Chip nel cervello umano in attesa dell'approvazione della FDA, dice Musk

 

Chip nel cervello umano in attesa dell'approvazione della FDA, dice Musk

Il miliardario imprenditore tecnologico Elon Musk ha di nuovo preso in giro i piani per iniziare i test umani per l'impianto di chip cerebrale della sua azienda, Neuralink, dando un'altra data aspirazionale dopo aver precedentemente affermato che i test umani sarebbero presto iniziati.

Rivolgendosi a un evento tenuto dal Wall Street Journal all'inizio di questa settimana, Musk ha detto che l'impianto cerebrale, che è stato utilizzato con successo in animali come maiali e scimmie, sarebbe stato pronto per i veri test umani il prossimo anno.


"Neuralink sta funzionando bene nelle scimmie, e stiamo facendo un sacco di test per confermare che è molto sicuro e affidabile, e che il dispositivo Neuralink può essere rimosso in modo sicuro", ha detto.


Speriamo di avere questo nei nostri primi esseri umani - che saranno persone che hanno gravi lesioni del midollo spinale come tetraplegici, tetraplegici - il prossimo anno, in attesa dell'approvazione della FDA.


In un tweet pubblicato martedì, Musk ha aggiunto che la sua azienda spera alla fine di rattoppare i neuroni cerebrali "difettosi" o "mancanti" con il dispositivo, notando che molti disturbi fisici "possono essere risolti solo [con] i segnali di collegamento tra i neuroni esistenti".


"Il progresso accelererà quando avremo i dispositivi negli esseri umani (difficile avere conversazioni sfumate con le scimmie) il prossimo anno", ha continuato.



Nonostante i commenti di Musk, egli ha dato diversi calendari diversi per i test umani Neuralink in passato, dicendo nel 2019 che sarebbero stati lanciati intorno alla fine del 2020, una previsione poi rivista al 2021 lo scorso febbraio e di nuovo al 2022 lunedì. 


L'uomo d'affari ha detto che le regole della FDA non sono state un grande ostacolo, dato che gli standard di Neuralink per impiantare il dispositivo sono "sostanzialmente più alti" di quello che richiede l'agenzia federale, suggerendo che gli apparenti ritardi potrebbero essere sul lato tecnico, piuttosto che normativo.


Tra i più controversi dei vari progetti di Musk, l'impianto Neuralink è destinato ad essere inserito direttamente nel cervello per compensare le lesioni neurologiche o del midollo spinale con conseguente disabilità, come la paralisi. Dopo aver svelato un modello funzionante del dispositivo nei maiali l'anno scorso, il chip è stato testato con successo in una scimmia macaco di nove anni nel mese di aprile, con filmati sorprendenti che mostrano l'animale che gioca una partita di Pong con la sua sola mente.


Fonte: rt.com

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia