Una nuova teoria su Hitler e i globalisti che può spiegare la "pandemia"

 

Una nuova teoria su Hitler e i globalisti che può spiegare la "pandemia"

Mentre la falsità del COVID19 si svela e il mondo si rende conto che non c'era nessun virus, nessun vaccino ma solo una cospirazione elitaria per il controllo di massa della società, emerge una teoria nuova e relazionabile su Adolf Hitler.


La teoria di Hallett spiega perché Hitler, presumibilmente l'acerrimo nemico dei banchieri ebrei, si comportava come se non sapesse che i Rothschild controllavano

Inghilterra e America, quando questo era noto a tutti.

Se Hitler avesse fatto sul serio, avrebbe strappato il cuore dei Rothschild, la City di Londra, prima di affrontare la Russia.

(Aggiornato da gennaio 2006)Di Henry Makow Ph.D


Il libro di Greg Hallett "Hitler era un agente britannico" (2005) descrive la guerra come un'illusione macabra evocata da maghi occulti per degradare e infine schiavizzare l'umanità in un governo mondiale.


L'affermazione di Hallett che Hitler era un agente "britannico" è basata sulla testimonianza di una rete oscura di agenti dei servizi segreti in pensione. Mentre non riesce a fornire prove documentali, Hallett offre prove circostanziali persuasive.


Per esempio, Adolph Hitler era in Inghilterra nel 1912-1913, un fatto supportato dal libro di sua cognata: "The Memoirs of Bridget Hitler" (1979). Molti storici, incluso il biografo di Hitler John Toland, hanno ignorato questa sorprendente informazione. (Se Hallett ha ragione, gli storici come Toland sono colpevoli di perpetuare il mito che Hitler era una vera minaccia per i "banchieri ebrei").


Hallett dice che Hitler ha trascorso dal febbraio al novembre 1912 subendo il lavaggio del cervello e l'addestramento alla scuola militare britannica di guerra Psych-Ops a Tavistock nel Devon e in Irlanda. "Le macchine da guerra hanno bisogno della guerra e [questo significa che hanno bisogno di] agenti doppi finanziati, addestrati e sostenuti per essere i loro pacchi, i loro burattini e i loro nemici burattini", scrive Hallett (38).


Sua cognata descrive Hitler come completamente sciupato quando arrivò a casa sua a Liverpool senza bagaglio. "Ho avuto l'idea che fosse malato, il suo colore era così brutto e i suoi occhi sembravano così particolari", scrive. "Leggeva sempre, non libri, piccoli opuscoli stampati in tedesco. Non so cosa contenessero né da dove venissero esattamente". (pp. 29,35) Hallett dice che questi erano manuali di formazione Tavistock.


"Hitler era un agente britannico" è utile come paradigma alternativo. (Di solito non possiamo riconoscere la verità perché abbiamo il paradigma sbagliato, cioè la nostra "educazione"). Quando Hallett dice "britannico", intende gli Illuminati, il culto massonico dei banchieri super ricchi che controllano una rete interconnessa di cartelli. Questo culto ha sede nella City di Londra, ma usa l'Inghilterra e la maggior parte delle nazioni come burattini in uno spettacolo di Punch e Judy chiamato storia.


L'affermazione di Hallett chiarirebbe molti eventi improbabili della seconda guerra mondiale. Per esempio, perché Hitler lasciò fuggire 335.000 soldati alleati a Dunkerque? Questo gesto donchisciottesco fu spiegato come un'offerta di pace, ma sicuramente l'Inghilterra sarebbe stata più accondiscendente se il suo esercito fosse stato nei campi di prigionia nazisti.


Il trionfo nazista nel maggio 1940 fu come un knock-out al primo round. Gli Illuminati non intendevano che la partita finisse così presto, né che i nazisti vincessero finalmente.


Nell'estate del 1940, quando la Gran Bretagna era prostrata, l'ammiraglio Wilhelm Canaris, capo dell'intelligence militare nazista (Abwehr), disse al ministro degli esteri rumeno, il principe Michael Sturdza, di rimanere neutrale perché l'Inghilterra avrebbe vinto la guerra. Diede questo messaggio anche al dittatore spagnolo Franco.


La teoria di Hallett spiega anche perché Hitler, presumibilmente l'acerrimo nemico dei banchieri ebrei, si comportava come se non sapesse che i Rothschild controllavano l'Inghilterra (e l'America) quando questo era praticamente noto a tutti. (Vedi, Hilaire Belloc, "Gli ebrei" 1922). Se Hitler fosse stato reale, non avrebbe cercato di accomodare questi paesi. L'Inghilterra sarebbe stata invasa e conquistata prima che la Russia fosse attaccata.

L'ipotesi di Hallett spiega 1) Perché Hitler fu in grado di espandersi nella Renania ecc. senza paura di ritorsioni. 2) Perché la macchina da guerra nazista fu finanziata e costruita dalla Banca d'Inghilterra e da un Who's Who delle corporazioni anglo-americane controllate dagli Illuminati. 3) Perché Hitler non ha mai sigillato il Mediterraneo a Gibilterra; e perché il dittatore spagnolo Franco è rimasto neutrale, nonostante l'enorme debito che aveva con i nazisti dalla guerra civile. 4)


Perché il quartier generale della I.G. Farben a Francoforte non fu mai bombardato. Questo divenne il quartier generale della CIA. 5) Perché la Banca d'Inghilterra ha ricompensato Hitler per aver preso Praga dandogli le riserve d'oro ceche detenute a Londra. 6) Perché il Giappone non ha attaccato la Russia nonostante Hitler sia entrato in guerra contro gli USA dopo Pearl Harbor. Così Stalin ha potuto combattere su un fronte mentre Hitler ha combattuto su due.


Spiegherebbe perché Hitler diede la priorità alle sue ridicole politiche razziali piuttosto che vincere effettivamente la guerra. Avrebbe potuto arruolare milioni di slavi (e anche molti ebrei) per vincere la Russia comunista. Invece, li ha resi nemici implacabili disposti a combattere fino alla morte.


Potremmo anche chiederci perché i nazisti non hanno mai capito che le loro comunicazioni erano compromesse; perché Hitler non ha conquistato i giacimenti di petrolio della Russia e del Medio Oriente quando ne aveva la possibilità, ecc; perché alla Sesta Armata non è stato permesso di ritirarsi da Stalingrado; ma avete capito bene. Il problema era risolto.


CHI ERA HITLER?

La più grande improbabilità di tutte è che un barbone austriaco, uno spazzino e una prostituta gay potessero diventare il cancelliere della Germania. Hitler si unisce a una lunga lista di oscure figure ricattabili che sono state catapultate alla ribalta mondiale con l'aiuto di una mano invisibile.

CHI ERA HITLER?

(Salomon Rothschild 1844-1911 Lionel sarebbe il nonno di Hitler)


Hallett scrive che il nonno di Hitler era Nathan Meyer Rothschild. Maria Schickelgruber, la nonna di Hitler, era una cameriera nel palazzo di Vienna dei Rothschild quando suo padre, Alois fu concepito "nella paura" in uno stupro rituale satanico. I Rothschild potevano sposarsi solo all'interno della loro famiglia allargata, così avevano figli illegittimi che funzionavano come agenti anonimi.


(Apparentemente questo è un modello per gli Illuminati. Si dice che Bill Clinton sia un Rockefeller).


Sua nonna riceveva il mantenimento dei figli da un uomo d'affari ebreo che probabilmente era un intermediario per suo nonno. Bridget Hitler cita la sorella di Hitler, Paula: "Da quando [Adolf] ha iniziato le leggi razziali non abbiamo più il nonno, Adolf ed io. Certamente chiunque volesse potrebbe farne un buon affare". (Memorie, p. 175)


Il terzo matrimonio del figlio di Rothschild, Alois Hitler, fu con sua nipote, Klara, che divenne la madre di Hitler. Suo padre era violento e sua madre compensava eccessivamente. Hitler divenne indigente all'età di 18 anni quando sua madre morì, e visse in un ostello maschile di Vienna che era un ritrovo di omosessuali.


LA CREAZIONE DI UN PAZZO

Nel 1912, Hitler si recò in Inghilterra per un addestramento come agente degli Illuminati che si svolgeva in tedesco. Questo "addestramento" andava dall'infondere un senso del suo ruolo nel destino della Germania all'imparare come ipnotizzare il pubblico.


Includeva anche il lavaggio del cervello da trauma. La coscienza dell'"alter" viene frantumata assistendo ad atrocità selvagge e subendo abusi sessuali, il tutto filmato. Poi i vari frammenti di coscienza sono programmati e vi si può accedere con speciali parole in codice.


Hitler torna in Germania nel maggio 1913 e si arruola nell'esercito tedesco. Durante la prima guerra mondiale, servì come corridore e fu catturato due volte dagli inglesi. In entrambe le occasioni, fu risparmiato dall'esecuzione da un "angelo" dell'intelligence britannica.


Secondo Hallett, a Hitler piaceva che le donne defecassero su di lui. Aveva anche genitali sottodimensionati e un solo testicolo. (Molte donne da lui corteggiate si suicidarono. Uccise l'amore della sua vita, la mezza nipote diciassettenne Geli, quando rimase incinta del suo autista. Machtan sostiene che i veri affetti di Hitler erano per l'autista).


IMPLICAZIONI

La storia si sta svolgendo secondo il piano a lungo termine degli Illuminati. Le guerre vengono pianificate con decenni di anticipo e orchestrate per ottenere la distruzione delle nazioni e delle élite naturali, lo spopolamento, la demoralizzazione, e naturalmente il potere e il profitto.

I super ricchi si sono organizzati in un culto satanico per predare l'umanità e stabilire la loro egemonia permanente. Mettetevi nei panni dei banchieri centrali. Le nazioni del mondo vi devono trilioni sulla base del denaro che avete stampato al costo della carta e dell'inchiostro. L'unico modo per proteggere questo "investimento" è stabilire una dittatura sottilmente mascherata, usando metodi sofisticati di controllo sociale e mentale.

Questo è il vero significato del "Terrore". Non è diretto ai "terroristi musulmani". È diretto a voi e a me.

Secondo Hallett, Joseph Stalin fu un altro "agente di guerra" degli Illuminati che frequentò la scuola di addestramento Tavistock Psyche Ops nel 1907. Clifford Shack ha suggerito che Stalin era anche un figlio illegittimo di un Rothschild

Hallett dice che la morte di Hitler fu falsificata (fu ucciso un sosia) e Hitler fuggì a Barcellona dove visse fino al 1950, quando morì di cancro allo stomaco.

Greg Hallett è un cane sciolto e il suo libro sconclusionato è pieno di ripetizioni e digressioni. Non giurerei ancora su nessuna delle affermazioni di Hallett. Ma merita i nostri ringraziamenti per aver avanzato una visione alternativa della storia che, sebbene inverosimile, è più plausibile di ciò che presumibilmente è accaduto. Dovremmo essere in grado di intrattenere opinioni speculative senza sentirci obbligati ad accettarle o rifiutarle.

La seconda guerra mondiale ha raggiunto tutti gli obiettivi degli Illuminati. La Germania e il Giappone furono trasformati in una terra desolata. Sessanta milioni di persone furono massacrate. L'olocausto ebraico motivò gli ebrei a stabilire la sede del governo mondiale dei Rothschild in Israele. Idealisti e leader naturali di entrambe le parti furono massacrati. Le nazioni furono caricate di debiti.

Le Nazioni Unite risorsero come una fenice dalle ceneri. Hiroshima gettò una coltre di terrore sul mondo. L'URSS era una superpotenza e controllava l'Europa orientale. Il palcoscenico era pronto per l'atto successivo... la guerra fredda.

Date le fosche prospettive per l'umanità, c'è la tendenza a idealizzare Hitler come avversario dell'egemonia delle banche centrali. Il libro di Hallett è un importante promemoria del fatto che, come Stalin e Mao, Hitler era un agente; e gli Illuminati sponsorizzano i "nemici" per fomentare il conflitto e tenere l'umanità nella sua morsa.


Fonte: www.peace.se

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia