Cellule fetali umane nei vaccini - Direttore Pfizer rivela email interne


Ecco alcuni dei punti salienti del video:


  •     Vanessa Gelman, direttore senior della ricerca mondiale della Pfizer: "Dal punto di vista degli affari aziendali, vogliamo evitare che le informazioni sulle cellule fetali circolino là fuori... Il rischio di comunicare questo adesso supera qualsiasi potenziale beneficio che potremmo vedere, in particolare con i membri generali del pubblico che potrebbero prendere queste informazioni e usarle in modi che potremmo non volere là fuori. Non abbiamo ricevuto alcuna domanda dai politici o dai media su questo argomento nelle ultime settimane, quindi vogliamo evitare di sollevare la questione se possibile".
  •     Gelman: "Abbiamo cercato il più possibile di non menzionare le linee cellulari fetali... Una o più linee cellulari con un'origine che può essere ricondotta al tessuto fetale umano è stata utilizzata nei test di laboratorio associati al programma del vaccino".
  •     Philip Dormitzer, direttore scientifico della Pfizer: "Le cellule HEK293T, utilizzate per il test IVE, sono in definitiva derivate da un feto abortito. D'altra parte, il comitato dottrinale del Vaticano ha confermato che considera accettabile che i credenti Pro-Life siano immunizzati. La dichiarazione ufficiale della Pfizer esprime bene la risposta ed è ciò che dovrebbe essere fornito in risposta ad un'indagine esterna".
  •     Melissa Strickler, Pfizer Insider e Manufacturing Quality Auditor: "Sono così ingannevoli nelle loro e-mail, è quasi come se fosse nel vaccino finale. Mi ha fatto perdere la fiducia".



Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia