costruire. Questa legge definisce le capacità e le condizioni umane. Se queste fossero tali che fosse più facile costruire che distruggere, l'uomo andrebbe avanti senza resistenza, creando e accumulando senza limiti. Tali condizioni non sono di questa terra. Un essere che potesse fare questo non sarebbe un uomo: potrebbe essere un dio. La difesa avrà sempre un vantaggio sull'attacco, ma questo da solo, mi sembra, non potrà mai fermare la guerra. Con l'uso di nuovi principi di difesa possiamo rendere i porti inespugnabili contro gli attacchi, ma non possiamo con tali mezzi impedire che due navi da guerra si incontrino in battaglia in alto mare.

Un accordo internazionale con lo scopo di ridurre al minimo la forza di guerra che, in considerazione dell'attuale educazione ancora imperfetta delle masse, è assolutamente indispensabile, sembrerebbe quindi essere il primo passo razionale da fare per diminuire la forza che ritarda il movimento umano.

Fortunatamente, le condizioni esistenti non possono continuare indefinitamente, perché un nuovo elemento comincia ad affermarsi. Un cambiamento per il meglio è eminente, e mi sforzerò ora di mostrare quale sarà, secondo le mie idee, il primo progresso verso l'instaurazione di relazioni pacifiche tra le nazioni, e con quali mezzi sarà infine realizzato. Torniamo agli inizi, quando la legge del più forte era l'unica legge. La luce della ragione non era ancora accesa, e il debole era interamente alla mercé del forte. L'individuo debole cominciò allora a imparare a difendersi. Usava una mazza, una pietra, una lancia, una fionda o un arco e una freccia, e nel corso del tempo, invece della forza fisica, l'intelligenza divenne il principale fattore decisivo nella battaglia. Il carattere selvaggio fu gradualmente ammorbidito dal risveglio di nobili sentimenti, e così, impercettibilmente, dopo secoli di continui progressi, siamo passati dalla brutale lotta dell'animale irragionevole a quella che chiamiamo la "guerra civilizzata" di oggi, in cui i combattenti si stringono la mano, parlano in modo amichevole e fumano sigari all'entrata, pronti a impegnarsi nuovamente in un conflitto mortale ad un segnale. Che i pessimisti dicano quello che vogliono, qui c'è una prova assoluta di un grande e gratificante progresso.

Ma ora, qual è la prossima fase di questa evoluzione? Non ancora la pace, in nessun modo. Il prossimo cambiamento che dovrebbe seguire naturalmente dagli sviluppi moderni dovrebbe essere la continua diminuzione del numero di individui impegnati in battaglia. L'apparato sarà specificamente di grande potenza, ma solo pochi individui saranno necessari per farlo funzionare. Questa evoluzione porterà sempre più alla ribalta una macchina o un meccanismo con il minor numero di individui come elemento di guerra, e la conseguenza assolutamente inevitabile di ciò sarà l'abbandono di unità grandi, goffe, lente e ingestibili. La massima velocità possibile e il massimo tasso di erogazione di energia da parte dell'apparato bellico saranno l'obiettivo principale. La perdita di vite umane diventerà sempre più piccola, e infine, il numero degli individui diminuirà continuamente, solo le macchine si incontreranno in una gara senza spargimento di sangue, le nazioni saranno semplicemente spettatori interessati e ambiziosi.

Quando questa felice condizione sarà realizzata, la pace sarà assicurata. Ma, non importa a quale grado di perfezione possano essere portati i cannoni a tiro rapido, i cannoni ad alta potenza, i proiettili esplosivi, i torpedini o altri strumenti di guerra, non importa quanto distruttivi possano essere resi, quella condizione non potrà mai essere raggiunta attraverso un tale sviluppo. Tutti questi strumenti richiedono uomini per il loro funzionamento; gli uomini sono parti indispensabili del macchinario. Il loro scopo è quello di uccidere e distruggere. Il loro potere risiede nella loro capacità di fare il male. Finché gli uomini si incontreranno in battaglia, ci sarà spargimento di sangue. Lo spargimento di sangue manterrà sempre viva la passione barbara. Per rompere questo spirito feroce, si deve fare una partenza radicale, si deve introdurre un principio completamente nuovo, qualcosa che non è mai esistito prima nella guerra - un principio che trasformerà forzatamente, inevitabilmente, la battaglia in un mero spettacolo, un gioco, una gara senza perdita di sangue.

Per ottenere questo risultato si deve fare a meno degli uomini: la macchina deve combattere la macchina. Ma come realizzare ciò che sembra impossibile? La risposta è abbastanza semplice: produrre una macchina capace di agire come se fosse parte di un essere umano - non un semplice congegno meccanico, comprendente leve, viti, ruote, frizioni, e niente di più, ma una macchina che incarna un principio superiore, che le permetterà di svolgere i suoi compiti come se avesse intelligenza, esperienza, giudizio, una mente! Questa conclusione è il risultato dei miei pensieri e delle mie osservazioni che si sono estesi praticamente per tutta la mia vita, e ora descriverò brevemente come sono arrivato a realizzare quello che all'inizio sembrava un sogno irrealizzabile.

Il lavoro di Tesla nella sua interezza qui: NIKOLA TESLA IL PROBLEMA DI AUMENTARE L'ENERGIA UMANA

 


IL TERZO PROBLEMA: COME AUMENTARE LA FORZA DI ACCELERAZIONE DELLA MASSA UMANA - LO SFRUTTAMENTO DELL'ENERGIA DEL SOLE.


Delle tre possibili soluzioni del problema principale dell'aumento dell'energia umana, questa è di gran lunga la più importante da considerare, non solo per il suo significato intrinseco, ma anche per la sua intima relazione con tutti i numerosi elementi e condizioni che determinano il movimento dell'umanità. Per procedere sistematicamente, sarebbe necessario che io mi soffermassi su tutte quelle considerazioni che mi hanno guidato fin dall'inizio nei miei sforzi per arrivare ad una soluzione, e che mi hanno portato, passo dopo passo, ai risultati che ora descriverò.

Come studio preliminare del problema, un'indagine analitica, come quella che ho fatto, delle principali forze che determinano il movimento in avanti, sarebbe vantaggiosa, in particolare per dare un'idea di quella ipotetica "velocità" che, come spiegato all'inizio, è una misura dell'energia umana; ma trattarla specificamente qui, come vorrei, mi porterebbe ben oltre lo scopo del presente argomento. Basti dire che la risultante di tutte queste forze è sempre nella direzione della ragione, che quindi determina, in ogni momento, la direzione del movimento umano. Questo per dire che ogni sforzo applicato scientificamente, razionale, utile o pratico, deve essere nella direzione in cui la massa si muove.

L'uomo pratico e razionale, l'osservatore, l'uomo d'affari, colui che ragiona, calcola o determina in anticipo, applica accuratamente il suo sforzo in modo che quando entrerà in vigore sarà nella direzione del movimento, rendendolo così più efficiente, e in questa conoscenza e abilità sta il segreto del suo successo. Ogni nuovo fatto scoperto, ogni nuova esperienza o nuovo elemento aggiunto alla nostra conoscenza ed entrato nel dominio della ragione, influisce sullo stesso e, quindi, cambia la direzione del movimento, che, tuttavia, deve sempre avvenire lungo la risultante di tutti quegli sforzi che, in quel momento, designiamo come ragionevoli, cioè autoconservativi, utili, redditizi o pratici.

Questi sforzi riguardano la nostra vita quotidiana, le nostre necessità e comodità, il nostro lavoro e gli affari, e sono questi che spingono l'uomo ad andare avanti. Ma guardando tutto questo mondo indaffarato che ci circonda, tutta questa massa complessa che pulsa e si muove ogni giorno, cos'è se non un immenso orologio azionato da una molla? Al mattino, quando ci alziamo, non possiamo fare a meno di notare che tutti gli oggetti che ci circondano sono prodotti da macchine: l'acqua che usiamo è sollevata dalla forza del vapore; i treni portano la nostra colazione da località lontane; gli ascensori della nostra abitazione e del nostro ufficio, le macchine che ci portano lì, sono tutti azionati dalla forza; in tutte le nostre commissioni quotidiane, e nella nostra stessa vita, dipendiamo da essa; tutti gli oggetti che vediamo ce lo dicono; e quando la sera torniamo alla nostra dimora fatta a macchina, per non dimenticarlo, tutte le comodità materiali della nostra casa, la nostra stufa e la nostra lampada, ci ricordano quanto dipendiamo dalla forza. E quando c'è un arresto accidentale del macchinario, quando la città è bloccata dalla neve, o il movimento che sostiene la vita è temporaneamente arrestato, siamo spaventati nel realizzare quanto sarebbe impossibile per noi vivere la vita che viviamo senza forza motrice. Forza motrice significa lavoro. Aumentare la forza che accelera il movimento umano significa, quindi, eseguire più lavoro. Così troviamo che le tre possibili soluzioni del grande problema dell'aumento dell'energia umana trovano risposta nelle tre parole: cibo, pace, lavoro.

Il lavoro di Tesla nella sua interezza qui: NIKOLA TESLA IL PROBLEMA DI AUMENTARE L'ENERGIA UMANA 


Altre fonti di energia possono essere aperte, e nuovi metodi di derivazione dell'energia dal sole scoperti, ma nessuna di queste o simili conquiste eguaglierebbe in importanza la trasmissione di energia a qualsiasi distanza attraverso il mezzo. Non riesco a concepire nessun progresso tecnico che tenderebbe ad unire i vari elementi dell'umanità più efficacemente di questo, o che aggiungerebbe e risparmierebbe di più l'energia umana. Sarebbe il miglior mezzo per aumentare la forza di accelerazione della massa umana. La semplice influenza morale di una partenza così radicale sarebbe incalcolabile. D'altra parte, se in qualsiasi punto del globo l'energia può essere ottenuta in quantità limitate dal mezzo ambientale per mezzo di un motore termico auto-agente o in altro modo, le condizioni rimarranno le stesse di prima".

Bisogna leggere il lavoro di Tesla sull'aumento dell'Energia Umana perché è la chiave per riprendersi le nostre vite! Per vedere come le tre direzioni ci mandano nell'oscurità totale e l'unico modo è andare verso Dio perché è eterno e l'unico percorso verso l'eterno è attraverso Dio e la sua creazione divina come lui l'ha creata e perché l'uomo si unisca all'unisono per realizzare il movimento che farà brillare l'oscurità.

Il suo lavoro spiega totalmente le due forze contrapposte del Bene contro il Male nella nostra attuale e continua battaglia di guerra spirituale ....principi nelle alte sfere. Ognuno ha il libero arbitrio di scegliere in che direzione collocare la propria energia. O tirare insieme al popolo di Dio con le due direzioni del Signore nella fede e nell'amore per Dio e per l'umanità facendo come vorresti che gli altri facessero a te... o allontanarsi nelle basse vibrazioni dell'oscurità diventando una macchina azionata dalle forze oscure che controllano i tuoi pensieri, i tuoi livelli di energia, impoveriti in uno stato energetico ritardato, per essere controllati ai capricci dell'oscurità. E anche nell'andare in basso... è dimostrato che è scientificamente e biblicamente limitato e non sostenibile. Quindi .... scegliete ora chi dovrete servire. Lì sta il messaggio e il potere che alla fine trionferà!

Siate forti e ricordatevi di smascherare i piani malvagi della Cabala! LE SOSTANZE TOSSICHE NON SONO SOSTENIBILI. Riprendetevi le nostre fonti di cibo e acqua. I grandi mercanti non possiedono il pianeta, esso appartiene a tutta l'umanità. Smascherate la Cabala e i loro piani malvagi per rimuovere il libero arbitrio e tutto ciò che Dio ha dato liberamente!


Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia