Per non dimenticare la star di "Fast and Furious" Paul Walker e le controversie sul suo "incidente"

 

10 motivi per cui la star di "Fast and Furious" Paul Walker è stato assassinato

Questo sarà lungo e pesante, ma meritevole di attenzione, i motivi per cui l'incidente mortale della star di "Fast and Furious" Paul Walker non fu casuale sono davvero tanti.

Tante le teorie per le quali Paul Walker fu assassinato, nate in seguito agli eventi di Haiti a partire dal terremoto del 2010 ed in seguito al quale Paul fondò la sua organizzazione non-profit per aiutare dopo disastri naturali, la Reach Out WorldWide (ROWW) :

1. Traffico di bambini dopo il terremoto del 2010 in Haiti

Nel gennaio del 2010, dopo che un enorme terremoto devastò Haiti, Paul organizzò spontaneamente una squadra di soccorso che rispose al disastro. Durante il viaggio, Paul ha visto un divario tra la disponibilità di risorse qualificate e la necessità di tale personale in situazioni di post-disastro, così decise di fondare la Reach Out WorldWide (ROWW). Durante il suo lavoro di beneficenza ad Haiti, Paul ha scoperto qualcosa di sorprendente che vedeva coinvolta la Fondazione Clinton. A fine Gennaio 2010 ci furono Dieci americani accusati di traffico di bambini ad Haiti e successivamente arrestati, il loro capo, Laura Silsby, aveva dei legami con la Fondazione Clinton tanto che la stessa fondazione fece pressioni legali e mediatiche per scagionare la Silsby come riportato da dcdirtylaundry.com:

È iniziato con la scioccante scoperta che Hillary e Bill Clinton hanno fornito assistenza alla trafficante di bambini condannata, Laura Silsby, ottenendo una riduzione della pena per traffico di bambini.

2. La scomparsa dei fondi raccolti per il disastro del 2010 a Haiti

Rimanendo in tema post/terremoto Haiti 2010 Paul fu uno dei pochi a mettere in evidenza il fatto che c-era un considerevole discrepanza tra i soldi raccolti dalla Fondazione Clinton e gli effettivi aiuti e case ricostruite dalla stessa in Haiti. Le voci che i soldi per gli aiuti a Haiti furono usati per organizzare il matrimonio della figlia Chelsea Clinton il 31 luglio 2010 si sono intensificate negli anni rovinando la reputazione della fonazione come mai nessuna delle miriadi teorie e accuse cospiratorie ci era riuscita, Bill Clinton fu costretto dopo anni a smentire pubblicamente:


3. Farmaco anticoncezionale nascosto nelle forniture di medicinali

Paul Walker e Roger Rodas sono stati uccisi poco dopo aver scoperto una cospirazione per fornire alle vittime di Tifone Haiyan del 8 Novembre 2013 un prototipo di farmaco per il controllo permanente delle nascite nascosto nelle forniture di medicinali e negli aiuti alimentari. La coppia avrebbe avuto una registrazione schiacciante e stavano andando all'appuntamento con un alleato che li avrebbe aiutati a mettersi in contatto con le persone giuste.

Si è scoperto che sono stati traditi. Ora che la questione in sospeso è stata risolta e la registrazione distrutta, i responsabili non hanno nulla da temere perché questa diventerà un'altra "teoria della cospirazione" che nessuno prenderà sul serio".

4."soldi sporchi" nell'aiuto al disastro nelle Filippine

Riferendosi di nuovo al lavoro di Walker per le vittime del tifone Haiyan, noto anche come tifone Yolanda, l'altra teoria è che Walker ha scoperto il "denaro sporco" nel soccorso delle Filippine. Questo avrebbe senso perché possedeva una società specializzata in soccorso rapido in caso di disastri.

Molti altri stanno sostenendo questa tesi. Un utente su Twitter ha detto: "Credo che Paul Walker sia stato ucciso perché conosceva nel profondo i piani malvagi dell'élite globale per quanto riguarda i tifoni filippini".

5. L'incidente è stato predetto nell'episodio di Family Guy

Se solo Walker avesse guardato Family Guy (I Griffin) la settimana prima, sarebbe stato sicuramente avvertito. Lo show ha predetto la morte di Walker uccidendo Brian Griffin (il cane) pochi giorni prima dell'incidente. Il nome del personaggio di Walker nei film di Fast & Furious è Brian.

6. Paul Walker sapeva a cosa stava andando in contro

Walker ha pronunciato parole "profetiche" nel suo film del 2000 "The Skulls", quando ha detto "Se continui a scavare ti scaverai la tomba da solo".

Passiamo all'incidente

Nel film "Furious 7" (2015), Brian O'Conner, il personaggio interpretato da Paul Walker, sta guidando a Los Angeles quando la sua auto viene presa di mira da un drone chiamato "Predator". Anche se O'Conner non è stato colpito dai missili del Predator, la sua auto non è stata così fortunata, subendo un colpo diretto ed esplodendo all'impatto. L'arte che imita la vita. Lo scenario dell'attacco dei droni raffigurato in "Furious 7" è stato un tentativo premediato dalla Universal Pictures (su ordine della CIA in Svizzera) per confondere le acque rispetto al fatto che Walker è davvero morto a causa dell'attacco di un drone Predator mentre guidava in un sobborgo di Los Angeles il 30 novembre 2013. Creando essenzialmente lo stesso identico scenario di attacco di droni all'interno del film, la CIA in Svizzera spera che i fan di Fast & Furious pensino automaticamente all'ultimo film di Walker quando si trovano di fronte alla teoria della cospirazione che Walker sia stato ucciso da un attacco di droni americani. In altre parole, l'attacco del drone Predator in "Furious 7" non era solo un omaggio sullo schermo al brutale assassinio di Walker, ma una psicologia inversa PSYOP (operazione psicologica) se mai ce ne fosse stata una. Dopo tutto, se Walker è effettivamente morto a causa dell'attacco di un drone Predator come presunto, perché la Universal Pictures avrebbe messo una scena che ricorda in modo inquietante l'attacco del suo ultimo film?

10 motivi per cui la star di "Fast and Furious" Paul Walker è stato assassinato

Se Walker è stato effettivamente ucciso da un attacco autonomo di droni, sarebbe opportuno che le autorità statunitensi si assicurassero che la verità non venga fuori in nessuna circostanza. All'indomani di operazioni nere sponsorizzate dallo stato, come assassinii e attacchi terroristici, le agenzie di intelligence diffondono abitualmente dis-informazioni fraudolente attraverso vari media come la CNN e TMZ per far girare le storie e creare confusione. La tragica morte di Walker non è diversa.


Impegnandosi nel pensiero critico e impiegando la logica deduttiva, si spera che emerga un quadro più chiaro e conciso di come Walker sia morto e chi sia responsabile. Esaminando le seguenti prove (o la loro mancanza), il mondo sarà in grado di decidere da solo a chi e cosa credere. Dopo tutto, l'obiettivo di ogni vero giornalista o fan di Fast and Furious dovrebbe essere quello di scoprire cosa è successo veramente, cosa che sono sicuro Paul Walker avrebbe voluto.

Tutti i motivi per cui la star di "Fast and Furious" Paul Walker è stato assassinato

Cosa Non Quadra Nel Presunto Incidente

1. I 5 alberi

Esattamente ciò che l'auto di Walker ha colpito per primo e in quale ordine dipende da quale rapporto si crede. Secondo un rapporto del 30 novembre 2013 della CBS di Los Angeles, l'auto di Walker "si è schiantata contro un albero e poi un palo della luce prima di scoppiare in fiamme". Questo rapporto della CBS è stato poi contraddetto da Jim Torp, e apparente agente dell'intelligence, che ha dichiarato in un rapporto del 2 dicembre 2013 che "Roger (Roger Rodas era un pilota esperto) ha perso il controllo del comando. Non hanno girato o altro. Sono andati contro un albero. Hanno colpito quattro alberi e hanno tirato giù un grosso palo della luce. Il palo della luce è venuto giù e la macchina ha rimbalzato su di esso. E poi si sono schiantati contro un albero, questo è ciò che alla fine ha fermato la macchina". In un patetico tentativo di spiegare il massiccio danno all'auto di Walker, è stato ora affermato che ha colpito un totale di 5 alberi e 1 palo della luce, ma il cofano dell'auto è rimasto misteriosamente illeso. Considerando che l'auto stava presumibilmente viaggiando ad un alto tasso di velocità quando si è schiantato, si può accertare che l'auto avrebbe subito il maggior danno alla sua parte anteriore che ha preso il peso dell'impatto, che chiaramente non lo fa. Piuttosto, il veicolo è tagliato a metà a partire da dietro il lato del conducente. C'è un enorme cratere rotondo nel mezzo dell'auto che può essere spiegato solo con un colpo di missile ad alto impatto.


2. Il misterioso palo della luce

Sapendo che il pubblico non avrebbe comprato l'idea che un piccolo albero potesse letteralmente far saltare in aria una macchina sportiva, l'auto di Walker avrebbe colpito anche un palo della luce. Secondo un rapporto del 1 dicembre 2013 dell'Huffington Post, "la Porsche su cui viaggiava Walker si è schiantata contro un palo della luce e un albero" e che "il palo della luce abbattuto aveva un segnale di limite di velocità di 45 mph". Anche se l'ordine degli oggetti colpiti dall'auto di Walker chiaramente non corrisponde, Jim Torp, e apparente agente dell'intelligence, ha dichiarato in un rapporto del 2 dicembre 2013 che "hanno colpito quattro alberi e hanno abbattuto un grande palo della luce. Il palo della luce è venuto giù e la macchina è rimbalzata su di esso". Nel caso in cui Torp stesse effettivamente dicendo la verità, i video e le foto della scena dell'incidente mostrerebbero il palo della luce abbattuto, cosa che chiaramente non fanno. Non c'è nessun palo in vista e nessun testimone sulla scena dell'incidente ha fatto riferimento a un palo in strada o sul lato della strada. Tuttavia, un giorno o due dopo l'incidente, un palo con la scritta 45mph ancora attaccata è stato convenientemente posato nello stesso punto esatto in cui è stata eretta la veglia per Walker (vedi foto). Un palo della luce abbattuto avrebbe probabilmente causato un blackout locale o almeno un'emergenza elettrica a causa dei suoi fili esposti, eppure la compagnia elettrica non è arrivata sul posto per riparare il palo. È interessante notare che il presunto palo dell'incidente ha una forma ottagonale ed è chiaramente fatto di cemento, mentre tutti gli altri pali della luce in piedi sono in metallo, di colore bianco e di forma circolare.


3. L'enorme esplosione

Nel caso in cui l'auto di Walker sia stata effettivamente colpita da un missile drone, si sarebbe verificata una tremenda esplosione. Per coincidenza, il 2 dicembre 2013, TMZ ha riferito che l'incidente che ha ucciso Paul Walker ha provocato una "enorme esplosione e una palla di fuoco che poteva essere vista per miglia" e che l'esplosione ha inviato una "palla di fuoco alta nel cielo". L'esplosione descritta da TMZ non suona affatto come qualcosa di mai visto nelle strade di periferia dell'America, ma piuttosto come qualcosa visto in Iraq o in Afghanistan. In un rapporto del 1 dicembre 2013 dell'Huffington Post, Jim Torp, un apparente agente dell'intelligence, ha dichiarato di aver sentito il forte suono del motore di un'auto che andava su di giri e poi un'esplosione, insinuando in definitiva che qualcosa di sospetto è avvenuto poco prima dell'esplosione. Per aggiungere ancora più confusione e disinformazione all'equazione, Torp ha detto alla CNN di aver sentito un'esplosione in lontananza prima che l'auto sbattesse contro un palo della luce. "Quale sia stata la prima esplosione, non so se il loro pneumatico è esploso, perché sembrava che un pneumatico fosse scoppiato sulla macchina". Indipendentemente dalla campagna di disinformazione di Torp, c'è stata una grande esplosione che è indicativa di un attacco di droni.


4. I segni di slittamento

Nel caso in cui l'auto di Walker stava effettivamente accelerando, è altamente probabile che i freni sarebbero stati applicati ad un certo punto durante l'incidente. Il 2 dicembre 2013, il New York Post ha riferito che la "mancanza di segni di slittamento fino a poco prima del punto di impatto suggerisce che il conducente non aveva il controllo dello sterzo dell'auto in velocità". I componenti dello sterzo e dei freni di un'auto sono completamente slegati e quindi anche se qualcuno avesse perso il controllo dello sterzo, i freni funzionerebbero comunque. Secondo un rapporto della CNN del 3 dicembre 2013, c'erano "Segni di slittamento dei pneumatici sull'asfalto vicino al luogo dell'incidente, che indicano che un'auto stava facendo giri a ciambella, anche sono in corso di esame", concludendo che "non è stato concluso che sono collegati al naufragio Walker". Nei momenti iniziali di un video girato da testimoni che sono arrivati sulla scena dell'incidente poco dopo l'incidente, tre serie di segni di slittamento possono essere chiaramente visti sulla strada, solo uno dei quali assomiglia a "giri a ciambella". Anche se due serie non sembrano collegate all'incidente, una serie di segni di slittamento porta direttamente all'incidente. In un'intervista alla CNN, Jim Torp, probabilmente un agente dell'intelligence, ha dichiarato che "ha osservato da vicino i segni di slittamento e ha concluso che sono stati lasciati da un'auto con pneumatici più piccoli". Rovesciando la dichiarazione di disinformazione di Torp, si può dedurre che almeno uno dei segni di slittamento appartiene probabilmente all'auto di Walker. Non si sa se la forza di un presunto attacco missilistico ad alto impatto potrebbe causare i segni di slittamento, ma il fatto che i rapporti mainstream stiano scontando i segni di slittamento suggerisce che essi hanno importanza.

5. Il video del Crash

In una mossa apparente per dissipare le voci che Walker è stato assassinato da un attacco di droni, TMZ ha pubblicato un video il 3 dicembre 2013, intitolato "Paul Walker Crash-The Moment of Impact & Massive Inferno". Proprio come il titolo, il video non mostra la segnalata "esplosione" o qualsiasi suono di un'esplosione. Come evidenziato nel video di sorveglianza silenzioso, il fumo dalla scena dell'incidente di Walker va da appena lì a tutto, istantaneamente. Il modo innaturale della dispersione del fumo indica che c'è probabilmente un montaggio video, un taglio o una giunzione a 00:18-00:19 secondi nel video di TMZ o 00:04-00:06 in questo video di YouTube. Inoltre, il video inizia con fumo bianco (indicativo di alberi e foglie che bruciano) ed è seguito da fumo nero (indicativo di gas, olio e gomma che bruciano). Ovviamente, l'auto era in fiamme prima degli alberi, il che suggerisce anche che il video è stato manomesso. Anche se un'indagine indipendente deve essere condotta prima di raggiungere conclusioni concrete, sembra che la massiccia esplosione sia stata premeditatamente tagliata fuori dal video. Dopo tutto, se un'esplosione fosse stata raffigurata nel video, la telecamera avrebbe probabilmente tremato gravemente. Inoltre, la palla di fuoco dell'esplosione avrebbe potuto essere confrontata forensicamente con quella dell'esplosione di un missile, cosa che i responsabili non possono permettere che accada. Se l'auto di Walker fosse esplosa naturalmente, a causa della combustione della benzina, ci si aspetterebbe un'esplosione relativamente minore di tipo NASCAR, ma sicuramente non qualcosa che facesse saltare l'auto in due pezzi.   


6. La bufala dell'eccesso di velocità

Per convincere il pubblico che la morte di Walker fu un "incidente", l'idea che l'eccesso di velocità fosse coinvolto doveva diventare parte della narrazione ufficiale. Meno di 24 ore dopo l'incidente, il dipartimento dello sceriffo della contea di Los Angeles ha dichiarato che "la velocità è stata un fattore" nella morte di Walker. Il rapporto ha continuato ad affermare che "gli investigatori stanno lavorando per determinare la velocità dell'auto e cosa l'ha fatta andare fuori controllo", insinuando ulteriormente che la velocità era il fattore predominante nell'incidente. Quando dichiarazioni conclusive sono fatte da funzionari entro 24 ore da un presunto incidente casuale, la probabilità di un gioco sporco aumenta esponenzialmente semplicemente a causa del fatto che non c'è stato abbastanza tempo per completare un'indagine reale e approfondita. I testimoni non sono stati intervistati, i video non sono stati recuperati e i test non sono stati condotti, eppure le autorità stanno diffondendo ciò che può essere interpretato solo come speculazione? Questo comportamento suggerisce che c'è un'agenda, anche se nascosta, per condurre il pubblico in una certa direzione, lontano dal gioco sporco. L'idea fraudolenta che Walker stesse correndo al momento della sua morte è stata ribadita il 2 dicembre 2013, quando TMZ ha pubblicato un articolo intitolato "Paul Walker - Una volta ho fatto 297 kmh ... In autostrada! Prevedibilmente, il rapporto ha continuato ad affermare che le forze dell'ordine ritengono che la velocità sia stata un fattore nell'incidente. Uno sguardo al video del 3 dicembre 2013 rilasciato da TMZ ed è evidente che qualsiasi velocità elevata su quella strada in quel momento sarebbe stata impossibile semplicemente a causa della quantità di auto che condividevano la strada con Walker.

7. La bufala delle corse su strada

Al fine di vendere ulteriormente l'idea che Walker stesse correndo, è stata diffusa una voce fraudolenta che insinuava che l'incidente mortale fosse il risultato di una corsa illegale su strada spesso testimoniata nei film "Fast and the Furious". La voce è stata identificata per la prima volta il 2 dicembre 2013, quando TMZ ha riferito che la polizia stava indagando sulla possibilità che Paul Walker fosse nel mezzo di una corsa su strada ad alta velocità con un'altra auto al momento della sua morte. Secondo il rapporto, le forze dell'ordine hanno detto a TMZ che "gli investigatori hanno ricevuto suggerimenti che Walker e l'uomo alla guida della Porsche, Roger Rodas, stavano correndo prima dell'incidente" e che "i poliziotti sono a caccia di video e testimoni che potrebbero provare che un'altra auto era coinvolta". L'articolo si concludeva affermando che "l'area dove si è verificato l'incidente ha una storia di essere un popolare luogo di corse su strada", insinuando ulteriormente che Walker stava correndo su strada. Secondo un 3 dicembre 2013, articolo della CNN, Hercules Street, la strada su cui Walker è morto, "ha una reputazione tra i piloti veloci", che ha stimolato un giro di vite da parte dei deputati due anni fa. Anche se completamente false e non comprovate, le voci sulle corse su strada sono state rilasciate in uno sforzo coordinato da TMZ e dalle forze dell'ordine per corroborare la narrazione che Walker stava accelerando al momento della sua morte.

8. La seconda bufala del veicolo

Al fine di vendere ulteriormente la nozione che Walker era possibilmente coinvolto in una corsa su strada quando si è schiantato, la CNN ha pubblicato un rapporto il 3 dicembre 2013, dal titolo "Paul Walker death investigation": La polizia esclude un secondo veicolo e si concentra sulla velocità". Secondo il rapporto, un portavoce dello sceriffo della contea di Los Angeles ha dichiarato che gli investigatori "non sono stati in grado di trovare prove di una seconda auto nell'incidente che ha ucciso Walker". Il sergente dello sceriffo della contea di Los Angeles Richard Cohen ha riferito alla CNN che le autorità hanno ricevuto una soffiata domenica 1 dicembre 2013, suggerendo che un'altra auto era sulla scena che correva con la Porsche quando ha sbattuto contro un palo della luce ed è scoppiata in fiamme. Il rapporto ha concluso che gli investigatori hanno da allora escluso la presenza di un secondo veicolo e la teoria che la Porsche stava correndo. Indipendentemente dalla ritrattazione, l'idea che ci potesse essere o meno un secondo veicolo è stata diffusa come parte di un'operazione di intelligence coordinata per corroborare la narrazione che Walker stava correndo al momento della sua morte.

9. La bufala del guasto meccanico

In un altro sfacciato tentativo di allontanare il pubblico dalla nozione di gioco sporco, il 2 dicembre 2013, un rapporto del New York Post intitolato "Guasto meccanico dietro Paul Walker Crash: Report" ha rivelato che, "La Porsche problematica che la star di "Fast & Furious" Paul Walker stava guidando quando è morto in un incidente ha subito un guasto meccanico che è stato probabilmente causato da una perdita di liquido del servosterzo". Secondo il rapporto, le fonti hanno detto a TMZ che hanno visto "la prova di uno scoppio del fluido e la successiva scia di fluido prima dei segni di slittamento sulla scena dell'incidente". Il rapporto ha continuato ad affermare che la "mancanza di segni di slittamento fino a poco prima del punto di impatto suggerisce che il conducente non aveva il controllo dello sterzo dell'auto in velocità". Il testimone senza nome ha poi riferito di aver visto Rodas prima dell'incidente "cercando di aiutare i dipendenti a capire cosa c'era di sbagliato con una Porsche Carrera GT rossa che continuava a stallare". La mancanza di fonti e nomi di testimoni suggerisce che queste informazioni sono state diffuse per confondere le acque riguardo all'incidente di Walker e allontanare il pubblico dalla nozione che Walker possa essere stato assassinato.

10. La Porsche Carrera GT condannata

Al fine di promuovere l'idea che la morte di Walker sia stata quantomeno accidentale, il 3 dicembre 2013, la CNN ha pubblicato un articolo intitolato "Porsche Carrera GT: 5 motivi per cui l'auto in cui è morto Paul Walker è diversa" che è stato pubblicato in un apparente tentativo di vendere l'idea che la Porsche di Walker fosse solo un incidente in attesa di accadere. Tra le altre cose, il rapporto afferma che la Porsche ha tre volte la potenza di un'auto media, è notoriamente difficile da gestire, anche per i piloti professionisti, ed è insolito perché non ha un controllo elettronico della stabilità. Eddie Alterman, caporedattore della rivista Car and Driver, ha essenzialmente continuato ad affermare che l'auto era semplicemente troppo calda da gestire affermando che "Questa non era un'auto per principianti" e che il "programma Carrera GT è iniziato come un programma di corse". Alterman ha anche dichiarato che "La Carrera GT è in grado di cambiare direzione "molto rapidamente, molto simile a una macchina da corsa. Era più di una super car. È quello che noi chiamiamo una hyper car" e che l'auto "aveva un acceleratore così veloce, perché cambiava direzione così rapidamente, c'è molto da imparare". Todd Trimble, un meccanico di auto esotiche a Las Vegas, ha seguito Alterman affermando che la Carrera GT è "un'auto molto difficile da guidare... Devi davvero sapere cosa stai facendo quando la guidi. E molte persone stanno imparando nel modo più difficile". Trimble ha concluso affermando che "Stanno diventando sempre più rare... Il più delle volte, quando vengono distrutte, non rimane molto di loro". Sulla base di questi "esperti", la Porsche Carrera GT è una macchina pericolosa che è quasi impossibile da guidare. La palese demonizzazione dell'auto parla della natura disperata delle agenzie di intelligence per vendere la morte di Walker come accidentale.

Operazione Fast & Furious

Tutti vogliono sapere perché l'amministrazione Obama avrebbe voluto assassinare Paul Walker. Anche se posso solo teorizzare, è possibile che Walker sia stato assassinato per mettere in evidenza l'Operazione Fast and Furious appena prima di un massacro senza precedenti legato alle armi negli Stati Uniti, derivante da uno o più dei 2.000 fucili d'assalto venduti dall'ATF (Alcohol Tobacco and Firearms) ai cartelli della droga messicani. Dalla morte di Walker, le parole "Fast and Furious" sono state nei notiziari senza sosta e hanno programmato inconsciamente il pubblico in modo psicologico per un imminente attacco terroristico sponsorizzato dallo stato che sarà probabilmente collegato all'operazione Fast and Furious. In seguito a tale attacco terroristico, Obama tenterà probabilmente di vietare e confiscare le armi in America, il che sarebbe ingiusto (dato che ha fornito le armi) e altamente anti-americano. Basti dire che l'incidente porterebbe inevitabilmente a una seconda guerra civile americana sul secondo emendamento e sul diritto di portare armi.

10 motivi per cui Paul Walker è stato ucciso da un colpo di drone Predator:


1. Le autopsie di Walker e Rodas sono state rilasciate entro 96 ore
2. La Porsche di Walker ha segni di un colpo di missile Hellfire
3. Walker probabilmente ucciso dall'attacco di un drone MQ-1 Predator
4. I droni MQ-1 Predator hanno sede nel sud della California
5. Obama che uccide cittadini statunitensi con un attacco di droni
6. La CIA ha creato una scappatoia legale per gli attacchi con i droni
7. Lista delle uccisioni con i droni nota come Matrice delle disposizioni
8. Lista di sospetti attacchi di droni statunitensi in crescita
9. Programma di droni SKYNET terminator attivato
10. SKYNET ora opera sotto l'alias Astrium Services

Tutti i motivi per cui la star di "Fast and Furious" Paul Walker è stato assassinato

 1. Autopsie di Walker e Rodas rilasciate entro 96 ore

Al fine di placare le voci incessanti che Paul Walker è stato ucciso da un attacco di droni americani, le autopsie di Walker e Rodas sono state rilasciate dall'ufficio del coroner della contea di Los Angeles entro 96 ore, qualcosa senza precedenti per lo stato della California e mai sentito nella morte di una celebrità. Anche se le autopsie finanziate dal governo generalmente richiedono settimane o addirittura mesi per essere completate, le autopsie di Walker e Rodas sono state eseguite, documentate, riviste e rilasciate in un periodo di 4 giorni. È interessante notare che il rapporto dell'autopsia di Walker ha dichiarato che è morto di "effetti combinati di lesioni traumatiche e termiche" che sono casualmente coerenti con un attacco missilistico ad alto impatto. È interessante notare che il 3 gennaio 2014, è stato rivelato che Walker e Rodas non avevano alcol o droghe nel loro sistema al momento della loro morte. I risultati tossicologici, che sono generalmente inclusi in un rapporto di autopsia, curiosamente non sono stati rilasciati dal medico legale fino a 30 giorni dopo che l'autopsia originale è stata rilasciata il 4 dicembre 2013. Il rapporto autoptico secondario ha anche dichiarato che "Per ragioni sconosciute, il conducente ha perso il controllo del veicolo, e il veicolo si è parzialmente girato", risultati che sono anche coerenti con un colpo di missile ad alto impatto. Vale a dire che l'impatto del missile è stato così potente da far girare l'auto di Walker. Il rapporto secondario dell'autopsia suggerisce che l'autopsia originale rilasciata il 4 dicembre 2013, non era completa ed è stata quindi prematuramente rilasciata al fine di sedare le voci che circondano la morte di Walker. Al contrario, quando il giornalista di Rolling Stone Michael Hastings è morto in un presunto attacco di droni il 18 giugno 2013, la sua autopsia non è stata rilasciata fino al 20 agosto 2013, circa 9 settimane dopo.


2. La Porsche di Walker ha tutte le caratteristiche di un attacco con missili Hellfire

Come precedentemente riportato, l'auto di Walker ha tutte le caratteristiche di un attacco di droni. Considerando che il cofano rosso dell'auto di Walker è rimasto intatto dopo aver presumibilmente colpito non 1, non 2, non 3, non 4, ma 5 alberi, così come un marciapiede e un palo della luce in cemento, si può dedurre che il cratere nero al centro dell'auto di Walker è il risultato di un colpo di missile ad alto impatto. L'idea che l'auto di Walker sia stata colpita da un drone è corroborata dal fatto che il motore da 605 cavalli della Porsche Carrera GT del 2005 si trova al centro del veicolo, proprio dove ha subito il danno maggiore. Analizzando l'elenco dei missili attivi utilizzati dai droni militari statunitensi, il colpevole più probabile dell'attacco missilistico sull'auto di Walker è una versione del missile AGM-114 Hellfire che impiega un sistema di guida a infrarossi. Conosciuti come "cercatori di calore", i missili Hellfire sono specificamente progettati per colpire la parte più calda del rispettivo obiettivo (cioè, il motore dell'auto) che è esattamente dove la Porsche di Walker ha subito il maggior danno. Come evidenziato dalle foto dell'auto di Walker, il colpo del missile ad alto impatto ha aperto la Carrera GT come se fosse una scatoletta di tonno, partendo proprio da dietro il sedile del conducente. In quello che sembra essere una specie di scherzo interno rispetto al missile che ha colpito direttamente il motore di Walker, è stato pubblicato un rapporto il 18 dicembre 2013, che affermava che "la Porsche di Paul aveva problemi meccanici al momento dell'incidente", un rapporto che poi si è rivelato essere di natura fraudolenta.


Tutti i motivi per cui la star di "Fast and Furious" Paul Walker è stato assassinato

3. Walker probabilmente ucciso dal colpo del drone MQ-1 Predator

Quando si restringono le varie piattaforme di lancio del missile AGM-114 Hellfire, l'MQ-1 Predator, un veicolo aereo senza pilota (UAV) costruito da General Atomics, è di gran lunga il sospetto più probabile. A parte il fatto che il drone MQ-1 Predator è una delle poche piattaforme di lancio che schiera un missile AGM-114 Hellfire, il Predator è usato quasi esclusivamente dalla United States Air Force (USAF) e dalla Central Intelligence Agency (CIA), entrambe collegate alla Disposition Matrix di Obama, la "lista delle uccisioni di nuova generazione" che prende di mira i cittadini statunitensi tramite attacchi con droni. Il drone MQ-1 Predator, che è dotato di telecamere a infrarossi, può essere modificato per trasportare e distribuire due o più missili AGM-114 Hellfire, uno dei quali ha probabilmente ucciso Paul Walker e Roger Rodas il 30 novembre 2013.

Tutti i motivi per cui la star di "Fast and Furious" Paul Walker è stato assassinato

4. Droni MQ-1 Predator basati nel sud della California

L'idea che Paul Walker sia stato ucciso dall'attacco di un drone MQ-1 Predator non è così inverosimile, considerando che i droni MQ-1 Predator effettuano sortite da Riverside e Lancaster, California. Nel 1996, il Segretario alla Difesa degli Stati Uniti ha selezionato l'Aeronautica Militare degli Stati Uniti come servizio operativo per il sistema RQ-1A Predator, mettendo una quantità non rivelata di droni MQ-1 Predator sotto il 163d Reconnaissance Wing dell'Air National Guard alla March Air Reserve Base di Riverside, California, circa 75 miglia (120 chilometri) da dove Walker fu assassinato a Valencia, California. Circa 16 anni dopo, il 13 giugno 2012, un rapporto della Public Intelligence ha rivelato che ora ci sono 64 basi di droni sul suolo americano, 12 delle quali ospitano droni Predator. La nozione che i droni MQ-1 Predator stanno volando sopra la California è stata riportata per la prima volta il 1 settembre 2012, quando è stato rivelato che i droni Predator operati dal 163° Reconnaissance Wing stavano volando sopra il Rim Fire al Yosemite National Park, probabilmente scatenando le fiamme con molteplici attacchi di missili Hellfire. Circa 10 mesi dopo, il 26 luglio 2013, l'FBI ha informato il senatore degli Stati Uniti Rand Paul attraverso una lettera non classificata che i droni hanno volato sopra lo spazio aereo degli Stati Uniti un totale di 10 volte negli ultimi 7 anni, un numero che è probabilmente molto più alto in realtà. In un rapporto del Los Angeles Times del 7 dicembre 2009, è stato rivelato che i droni MQ-1 Predator sono ora utilizzati dalla pattuglia di confine degli Stati Uniti per tracciare gli immigrati illegali al confine tra Messico e California. Detto drone sarebbe basato nella Antelope Valley nel nord della contea di Los Angeles, a circa 35 miglia (55 chilometri) da dove Walker è stato assassinato a Valencia, California. Infine, il 28 gennaio 2014, è stato riferito che la polizia di frontiera degli Stati Uniti ha messo a terra la sua flotta di droni dopo che un drone da 12 milioni di dollari si è schiantato al largo della costa della California, confermando ulteriormente che i droni volano attivamente sulla California. Data la vicinanza delle basi di droni MQ-1 Predator rispetto al luogo in cui Walker è stato ucciso a Valencia, California, un attacco missilistico potrebbe teoricamente essere eseguito sull'auto di Walker in meno di 15 minuti. Se un drone era già nelle vicinanze, il tempo sarebbe ancora meno. In altre parole, l'idea che l'auto di Walker sia stata presa di mira da un attacco di droni Predator è logisticamente possibile e altamente plausibile.


5. Obama uccide i cittadini statunitensi con un attacco di droni

A parte Paul Walker, i cittadini statunitensi sono stati abitualmente presi di mira per l'assassinio da attacchi di droni degli Stati Uniti, qualcosa che il presidente Obama ha orgogliosamente sostenuto e ammesso apertamente il 22 maggio 2015. Più recentemente, il 10 febbraio 2014, The Hill ha pubblicato un rapporto intitolato "Obama Weighs Drone Strike against American Citizen Affiliated against Al Qaeda", confermando, anche se in modo de facto, che il programma di drone strike della CIA è vivo e vegeto. A parte la serie di film Terminator, la popolazione americana è stata inondata di programmi e propaganda legati ai droni. Già il 2 dicembre 2012, un cosiddetto "artista di strada" sarebbe stato arrestato per aver eretto una serie di manifesti di attacchi di droni della polizia di New York. L'operazione di guerriglia era probabilmente parte della campagna mediatica creata dalla CIA, progettata per preparare psicologicamente gli americani per eventuali attacchi di droni su uomini, donne e bambini. Infine, la nozione che il governo degli Stati Uniti sta conducendo operazioni segrete di droni all'interno degli Stati Uniti è stata ulteriormente confermata il 24 febbraio 2015, quando è stato rivelato che i servizi segreti stanno conducendo esercitazioni segrete di droni sopra Washington, D.C. Inutile dire che la nozione di droni che volano in sortite armate sopra gli Stati Uniti è solo il prossimo passo nell'evoluzione della guerra dei droni.

Tutti i motivi per cui la star di "Fast and Furious" Paul Walker è stato assassinato

6. La CIA ha creato una scappatoia legale per i droni

Nell'aprile del 2012, John O. Brennan, l'attuale direttore della Central Intelligence Agency (CIA), ha tenuto un discorso intitolato "L'etica e l'efficacia della strategia antiterrorismo del presidente". Nel discorso, Brennan ha dichiarato quanto segue: "...Non c'è nulla nel diritto internazionale che vieti l'uso di aerei pilotati a distanza per questo scopo [di assassinio] o che ci proibisca di usare la forza letale contro i nostri nemici al di fuori di un campo di battaglia attivo". In altre parole, gli Stati Uniti possono usare indiscriminatamente droni autonomi per assassinare chi vogliono, quando vogliono, per qualsiasi motivo, indipendentemente dalla cittadinanza o dalla posizione. A causa di questa fin troppo comoda scappatoia legale, non c'è nulla che la comunità internazionale possa fare o dire al riguardo (non che lo farebbe). In breve, il precedente legale stabilito da Brennan non solo permette alla Matrice delle Disposizioni del presidente Obama di esistere, ma di prosperare.

Tutti i motivi per cui la star di "Fast and Furious" Paul Walker è stato assassinato

7. Lista delle uccisioni con i droni nota come Disposition Matrix

Il Disposition Matrix, che sarebbe stato sviluppato dall'amministrazione Obama nel 2010, è un database che i funzionari statunitensi descrivono come la "lista di cattura/uccisione di prossima generazione". Il Disposition Matrix va oltre le esistenti liste di uccisione della CIA e crea un progetto per rintracciare, catturare, rendere o uccidere "sospetti nemici" non dichiarati del governo degli Stati Uniti. Il programma, che si basa pesantemente su attacchi autonomi di droni, è destinato a diventare un appuntamento fisso della politica interna americana. Poiché i criteri utilizzati nel processo di determinazione dei cittadini e/o dei terroristi da assassinare non sono pubblici, il programma è naturalmente maturo per gli abusi. Considerando che la matrice di disposizione è stata fortemente plasmata dal già citato direttore della CIA John O. Brennan, non è una sorpresa che la CIA sia una delle poche agenzie che impiega l'uso del drone MQ-1 Predator per assassinii classificati. Come descritto nel rapporto di Russia Today del 16 gennaio 2014, intitolato "Secret Amendment in Congress Keeps CIA in Charge of Deadly Drone Strikes", gli attacchi segreti e illegali dei droni da parte della CIA sono la norma.


8. Lista di sospetti attacchi di droni statunitensi in crescita

Come precedentemente riportato, l'auto di Paul Walker mostra le stesse caratteristiche di un attacco missilistico ad alto impatto ammesso su un veicolo civile. Il danno all'auto di Walker è anche identico al sospetto attacco di droni che ha ucciso il giornalista di Rolling Stone Michael Hastings mentre guidava la sua auto a Los Angeles il 18 giugno 2013. Un attacco di droni è stato probabilmente responsabile anche dell'esplosione della West Texas Fertilizer Company il 17 aprile 2013, come evidenziato da un video di un testimone oculare che sembra mostrare un missile che colpisce l'edificio poco prima della massiccia esplosione che ha ucciso 15 persone. Un altro sospetto attacco di droni statunitensi è stato eseguito il 30 giugno 2013, quando un'esplosione ha ucciso 19 vigili del fuoco vicino a Yarnell Hill, in Arizona. Come è normale per l'attacco dei droni, le autopsie e le foto dei 19 vigili del fuoco morti sono state tenute nascoste alle famiglie delle vittime, molto probabilmente perché non erano coerenti con il rapporto autoptico precedentemente ritrattato che affermava che le ustioni e l'inalazione di fumo erano la causa della morte dei vigili del fuoco. In altre parole, le autopsie classificate non erano coerenti con le cause di morte legate al fuoco e quindi non sono state rese pubbliche. Considerando che i 19 vigili del fuoco hanno subito un blackout radio poco prima dell'esplosione mortale (i blackout elettronici generalmente precedono le operazioni nere), e che i droni MQ-1 Predator sono dichiaratamente utilizzati per combattere gli incendi boschivi (e iniziarli), è altamente probabile che i 19 vigili del fuoco siano stati assassinati da un attacco di droni statunitensi.


9. Programma SKYNET Terminator Drone attivato

Lo scenario del terminatore SKYNET raffigurato nel film "Terminator 2" (1991) era una colossale operazione psicologica (PSYOP), in particolare perché i veri terminator autonomi piegati sulla distruzione dell'umanità non camminano sulla terraferma come raffigurato nel film, ma piuttosto volano nell'aria sotto forma di droni autonomi. Anche se SKYNET è stato presentato come il nome fittizio del programma terminator nella serie di film Terminator, è in realtà il nome effettivo del programma satellitare della NATO che attualmente circonda il mondo. Secondo Wikipedia, "SKYNET è una famiglia di satelliti militari, ora gestiti da Paradigm Secure Communications per conto del Ministero della Difesa britannico, che forniscono servizi di comunicazione strategica ai tre rami delle forze armate britanniche e alle forze della NATO impegnate in compiti di coalizione". Senza l'uso dei satelliti SKYNET, che forniscono logistica legata al GPS e comunicazione per i veicoli aerei autonomi (UAV), lo scenario di SKYNET terminator non sarebbe in grado di funzionare. In altre parole, SKYNET è la spina dorsale elettronica del programma terminator drone. Anche se SKYNET è stata fondata nel 1969, il vertice NATO del 2012 a Chicago ha segnato la prima volta nella storia che l'implementazione su larga scala dei terminator aerei autonomi è stata rivelata pubblicamente.


10. SKYNET che opera sotto l'alias Astrium Services

Il sistema di uccisione computerizzato ad alta tecnologia noto come SKYNET è stato originariamente esposto da Truther.org il 20 maggio 2012, in un rapporto intitolato "Chicago Terror Cover For NATO Implementation Of SKYNET Terminator Program". Il rapporto ha rivelato per la prima volta nella storia che il programma SKYNET terminator non solo era reale, ma è stato ufficialmente attivato durante il vertice NATO del 2012 a Chicago. Circa 5 mesi dopo, SKYNET ha inspiegabilmente cambiato il suo nome in Astrium Services, nonostante avesse usato il nome SKYNET dal 1969. L'improvviso tentativo di ribattezzare il sistema satellitare SKYNET sembra essere una reazione diretta al fatto che l'incubo del programma terminator è stato esposto da Truther.org.

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia