Alessandropoli si riempie di mezzi militari pesanti

 

Alessandropoli si riempie di mezzi militari pesanti

Il porto marittimo di Alessandropoli, in Grecia, sta attualmente sostenendo il movimento di centinaia di elementi di equipaggiamento dell'esercito degli Stati Uniti per la prossima iterazione di Atlantic Resolve. La 598a brigata di trasporto, il Comando per lo spiegamento e la distribuzione di superficie e il 21° Comando di sostentamento del teatro hanno iniziato a scaricare quasi 400 veicoli e container ad Alexandroupoli per includere carri armati, veicoli da combattimento Bradley e una varietà di attrezzature di supporto martedì 20 luglio. L'equipaggiamento appartiene al 1st Armored Brigade Combat Team, 1st Infantry Division da Fort Riley, Kansas. La 1st ABCT è l'ottava brigata corazzata a schierarsi in Europa a sostegno della Atlantic Resolve. Dopo l'allestimento iniziale al porto, l'equipaggiamento si sposterà su rotaia e su linee commerciali verso le posizioni operative avanzate nell'Europa centrale e orientale.


Il porto marittimo di Alexandroupoli, situato in posizione strategica, è diventato un hub logistico e di trasporto di importanza critica per le forze dell'esercito americano.


"L'attuale operazione rappresenta il culmine di tutti gli sforzi che l'esercito degli Stati Uniti, insieme ai nostri partner interagenzia presso l'ambasciata degli Stati Uniti, i nostri alleati in Grecia e i nostri partner industriali, hanno messo in atto per sfruttare le capacità di questo incredibile porto", ha detto il col. Joshua D. Hirsch, comandante, 598th TBDE. "Solo nelle ultime due settimane, abbiamo ridispiegato l'equipaggiamento di DEFENDER-Europe 21 e caricato l'equipaggiamento del 1st Armored Brigade Combat Team, 1st Cavalry Division mentre si dirige verso casa dopo il completamento della sua rotazione Atlantic Resolve. Non è solo la quantità di equipaggiamento che ora siamo in grado di spostare attraverso Alexandroupoli, è anche il tipo di equipaggiamento. Per esempio, questa è la prima volta che abbiamo usato il porto per supportare l'arrivo e la partenza di M1, Bradley e altri veicoli blindati e cingolati. Questa è una pietra miliare incredibile per tutta la squadra qui".


Nel 2019, l'esercito degli Stati Uniti, la marina degli Stati Uniti e i partner commerciali hanno completato con successo un'operazione di dragaggio nel porto di Alexandroupoli che ha coinvolto la rimozione di una chiatta affondata chiamata "Olga" che aveva precedentemente limitato l'uso delle capacità della struttura.


"Negli ultimi due anni e mezzo, Alexandroupoli è diventato uno dei porti più vitali in Europa per il movimento di attrezzature dell'esercito", ha detto Andre J. Cameron, direttore del Corpo dei Trasporti, Mediterraneo orientale (Grecia). "Gli investimenti nelle infrastrutture del porto sono stati un vero successo strategico per l'esercito e i nostri partner. Siamo passati dal condurre essenzialmente 'zero operazioni' al porto a condurre otto operazioni portuali solo nell'ultimo anno. Ora abbiamo dimostrato che possiamo spostare unità aeree e corazzate ad Alexandroupoli, usando sia la linea commerciale che la ferrovia. Fondamentalmente, possiamo fare tutto qui".


Per molti versi, la posizione del porto è importante quanto le sue capacità.


"Abbiamo lavorato duramente per diversificare la gamma di porti marittimi in grado di sostenere le forze dell'esercito in tutta Europa", ha aggiunto Hirsch. "Ciò che il team ha realizzato qui ad Alexandroupoli fornisce ulteriori opzioni strategiche di manovra per i comandanti delle forze di terra nella regione dell'Europa meridionale. Lavorando con i nostri alleati e partner, questo porto ci permetterà di spostare il potere di combattimento, rapidamente ed efficacemente, in una parte sempre più critica della nostra area di operazioni".


La 1st ABCT, 1st ID si schiera con circa 3.800 soldati, 80 carri armati, 130 veicoli da combattimento Bradley, 10 veicoli Bradley (Variant) Fire Support Team, 15 Paladin, 500 veicoli cingolati, 850 rimorchi e 1500 veicoli su ruote e altri pezzi di equipaggiamento. L'equipaggiamento della 1st ABCT sta arrivando anche nei porti di Danzica e Gdynia, in Polonia e Klaipeda, in Lituania, oltre al porto di Alexandroupoli.


"Lo scarico iniziale dell'equipaggiamento della 1st ABCT è stato eseguito senza intoppi", ha detto il tenente colonnello Carey E. Way, comandante dell'839th Transportation BN. "Abbiamo un 'Team of Teams' al porto che include l'unità di schieramento, il 21st TSC, il Military Sealift Command e il personale delle operazioni terminalistiche dei nostri partner commerciali. Abbiamo lavorato bene insieme in diverse operazioni portuali qui e abbiamo il giusto tipo di relazioni per far sì che trasporti complessi e movimenti logistici come questo avvengano in modo fluido e sicuro".


Il dispiegamento di forze americane pronte e credibili per il combattimento in Europa a sostegno dell'Atlantic Resolve è la prova del forte e incessante impegno degli Stati Uniti verso la NATO e l'Europa. Attraverso l'addestramento bilaterale, congiunto e multinazionale, Atlantic Resolve costruisce la prontezza, aumenta l'interoperabilità e rafforza il legame tra le forze armate alleate e partner.


Tutti i movimenti del personale e delle attrezzature sono condotti aderendo alla guida di prevenzione e protezione diretta dal Dipartimento della Difesa, dal Dipartimento dell'Esercito, dai Centers for Disease Control, dai governi delle nazioni ospiti e dalle autorità locali per mitigare proattivamente la diffusione del COVID-19. La salute, la sicurezza e la protezione del personale statunitense e degli alleati, dei partner e delle popolazioni locali è una priorità del DOD.


Per ulteriori informazioni sul contributo dell'esercito degli Stati Uniti alla Atlantic Resolve visitare https://www.EuropeAfrica.army.mil/AtlanticResolve/.


Fonte: www.dvidshub.net/news/401454/atlantic-resolve-rotation-demonstrates-strategic-importance-seaport-alexandroupoli-greece

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia