La clinica tedesca ferma terze dosi nei dipendenti: troppi effetti collaterali

 

La clinica tedesca ferma terze dosi nei dipendenti: troppi effetti collaterali

Le cosiddette "vaccinazioni di richiamo" per i dipendenti dell'ospedale universitario di Münster (UKM), che erano già in corso, sono state fermate di nuovo venerdì. Il motivo: è stato rilevato un numero insolitamente alto di effetti collaterali. Solo poche ore prima, l'ospedale aveva annunciato che avrebbe dato a tutti gli 11.000 dipendenti la terza dose vaccinale covid.


  • Booster per il personale fermato per ora - dopo l'annuncio di vaccinare tutto il personale
  • Troppi effetti collaterali - paura della carenza di personale
  • Il presidente dei medici tedeschi contro la terza vaccinazione per tutti
  • Lauterbach per i booster più veloci o la regola del 2G rigoroso


I richiami si sono fermati solo poche ore dopo l'annuncio

Secondo un rapporto dei media, l'arresto temporaneo della terza puntura di gene è stato confermato da una portavoce di UKM dopo un'inchiesta della stazione radio Antenne Münster. Solo poche ore prima, era stato annunciato che una "offerta" per la "vaccinazione di richiamo" sarebbe stata fatta a tutti gli 11.000 dipendenti entro la fine dell'anno. Il verificarsi delle "reazioni avverse da vaccinazione" è quindi probabile che sia stato corrispondentemente grave e rapido. 


Paura di troppe assenze

Secondo un rapporto del "Westfälische Nachrichten", i trattamenti genetici tra il personale delle unità di terapia intensiva sono stati sospesi per il momento in vista del lungo fine settimana. "Era troppo caldo per noi", ha commentato al giornale il direttore infermieristico dell'UKM. A causa degli effetti collaterali, si era temuto che le assenze del personale fossero troppo estese per poter mantenere i turni di servizio. Tuttavia, i "richiami" sono da recuperare in modo "coordinato". A questo scopo, l'ospedale ha creato un proprio centro di vaccinazione per le terze punture, come si può vedere sulla homepage dell'UKM.


Il presidente tedesco dell'associazione medica, Klaus Reinhardt, ha detto sabato che non ci sono prove scientifiche finora per la necessità di richiami per tutti, ha riferito un quotidiano.


L'autoproclamato esperto di Corona Karl Lauterbach della SPD vede la "vaccinazione di richiamo molto più veloce" come una delle due opzioni attuali che potrebbero ridurre notevolmente il numero di casi. L'altra sarebbe un lockdown rigoroso. Per questo, i centri di vaccinazione dovrebbero essere riaperti, ha detto Lauterbach. Il primo ministro bavarese Markus Söder (CSU), nel frattempo, chiede un maggiore uso dei test anticorpali e delle vaccinazioni di richiamo per tutti i gruppi di età.


Fonte: www.wochenblick.at

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia