Il dossier Fauci COVID-19 - Dr David E Martin

 

Il dossier Fauci COVID-19 - Dr David E Martin

Questo documento è stato preparato per l'umanità dal Dr. David E. Martin. (link in fondo all'articolo)


Negli ultimi due decenni, la mia azienda - M-CAM - ha monitorato le possibili violazioni del Protocollo del 1925 per la proibizione dell'uso in guerra di gas asfissianti, velenosi o altri gas, e dei metodi batteriologici di guerra (il Protocollo di Ginevra) Convenzione del 1972 sul divieto di sviluppo, produzione e stoccaggio di armi batteriologiche e tossiniche e la loro distruzione (la BTWC). Nella nostra valutazione tecnologica globale 2003-2004: Vector Weaponization M-CAM ha evidenziato il crescente coinvolgimento della Cina nella tecnologia della reazione a catena della polimerasi (PCR) per quanto riguarda l'adesione alla scena mondiale nella costruzione chimerica di vettori virali.


Da allora, su base settimanale, abbiamo monitorato lo sviluppo della ricerca e degli sforzi commerciali in questo campo, comprese, ma non solo, le sinergie di ricerca che si formano tra i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), gli Istituti nazionali per le allergie e le malattie infettive (NIAID), l'Università della Carolina del Nord a Chapel Hill (UNC), l'Università di Harvard, l'Università Emory, l'Università Vanderbilt, l'Università Tsinghua, l'Università di Pennsylvania, molti altri istituti di ricerca e le loro affiliazioni commerciali.


La sovvenzione AI23946-08 del National Institute of Health, rilasciata al Dr. Ralph Baric dell'Università del North Carolina a Chapel Hill (ufficialmente classificata come affiliata al NIAID del Dr. Anthony Fauci almeno dal 2003) ha iniziato il lavoro sull'alterazione sintetica dei Coronaviridae (la famiglia dei coronavirus) allo scopo esplicito di ricerca generale, miglioramento patogenetico, rilevamento, manipolazione, e potenziali interventi terapeutici mirati agli stessi. Già il 21 maggio 2000, il Dr. Baric e l'UNC hanno cercato di brevettare sezioni critiche della famiglia dei coronavirus a loro vantaggio commerciale.1 In uno dei diversi articoli derivati dal lavoro sponsorizzato da questa sovvenzione, il Dr. Baric ha pubblicato quello che ha riferito essere il cDNA completo del SARS CoV in cui si affermava chiaramente che il SAR CoV era basato su un composto di segmenti di DNA. "Utilizzando un pannello di cDNA contigui che coprono l'intero genoma, abbiamo assemblato un cDNA completo del ceppo SARS-CoV Urbani, e abbiamo salvato i virus della SARS clonati molecolarmente (clone infettivo SARS-CoV) che contenevano le attese mutazioni dei marcatori inseriti nei cloni componenti".


Il 19 aprile 2002 - la primavera prima della prima epidemia di SARS in Asia - Christopher M. Curtis, Boyd Yount, e Ralph Baric hanno presentato una domanda di brevetto statunitense 7.279.372 per un metodo di produzione di coronavirus ricombinanti. Nella prima registrazione pubblica delle rivendicazioni, hanno cercato di brevettare un mezzo per produrre, "un coronavirus infettivo, difettoso nella replicazione". Questo lavoro è stato sostenuto dalla sovvenzione NIH di cui sopra e GM63228. In breve, il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti è stato coinvolto nel finanziamento dell'amplificazione della natura infettiva del coronavirus tra il 1999 e il 2002, prima che la SARS fosse mai individuata negli esseri umani.


File pdf del dossier originale: link1 - link2 - link3 drive.google.com

File pdf del dossier tradotto in italiano: Link drive.google.com


Fonte: Dr. David E. Martin

Guarda il video:

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia