Beverly Eckert la donna che incolpò il governo USA per l'attacco dell'11 Settembre e poi morì in un "incidente" aereo

 

Beverly Eckert la donna che incolpò il governo USA per l'attacco dell'11 Settembre e poi morì in un "incidente" aereo

Beverly Eckert è l'esempio perfetto di "persona scomoda", lo è stata per anni; nella foto qui sopra potete vedere il suo ultimo gesto di coraggio e la speranza che il primo presidente nero degli Stati Uniti d'America, Barack Obama, avrebbe accettato di collaborare per fare luce sull'evento più controverso della storia moderna "l'attacco alle torri gemelle dell'11/09/2001". L'ironia della sorte che potremmo chiamare anche Deep State la vedrà vittima di un incidente aereo...

Beverly lottava veramente per trovare la verità e fare giustizia.


Questo viene riportato su wikipedia:

Beverly Eckert (29 maggio 1951 - 12 febbraio 2009) è stata un'attivista e sostenitrice della creazione della Commissione sull'11 settembre. È stata uno dei membri del comitato direttivo della famiglia dell'11 settembre per la Commissione dell'11 settembre. Il marito della Eckert, Sean Rooney, morì a 50 anni negli attacchi dell'11 settembre 2001. Ha spinto per una commissione per indagare sull'11 settembre e per istituire un memoriale.

Eckert è morta a 57 anni il 12 febbraio 2009, nello schianto del volo Colgan Air 3407 a Clarence Center, New York. Aveva incontrato il presidente Barack Obama pochi giorni prima della sua morte nel suo ruolo di sostenitrice delle persone colpite dall'11 settembre.


 Jersey Girl deve morire

Il Governo non poteva più sostenere quella pressione mediatica ed il vento del cambiamento "Barack Obama" arrivò e travolse tutto/i. www.veteranstodayarchives.com

Meno di un mese dopo l'insediamento di Obama, i movimenti per la verità sull'11 settembre e i patrioti speravano che, sotto una nuova amministrazione, ci sarebbe stata finalmente libertà di parola sugli abusi di Re Giorgio e della sua Lega Bush, a cominciare dalla verità sull'11 settembre 2001.


Il 6 febbraio 2009 il presidente appena insediato ha tenuto un incontro molto pubblicizzato con la vedova dell'11 settembre e "Jersey Girl" Beverly Eckert, insieme a decine di familiari della USS Cole e dell'11 settembre. Tutti avevano perso un coniuge o un genitore a causa del "terrorismo", e hanno posto molte domande incisive, anche se Obama ha fornito poche risposte decisive. Nei sei giorni successivi, la glasnost americana divenne una realtà di breve durata. Il senatore Patrick Leahy ha chiesto una "Commissione per la verità". Come per accentuare il fatto che il kerosene non fonde o demolisce l'acciaio, il Mandarin Orange Hotel nel centro di Pechino ha bruciato da cima a fondo per 24 ore senza cadere, né tantomeno crollare ordinatamente nella sua stessa impronta come hanno fatto le Torri Gemelle e il WTC-7. Il guardiano Huffington Post, che in precedenza aveva bandito le "teorie della cospirazione" dell'11 settembre, ha pubblicato un op-ed in due parti in cui si chiede una vera indagine sugli attacchi.


Alle 23:00 del 12 febbraio un disastro aereo altamente sospetto sullo Stato di New York uccise la stessa Beverly Eckert che una settimana prima aveva minacciato l'elite americana con l'unica cosa che non potrà mai permettere: la verità. Un'ora dopo il Congresso di Obama ha messo online la Stimulus Bill. Il giorno dopo, venerdì 13, una Camera dei Rappresentanti allarmata ha votato a favore di una legislazione che non ha avuto il tempo di leggere. Era un'eco allarmante del voto del Patriot Act.


Molti credevano a ciò che Eckert e altri 48 passeggeri avevano scoperto nel modo più duro: Obama potrebbe essere omicida come il suo tirannico predecessore.



 falsificationofhistory.co.uk racconta la storia di Beverly Eckert in un modo molto più accattivante e la riportiamo di seguito.


Beverly Eckert è stata assassinata da agenti sionisti che erano minacciati dalla sua implacabile ricerca di giustizia sulla morte di suo marito, Sean Rooney, che lei aveva amato molto. Rooney era morto di una morte terribile e straziante mentre il WTC-2 crollava intorno a lui ed era un evento veramente orrendo. Beverly stava effettivamente parlando al telefono con Sean, che era intrappolato nell'edificio, e mentre lei stava parlando con lui, dicendogli addio in lacrime, lui è morto nel crollo.


Nelle sue stesse parole, ha detto... 

"Credo che vorrei non essere qui, perché era una vita così diversa prima dell'11 settembre. Non mi sarei mai immaginata di dover parlare al pubblico di qualcosa di diverso dalla mia piccola vita. Ero proprio come tutti gli altri, molto compiacente, molto soddisfatto. Gli eventi mondiali non sembravano influenzarmi, questo è quello che credevo a quel tempo. Tutto questo è cambiato l'11 settembre, e credo di aver scoperto che non potevo semplicemente sedermi ed essere una vittima. Odio questa parola. Credo che ci chiamino sempre famiglie di vittime e cose del genere. Odio quel termine, quello che trasmette è impotenza e nessun controllo. Penso che sia stato solo parte del mio processo di guarigione per vedere se posso far succedere qualcosa di buono da tutto questo.


Mio marito Sean lavorava nella Torre Sud, il suo ufficio era al 98° piano con un paio di centinaia di altre persone e lui non aveva una buona conoscenza delle opzioni di evacuazione e di fuga e così sono saliti, solo per scoprire che le porte erano chiuse. Avevano una finestra di opportunità per scappare giù per la scala A, c'erano tre scale nella Torre Sud. Penso che abbiano pensato che il tetto fosse un'opzione, e così sono saliti e sono rimasti intrappolati perché le porte del tetto erano bloccate. L'ho sentito, mi ha chiamato ed è riuscito a mettersi in contatto con me, così sono stato uno dei familiari più fortunati, ho potuto dirgli addio. So cosa gli è successo, so come sono stati i suoi ultimi momenti. Era molto coraggioso. Era un eroe. Quindi ho un'eredità che ho, che ho pensato solo per prendere la sua forza e cercare di fare qualcosa di positivo con essa. È stato un individuo molto forte per tutta la sua vita e ora mi sento infuso di questo. Sto cercando di fare la differenza. Sto cercando di trovare la verità in tutto questo caos".


Beverly aveva anche rilasciato questa dichiarazione...

"Il mio silenzio non può essere comprato"

-Beverly Eckert, venerdì 19 dicembre 2003


Prosegue:

Ho scelto di andare in tribunale piuttosto che accettare una bustarella dal fondo di compensazione delle vittime dell'11 settembre. Invece, voglio sapere cosa è andato così male nei nostri sistemi di intelligence e di sicurezza che una banda di fanatici religiosi è stata in grado di trasformare quattro jet passeggeri americani in una forza nemica, attaccare le nostre città e uccidere 3.000 civili con terrificante facilità. Voglio sapere perché due grattacieli di 110 piani sono crollati in meno di due ore e perché le opzioni di fuga e salvataggio erano così limitate.


Faccio causa perché, a differenza di altre vie investigative, comprese le udienze del Congresso e la commissione dell'11 settembre, la mia causa richiede che tutte le testimonianze siano rese sotto giuramento e utilizza pienamente i poteri di costrizione delle prove.


Il fondo per le vittime non è stato creato in uno spirito di compassione. Piuttosto, è stato un tacito riconoscimento da parte del Congresso di aver manomesso il nostro sistema di giustizia civile in un modo senza precedenti. I legislatori hanno limitato la responsabilità delle compagnie aeree su richiesta dei lobbisti che sono scesi a Washington mentre gli incendi dell'11 settembre ancora bruciavano. E questo limite di responsabilità protegge non solo le compagnie aeree, ma anche i costruttori del World Trade Center, gli ingegneri della sicurezza e altri imputati.


I limiti di responsabilità hanno conseguenze per coloro che vogliono fare causa per far luce sugli errori dell'11 settembre. Significa che il campo di gioco è fortemente inclinato a favore di coloro che devono essere ritenuti responsabili. Con le conseguenze finanziarie diverse dai proventi assicurativi rimossi, non c'è alcun incentivo per coloro la cui negligenza ha contribuito al tributo di morte a riconoscere le loro mancanze o ad attuare riforme. Possono permettersi di negare la colpevolezza e giocare un gioco d'attesa.


Facendo causa, ho rinunciato al "premio medio di 1,8 milioni di dollari" per una richiesta di morte che avrei potuto riscuotere nell'ambito del fondo. Né mi illudo di vincere soldi con la mia causa. Quello che so è che lo devo a mio marito, la cui morte credo avrebbe potuto essere evitata, per vedere che tutti i responsabili siano ritenuti responsabili. Se non otteniamo risposte a ciò che è andato storto, ci sarà una prossima volta. E invece di 3.000 morti, saranno 10.000. Cosa farà allora il Congresso?".


La Eckert fu uno dei pochi parenti sopravvissuti che rifiutò di accettare il "denaro del silenzio" offerto da Kenneth Feinberg e intraprese la propria azione, che alla fine portò alla Casa Bianca e oltre.

 Cercò solo giustizia per suo marito e così facendo si riferì pubblicamente al Progetto per il Nuovo Secolo Americano, orchestrato dai sionisti, come il "più sinistro" di tutti i documenti che avesse mai visto. La Eckert aveva raccolto le prove che l'ex presidente Bush sapeva tutto degli attacchi in anticipo e aveva persino contribuito alla loro pianificazione. A causa del suo implacabile attivismo le fu "permesso" di incontrare Barack Obama, informandolo che non si sarebbe fermata finché non fosse stata fatta giustizia, e chiese anche che George Bush fosse indagato per cospirazione e complicità nell'omicidio di massa.


Meno di una settimana dopo, Beverly Eckert era morta.


Aveva incontrato Obama nel 2009 alla Casa Bianca chiedendogli di aprire una nuova indagine sull'11 settembre. Obama le ha stretto la mano in TV, poi l'ha mandata su un volo 'omaggio' per Buffalo per celebrare il 58° anniversario del suo defunto marito. L'aereo precipitò appena 6 giorni dopo l'incontro con Obama e Beverly Eckert fu messa a tacere per sempre.


Lo schianto del volo Continental Express 3407 ha portato la tragedia agli amici e alla famiglia di tutte le 50 vittime, ma per una famiglia il dolore ha colpito per la seconda volta. L'aereo stava volando senza motivo di preoccupazione, ma poi improvvisamente cominciò a inclinarsi selvaggiamente e si schiantò. Gli "esperti" dei media hanno affermato che era dovuto al ghiaccio, ma l'aereo aveva potenti sistemi di sbrinamento. Sospettosamente, c'era una forte presenza dell'FBI sulla scena dell'incidente. L'FBI indaga solo nei casi in cui l'NTSB ha determinato che è coinvolto un "foul play". Hanno dichiarato che l'azione criminale è stata esclusa, ma la loro presenza ha dimostrato il contrario.


Questo suggerisce che sapevano che c'era un gioco sporco e che il loro unico scopo sulla scena era quello di attuare un'operazione di copertura. La squadra della scientifica era guidata dallo stesso uomo che ha guidato gli sforzi di recupero della scientifica per il volo 93 a Shanksville. Quest'uomo era un agente della FEMA che aveva anche lavorato con l'ONU allo schianto della Egyptian Airlines 990 (un altro black-op.)


Era considerato un 'paio di mani sicure' per affrontare questi incidenti?  Non cambia mai nulla.

 

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia